Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA MECCANICA
Insegnamento
MATERIALI METALLICI
IN05105646, A.A. 2014/15

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2014/15

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INGEGNERIA MECCANICA
IN0518, ordinamento 2011/12, A.A. 2014/15
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese METALLIC MATERIALS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ANDREA ZAMBON ING-IND/21

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative ING-IND/21 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2015
Fine attività didattiche 12/06/2015
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 A.A. 2015/16 01/10/2015 30/11/2016 ZAMBON ANDREA (Presidente)
FERRO PAOLO (Membro Effettivo)
BERNARDO ENRICO (Supplente)
BONOLLO FRANCO (Supplente)
COLOMBO PAOLO (Supplente)
MADDALENA AMEDEO (Supplente)
PAOLUCCI GIAN MARIO (Supplente)
TIMELLI GIULIO (Supplente)
5 anno accademico 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 ZAMBON ANDREA (Presidente)
PAOLUCCI GIAN MARIO (Membro Effettivo)
BERNARDO ENRICO (Supplente)
BONOLLO FRANCO (Supplente)
COLOMBO PAOLO (Supplente)
FERRO PAOLO (Supplente)
MADDALENA AMEDEO (Supplente)
TIMELLI GIULIO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: nessuno
Conoscenze e abilita' da acquisire: Fornire le conoscenze fondamentali sulla composizione, produzione e sui trattamenti termici che consentano la scelta ottimale di un materiale metallico in base alle caratteristiche meccaniche richieste ed alle condizioni di esercizio. Fornire le conoscenze di base sulle possibili cause di cedimento degli organi meccanici.
Modalita' di esame: L'esame si tiene in forma scritta.
La prova consiste in dieci quesiti a quiz con risposta multipla, due esercizi applicativi, una domanda a risposta aperta estesa.
Criteri di valutazione: I quesiti a quiz contribuiscono con 1/30 ciascuno;
i due esercizi applicativi con 5/30 ciascuno;
la domanda a risposta estesa con 10/30.

La sequenza espositiva, la proprietà di linguaggio, la capacità di proporre collegamenti con altri argomenti trattati, collaterali a quello che saraà il tema principale della risposta estesa, verranno valutati ai fini di una eventuale lode.

Viceversa risulterà in un contributo negativo nella valutazione il divagare su argomenti per i quali il candidato provasse una singolare affinità elettiva, qualora trattasse in maniera non esaustiva il tema proposto per detta domanda
Contenuti: Caratteristiche e proprietà dei materiali metallici. Cenni di fisica dei metalli.
Fenomeni metallurgici di particolare interesse applicativo, (fragilità, fatica, scorrimento viscoso, usura). Prove meccaniche (trazione, durezza, resilienza); interpretazione dei risultati, significato e correlazioni.
Diagramma Fe-C. Influenza degli elementi leganti. Elementi ausiliari; elementi nocivi; inclusioni non metalliche. Diagrammi strutturali.Cinetica delle trasformazioni degli acciai: punti critici, velocità di raffreddamento, diagrammi di trasformazione isoterma ed anisoterma dell’austenite, strutture ottenibili. Trattamenti termici di interesse applicativo. Trattamenti termochimici. Tensioni termiche e strutturali. Designazione degli acciai. Tipologie, proprietà, applicazioni e criteri di scelta degli acciai comuni e speciali. Cenni sulle ghise. L’Alluminio e le sue leghe. Il Magnesio e le sue leghe. Il Titanio e le sue leghe. Le superleghe. Le prove non distruttive. Interazione metallo-ambiente. Metodiche di incremento della resistenza a corrosione.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: tipologia delle lezioni: frontale

e' gradita l'interlocuzione con gli studenti che sono sollecitati a proporre eventuali casistiche nelle quali ritenessero di riconoscere gli effetti degli aspetti teorici trattati a lezione

qualche campione ritenuto significativo ed adatto a stimolare le osservazioni da parte degli studenti verra' portato in aula dal docente. Gli studenti, previo accordo e consenso del docente, potranno proporre eventuali campioni di manufatti metallici per valutazioni ragionate relative ad aspetti trattati nel corso.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Gli studenti che non frequentassero, considerino che e' loro cura sostituire le relative ore di didattica frontale con un congruo numero di ore di studio individuale, per condurre il quale si ritiene indicata la consultazione di alcuni testi tra quelli elencati nel campo Testi per Consultazione.

Gli studenti del corso che ne facciano richiesta tramite mail (tramite mail del dominio studenti.unipd.it) verra' inviato materiale didattico, per ciascuno singolarmente PERSONALIZZATO e non cedibile a terzi.
Il materiale, integrativo rispetto ai testi consigliati, contiene argomenti che sono oggetto di lezione ed argomento dei temi proposti per il superamento dell'esame.

Testi per consultazione:
W. Nicodemi, Metallurgia- Principi Generali, Ed. Zanichelli, Bologna; W. Nicodemi, Acciai e Leghe non Ferrose, Ed. Zanichelli, Bologna, 2000; W.D. Callister, Jr., Scienza e Ingegneria dei Materiali - Una Introduzione, EdiSES, Napoli, 2002
Testi di riferimento:
  • G.M. Paolucci, Appunti di Metallurgia: voll. 1, 2 e 3, ed. Libreria Progetto, Padova, Lezioni di Metallurgia: voll. 1, 2 e 3. Padova: Libreria Progetto, 2001. Cerca nel catalogo