Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
LETTERE
Insegnamento
LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA
LE20104456, A.A. 2015/16

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2013/14

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
LETTERE
LE0598, ordinamento 2012/13, A.A. 2015/16
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum LETTERE MODERNE [002PD]
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CONTEMPORARY ITALIAN LITERATURE
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile EMANUELE ZINATO L-FIL-LET/11

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE13104456 LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA EMANUELE ZINATO LE0598
LE20104456 LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA EMANUELE ZINATO LE0600

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Letterature moderne L-FIL-LET/11 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 28/09/2015
Fine attività didattiche 23/01/2016
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
10 1920 01/10/2019 30/11/2020 ZINATO EMANUELE (Presidente)
GRANDELIS ALESSANDRA (Membro Effettivo)
MAGRO FABIO (Membro Effettivo)
ZAMBON PATRIZIA (Supplente)
9 1819 01/10/2018 30/11/2019 ZINATO EMANUELE (Presidente)
GRANDELIS ALESSANDRA (Membro Effettivo)
MAGRO FABIO (Membro Effettivo)
ZAMBON PATRIZIA (Supplente)
5 1516 01/10/2015 30/11/2016 ZINATO EMANUELE (Presidente)
GRANDELIS ALESSANDRA (Membro Effettivo)
MAGRO FABIO (Membro Effettivo)
ZAMBON PATRIZIA (Supplente)
4 1617 01/10/2016 30/11/2017 ZINATO EMANUELE (Presidente)
GRANDELIS ALESSANDRA (Membro Effettivo)
MAGRO FABIO (Membro Effettivo)
ZAMBON PATRIZIA (Supplente)
2 1415 - Zambon 01/10/2014 30/11/2015 ZAMBON PATRIZIA (Presidente)
SELMI ELISABETTA (Membro Effettivo)
GIANCOTTI MATTEO (Supplente)
TOMASI FRANCO (Supplente)
ZINATO EMANUELE (Supplente)
1 1718 01/10/2017 30/11/2018 ZINATO EMANUELE (Presidente)
GRANDELIS ALESSANDRA (Membro Effettivo)
MAGRO FABIO (Membro Effettivo)
ZAMBON PATRIZIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Lo studente deve sapersi orientare all'interno del quadro storico e letterario italiano ed europeo del Novecento.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso è volto a un approccio alla prosa narrativa dell'intero Novecento italiano fondato sulla teoria dei generi letterari. E' incentrato sulla comparazione tra tendenze del romanzo occidentale (realismo e modernismo) e romanzo italiano. Si avvale della teoria dei generi letterari e della comparatistica come risorse per storicizzare le scritture senza violarne la specificità formale. Intende dunque sviluppare nello studente la consapevolezza delle metodologie critiche e teoriche di base ai fini di uno sviluppo delle capacità di analizzare e interpretare il testo narrativo italiano novecentesco in un quadro europeo.
Modalita' di esame: L'esame è orale. Si raccomanda vivamente la frequenza, che prevede la pratica attiva di lettura e interpretazione di campioni testuali e l'apprendimento di un approccio interdialogico ai testi.
Criteri di valutazione: Lezione interdialogica. Esame orale.
Verrà valutata, oltre che la padronanza e la conoscenza dei contenuti, la competenza terminologica nel lessico specifico di base della critica letteraria.
Contenuti: TITOLO DEL CORSO: "IL ROMANZO CONTEMPORANEO, TRA REALISMO E MODERNISMO"

I due presupposti su cui si fonda il corso sono i seguenti:

1)Si può fare storia della letteratura in modo nuovo, partendo dalle forme e dai generi anziché dal tradizionale elenco storicistico di movimenti e di -ismi.

2)Il romanzo italiano del Novecento non può essere adeguatamente studiato senza far riferimento a quanto accade nelle altre lingue e culture. I

