Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
FILOSOFIA
Insegnamento
STORIA DEL PENSIERO SCIENTIFICO ANTICO
LEN1032749, A.A. 2015/16

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2013/14

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
FILOSOFIA
LE0599, ordinamento 2008/09, A.A. 2015/16
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF ANCIENT SCIENTIFIC THOUGHT
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile RITA MARIA GAVINA SALIS M-FIL/07

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-FIL/07 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/03/2016
Fine attività didattiche 11/06/2016
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
4 STORIA DEL PENSIERO SCIENTIFICO ANTICO 2016/2017 01/10/2016 30/11/2018 SALIS RITA MARIA GAVINA (Presidente)
CATAPANO GIOVANNI (Membro Effettivo)
CREPALDI MARIA GRAZIA (Supplente)
2 STORIA DEL PENSIERO SCIENTIFICO ANTICO 2015/2016 01/10/2015 30/11/2016 SALIS RITA MARIA GAVINA (Presidente)
CATAPANO GIOVANNI (Membro Effettivo)
BASSI ROMANA (Supplente)
CREPALDI MARIA GRAZIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: È auspicabile la conoscenza generale, a livello manualistico, della storia del pensiero filosofico antico, dalle origini ad Aristotele. Non è richiesta la conoscenza del greco.
Conoscenze e abilita' da acquisire: a) Acquisizione della capacità di analisi, contestualizzazione e interpretazione di un testo filosofico antico, attraverso il confronto diretto con le fonti e lo studio della letteratura critica;

b) conoscenza delle nozioni fondamentali della fisica e della metafisica di Aristotele.
Modalita' di esame: Orale
Criteri di valutazione: Nel corso dell’esame lo studente dovrà dar prova di una buona capacità di analisi del testo aristotelico, e di una buona conoscenza delle principali problematiche in esso contenute.
Contenuti: Fisica e metafisica in Aristotele: il rapporto tra Phys. VIII e Metaph. XII

Il corso si suddividerà in due fasi. La prima fase si articolerà (a) nello studio dei concetti fondamentali della scienza naturale aristotelica (in particolare i concetti di natura, causa, finito e infinito, movimento, luogo, tempo), e (b) nella lettura e nel commento dettagliato di passi scelti del libro VIII della "Fisica" di Aristotele.
La seconda parte del corso sarà dedicata (a) all’analisi della concezione aristotelica della filosofia prima, con particolare riferimento alle interpretazioni moderne e contemporanee, e (b) alla lettura e al commento dettagliato di passi scelti del libro XII della "Metafisica" di Aristotele, al fine di analizzare il rapporto tra fisica e metafisica.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali

Parallelamente al corso la docente terrà un seminario di introduzione al pensiero di Aristotele, supportato da letture di passi scelti delle principali opere aristoteliche. Il seminario intende fornire una conoscenza di base della filosofia di Aristotele, con particolare riferimento alla scienza naturale aristotelica. Pur non essendo obbligatoria, la partecipazione al seminario può essere molto utile per una migliore comprensione degli argomenti oggetto del corso.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: La frequenza è vivamente consigliata. Ulteriori indicazioni bibliografiche saranno fornite nel corso delle lezioni.
Testi di riferimento:
  • Appunti delle lezioni, --. --: --, --.
  • Una traduzione della "Fisica" di Aristotele, Edizione consigliata: "Aristotele. Fisica". Testo greco a fronte. Introduzione, traduzione, note e apparati a cura di R. Radice. Milano: Bompiani, 2011. Cerca nel catalogo
  • Una traduzione del libro XII della "Metafisica" di Aristotele, Edizione consigliata: G. Reale, “Introduzione, traduzione e commentario della Metafisica di Aristotele”. Testo greco a fronte. Milano: Bompiani, 2004. Cerca nel catalogo
  • E. Berti, “Profilo di Aristotele”. Roma: Studium, 2012. Cerca nel catalogo
  • W. Wieland, La Fisica di Aristotele.Studi sulla fondazione della scienza della natura e sui fondamenti linguistici della ricerca dei princìpi in Ar. Bologna: Il Mulino, 1993. cap. III: Le strutture fondamentali del mondo della natura, pp. 293-430 Cerca nel catalogo
  • L. Ruggiu, "Rapporti fra la «Metafisica» e la «Fisica» di Aristotele", in AA.VV., “Aristotele. Perché la metafisica...". Milano: Vita e Pensiero, 1994. pp. 319-376 Cerca nel catalogo
  • E. Berti, "Il libro Lambda della Metafisica di Aristotele tra fisica e metafisica”, in Id., “Nuovi studi aristotelici”, vol. II. Brescia: Morcelliana, 2005. pp. 471-487 Cerca nel catalogo