Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
Insegnamento
WORKSHOP OF ARCHITECTURAL AND URBAN DESIGN
INP6075897, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2014/15

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
IN0533, ordinamento 2010/11, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 12.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese WORKSHOP OF ARCHITECTURAL AND URBAN DESIGN
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (ICEA)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dicea/course/view.php?idnumber=2018-IN0533-000ZZ-2014-INP6075897-N0
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA

Docenti
Responsabile LUIGI STENDARDO ICAR/14
Altri docenti LUIGI SIVIERO 000000000000

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Progettazione architettonica e urbana ICAR/14 12.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso V Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LABORATORIO 3.0 60 15.0
LEZIONE 9.0 95 130.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2010

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
3 2018 01/10/2018 15/03/2020 STENDARDO LUIGI (Presidente)
SIVIERO LUIGI (Membro Effettivo)
ANTONIADIS STEFANOS (Supplente)
BERTOLAZZI ANGELO (Supplente)
BORIN PAOLO (Supplente)
PALMA VALERIO (Supplente)
REDETTI ENRICO (Supplente)
SPERA RAFFAELE (Supplente)
2 2017 01/10/2017 15/03/2019 STENDARDO LUIGI (Presidente)
SIVIERO LUIGI (Membro Effettivo)
ANTONIADIS STEFANOS (Supplente)
PALMA VALERIO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Per seguire con profitto il corso, è opportuno aver già seguito i corsi obbligatori fino al terzo anno e preferibilmente averne sostenuto gli esami. In particolare, pur non essendo prescritta alcuna propedeuticità, si ritengono indispensabili le conoscenze e le abilità acquisite nei seguenti corsi: Composizione Architettonica e Urbana I e II e Laboratori; Storia dell’Architettura e Storia dell’Architettura contemporanea.
Conoscenze e abilita' da acquisire: L’obiettivo del corso è acquisire conoscenze relative alla teoria, alla tecnica ed agli strumenti per l'analisi, l'interpretazione e la progettazione della città contemporanea. Particolare attenzione viene dedicata alle teorie della progettazione della città in età contemporanea, e alle tecniche compositive inerenti le logiche organizzative, aggregative e formali secondo le quali la città si definisce nei suoi elementi e nelle sue parti o in layers.
Inoltre il corso mira a potenziare capacità trasversali quali l'autonomia di giudizio, le capacità di comunicare e illustrare compiutamente il progetto e i concetti che lo informano, la consapevolezza del proprio ruolo, come professionista competente, in contasti complessi e eterogenei, la cpacità di inquadrare problemi complessi e di affrontarli e controllarli con modalità innovative e non codificate.
Modalita' di esame: L'esame consiste nella discussione critica delle esercitazioni svolte e del tema d'anno, con particolare riferimento alle scelte progettuali, alle metodologie seguite, alla congruenza dei diversi aspetti tecnici e formali. L'esposizione dei fondamenti teorici della disciplina, trattati durante il corso, mira a verificare il livello di conoscenza e il grado di consapevolezza raggiunto dallo studente.
Il lavoro svolto sarà sintetizzato in circa 3÷4 tavole in formato A0 (o equivalente), un plastico in scala 1:500, un elaborato multimediale (power point, video, …).
Oltre alle tradizionali modalità di rappresentazione del progetto, gli studenti saranno incoraggiati a utilizzare tecnologie di comunicazione digitale avanzate.
Criteri di valutazione: La valutazione finale terrà conto dei seguenti parametri:
a) impegno e interesse dimostrati durante l’attività di laboratorio, contributo alla discussione e all’approfondimento degli argomenti;
b) qualità architettonica del progetto finale e verifica della congruenza tra forma, funzione, struttura.
c) capacità di relazionare il proprio agire progettuale alla cultura architettonica contemporanea;
d) capacità di entrare in relazione con la città, utilizzando strumenti architettonici progettuali. In particolare sarà valutata la capacità del progetto sviluppato durante il corso di introdurre trasformazioni controllate nel contesto urbano proposto;
e) capacità di rappresentare compiutamente e efficacemente il progetto, il processo compositivo e le sue ragioni, con gli idonei strumenti grafici e con proprietà di espressione.
Contenuti: La didattica ha come strumento di lavoro, piuttosto che come obiettivo fine a se stesso, il progetto di un’area urbana, della quale lo studente dovrà controllare alle diverse scale il processo di definizione formale.
Oggetto di studio saranno aree periurbane della città di Padova.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'attività del corso è scandita in circa dodici settimane. Ciascuna settimana è caratterizzata da un proprio tema specifico per contenuti e per modalità di svolgimento delle attività.
Ogni tema sarà sviluppato attraverso lezioni frontali, sopralluoghi di studio e approfondimenti progettuali svolti in forma di laboratorio e controllati in ogni fase di sviluppo.
Gli studenti saranno divisi in gruppi, ciascuno dei quali si dedicherà ad un tema progettuale singolo.
Il lavoro è svolto prevalentemente in aula con un ritmo strettamente cadenzato. Sono previste diverse verifiche intermedie da attuarsi attraverso la discussione collegiale degli elaborati grafici prodotti. Momento fondamentale del processo didattico è costituito dalla revisione collettiva delle esercitazioni.
L'articolazione in piccoli gruppi potenzierà abilità quali il team working e il problem solving.
Gli studenti saranno sollecitati a partecipare attivamente alla discussione, a confrontare il proprio lavoro con quello degli altri, a formulare opinioni e a esprimenre giudizi motivati sul lavoro dei colleghi, in modo da potenziare il pensiero critico, la capacità di espressione e la consapevolezza responsabile.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I materiali didattici di supporto all’attività del corso sono costituiti da:
- schede informative e documentarie (contenenti testi, disegni, immagini, riferimenti bibliografici, links a siti internet) relative alle architetture oggetto di studio ed esercitazione
- testi esplicativi delle esercitazioni
- schemi grafici di supporto per lo svolgimento delle esercitazioni
- norme per la redazione degli elaborati grafici sia manuali, sia digitali.
I materiali sono messi a disposizione degli studenti in formato cartaceo e/o digitale in tempo utile per l’inizio ed il corretto svolgimento delle singole esercitazioni.
Testi di riferimento:
  • Aldo Rossi, L'architettura della città. Padova: Marsilio, 1966. Edizione più recente: Quodlibet, Macerata 2011 Cerca nel catalogo
  • Le Corbusier, Maniera di pensare l'urbanistica. Bari: Laterza, 1972. Edizione più recente: Laterza, Roma-Bari 2007 Cerca nel catalogo
  • Rem Koolhaas, Delirious New York. Milano: Electa-Mondadori, 2000. Cerca nel catalogo
  • Rem Koolhaas, Junkspace. Macerata: Quodlibet, 2006. Cerca nel catalogo
  • Gilles Clément, Manifesto del terzo paesaggio. Macerata: Quodlibet, 2005. Cerca nel catalogo
  • Luigi Stendardo, Dalla città per parti alla città per layers, in F. Rispoli (a cura di), La città in estensione nel territorio campano. Roma: Gangemi editore, 2013. Cerca nel catalogo
  • Luigi Stendardo, Forme della città contemporanea. Frammenti di visioni urbane. Melfi: Libria, 2017. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Problem based learning
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Action learning
  • Problem solving
  • Mappe concettuali
  • Art Based methods
  • Flipped classroom
  • Peer feedback
  • Videoriprese realizzate dal docente o dagli studenti
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Peer review tra studenti
  • Portfolio

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Agire per il clima