Il romanzo è il genere egemone della modernità occidentale: cioè il genere letterario che meglio rappresenta l'epoca contemporanea, quello che conquista le maggiori attenzioni, quello che influenza gli altri tipi di discorso, non solo letterario.
ll genere romanzo fra otto e novecento in Europa si muove in una prima fase alla conquista di territori che gli erano stati preclusi: la vita quotidiana, l’interiorità indagata con uno sguardo sempre più attento, le classi sociali inferiori, il mondo della grande città. È l’età di Flaubert, del naturalismo e del verismo: ma anche del grande realismo di Tolstoj e Dostoevskij. In un secondo momento, quegli stessi modelli verranno sottoposti a una critica radicale: essi sembrano non più adeguati a raccontare la crisi che l’uomo occidentale, a inizio Novecento, attraversa. Il romanzo si apre a ciò che, tradizionalmente, la letteratura escludeva: gli atti e i pensieri minimi, irrilevanti, che, altrimenti, sembrano passare senza lasciare traccia. Il racconto e i personaggi si frantumano, la scrittura mette in mostra i suoi artifici, l’ordine tradizionale viene sovvertito. È la rivoluzione formale del modernismo e delle avanguardie, corrispettivo di una rivoluzione più profonda nelle visioni del mondo, e che si manifesta nella distruzione dei valori ottocenteschi, nel relativismo, nella scoperta della psicoanalisi. Anche quando si recupererà la tradizione realistica, a partire dai tardi anni Venti, le scoperte di Proust e di Kafka, di Joyce e di Musil, della Woolf e di Svevo, di Pirandello e di Gadda non potranno essere rimosse. La stagione che arriva sino agli anni Sessanta, vede in realtà una grande espansione, anzitutto di vendite, del romanzo, destinato a diventare genere di massa e di diffusione internazionale, in grado di reggere alla concorrenza delle nuove narrazioni (cinematografiche prima, televisive poi). La morte del romanzo, preannunciata da alcuni, non avviene affatto. Nell’età postmoderna (che è anche l’età della globalizzazione), e dopo la fase di riuso parodico o commerciale delle forme tradizionali, il romanzo conserva la sua vocazione a essere il genere che meglio esprime la qualità dei tempi. Così, dopo una fase in cui la scrittura gioca a offuscare il confine fra realtà e finzione (come avviene nella comunicazione di massa), il romanzo recupera la sua capacità di raccontare i conflitti che animano una società ormai multiculturale.
Suddividendo schematicamente e didatticamente questo complesso fenomeno in due filoni distinti (la tradizione del realismo e la sperimentazione modernista) si prenderanno dunque in esame i principali modelli otto-novecenteschi europei (Dostoevskji Conrad, Proust, Joyce, Virginia Woolf) e i molti esiti novecenteschi italiani (tra cui Svevo, Pirandello, Tozzi, Gadda, Moravia, Morante, Calvino, Fenoglio, Pasolini, Volponi, Sciascia) con una incursione fra i contemporanei internazionali (Ph. Roth, DeLillo,Yehoshua)
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso è interattivo: la lezione frontale è affiancata da momenti di discussione attiva riguardanti l'interpretazione di campioni testuali significativi.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: -Oltre ai testi integrali e al manuale (Luperini, Cataldi, Marrucci) di cui è necessario lo studio accurato, lo strumento indispensabile è dato dalla Dispensa "Il romanzo tra realismo e modernismo" .

- Si raccomanda di portare sempre a lezione la dispensa e, nel momento che verrà indicato, le edizioni dei testi integrali.

-Nell'elenco dei romanzi integrali indicati in lettura, bisogna operare una scelta minima di otto testi.
Testi di riferimento:
  • Luperini, Cataldi, Marrucci, Storia della letteratura italiana contemporanea.. Palermo: Palumbo, 2012. Cerca nel catalogo
  • I. Svevo, La Coscienza di Zeno. Milano: Mondadori, 2011. Cerca nel catalogo
  • L. Pirandello, Il fu Mattia Pascal. Milano: Feltrinelli, 2007. Cerca nel catalogo
  • F. Tozzi, Con gli occhi chiusi. Milano: Mondadori, 2009. Cerca nel catalogo
  • C. E. Gadda, La cognizione del dolore. Milano: Feltrinelli, 2009. Cerca nel catalogo
  • P. Volponi, Memoriale. Torino: Einaudi, 2010. Cerca nel catalogo
  • B. Fenoglio, Una questione privata. Torino: Einaudi, 2010. Cerca nel catalogo
  • I. Calvino, Il sentiero dei nidi di ragno. Mondadori: Milano, 2008. Cerca nel catalogo
  • I. Calvino, Le città invisibili. Torino: Einaudi, 2011. Cerca nel catalogo
  • L. Sciascia, Il contesto. Milano: Adelphi, 2009. Cerca nel catalogo
  • A. Moravia, Gli indifferenti. Milano: Bompiani, 2010. Cerca nel catalogo
  • E. Morante, Menzogna e sortilegio. Torino: Einaudi, 2009. Cerca nel catalogo
  • G. T. di Lampedusa, Il gattopardo. Milano: Feltrinelli, 2009. Cerca nel catalogo