Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE STORICHE
Insegnamento
STORIA DEL NOVECENTO
SUP3051760, A.A. 2014/15

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2014/15

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE STORICHE
LE0607, ordinamento 2013/14, A.A. 2014/15
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF THE 20TH CENTURY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GIOVANNI FOCARDI M-STO/04

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Storia generale ed europea M-STO/04 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2014
Fine attività didattiche 24/01/2015
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 Commissione 2018/19 01/12/2018 30/11/2019 FOCARDI GIOVANNI (Presidente)
DA LIO NICOLO' (Membro Effettivo)
5 Commissione 2017/18 01/12/2017 30/11/2018 FOCARDI GIOVANNI (Presidente)
DA LIO NICOLO' (Membro Effettivo)
FUMIAN CARLO (Supplente)
4 Commissione 2016/17 01/12/2016 30/11/2017 FOCARDI GIOVANNI (Presidente)
FUMIAN CARLO (Membro Effettivo)
SERAFINO DAVIDE (Supplente)
3 Commissione 2015/16 01/10/2015 30/11/2016 FOCARDI GIOVANNI (Presidente)
FUMIAN CARLO (Membro Effettivo)
FIORAVANZO MONICA (Supplente)
SERAFINO DAVIDE (Supplente)
2 Commissione 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 FOCARDI GIOVANNI (Presidente)
FUMIAN CARLO (Membro Effettivo)
FIORAVANZO MONICA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Le relazioni pericolose: magistratura e politica da Giolitti a Berlusconi


Una conoscenza approfondita della storia contemporanea; si consiglia di leggere - o di ripassare - il volume di Gabriele Turi, Il nostro mondo, Laterza, 2006.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Saper fare una ricerca bibliografia estesa e completata dalle ricerche in archivio.

Una conoscenza della storia dello Stato italiano, delle sue istituzioni politiche, amministrative e, in particolare, magistratuali.

Grazie allo studio del recente passato, alla fine del corso gli studenti dovrebbero essere in grado di confrontarsi criticamente e con profondità storica con uno dei principali argomenti all'ordine del giorno dell'opinione pubblica europea (giacché pure in altri Stati, tali relazioni sono in primo piano).

Chi ha frequentato dovrebbe disporre di alcune chiavi di lettura e di interpretazione dell’evoluzione e dell’attuale situazione del rapporto tra le magistrature (ordinaria, amministrativa) e la classe politica, in particolare dovrebbe aver assunto una migliore consapevolezza e conoscenza delle origini delle tensioni tra questi 2 poteri dello Stato.
Modalita' di esame: L’esame prevede – per quasi tutti – la stesura di un breve elaborato scritto, sotto forma di relazione; per tutti ci sarà un esame orale sui testi e sui documenti distribuiti.

Per gli studenti stranieri (ad esempio, quelli in Erasmus) sono previste alcune specificità.
Criteri di valutazione: Le prove (scritta e orale) dovranno accertare la conoscenza sia dei testi di base, validi per tutti, che dei materiali assegnati individualmente.

Il voto è espresso in 30esimi; il minimo per superare l’esame è 18/30.
Contenuti: Il corso avrà un andamento seminariale. Questo significa che chi frequenta dovrà studiare settimanalmente una serie di letture per prepararsi agli incontri.

Il corso passerà in rassegna più tipologie di fonti, non soltanto i classici documenti come gli atti parlamentari ma anche quelle audio-visive.

Dopo alcune lezioni introduttive, si analizzeranno una serie di momenti del rapporto magistratura/politica sviluppatisi attraverso i tre regimi politici succedutisi in Italia.
L'andamento del corso sarà cronologico, con alcuni aprofondimenti tematici diacronici.

Alcuni temi, come quello del progressivo inserimento delle donne nei ruoli della magistratura e in politica, saranno sviluppati secondo una prospettiva metodologica di storia delle donne.
Altri ancora saranno affrontati attraverso casi di studio locali, seguendo la lezione della micro storia.

Ci potranno essere seminari tenuti sia da studiosi/e di altre discipline, che da studiosi/e di altri atenei o esterni alle università. Questo per abituare – chi frequenta – al confronto e alla pluralità di saperi, metodologie, approcci, voci.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso avrà un andamento seminariale.
Durante le lezioni saranno distribuiti materiali che chi frequenta dovrà leggere talora prima, tal’altra dopo, i seminari stessi.
Ci sarà una distribuzione di materiali (fotocopie di documenti d’archivio; articoli e saggi da studiare).

Studenti/esse dovrebbero essere in grado di confrontarsi con un ampio ventaglio di fonti, tradizionali e nuove (come quelle digitali), sapere dove andare a cercarle, e come poterle utilizzare in maniera appropriata per la stesura della tesi magistrale in storia contemporanea.

Un forte approccio di interdisciplinarietà sarà dato alle lezioni seminariali, per cui sono necessarie conoscenze elementari del linguaggio giuridico e del diritto.

Si propone altresì di offrire alcuni strumenti critici per una più consapevole analisi e valutazione delle diverse forme di organizzazione di tali apparati pubblici

Studenti/esse acquisiranno così conoscenze specifiche riguardo il funzionamento degli apparati pubblici e matureranno competenze che consentano loro di analizzare e valutare criticamente i diversi modelli di amministrazioni pubbliche e le differenti fasi del complesso rapporto magistratura/politica.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: La bibliografia sarà fornita alla prima lezione.

Alcune lezioni potrebbero tenersi fuori dall’aula, presso istituti di ricerca e archivi padovani.
Per il docente, la frequentazione degli archivi è spesso necessaria (raccomandata, ma non obbligatoria) per completare una ricerca storica originale e di livello idoneo a una tesi magistrale.

Chi non frequenta dovrà concordare - con un congruo anticipo - col docente un programma alternativo che prevederà una serie di letture estese.

Non si è convinti che le ore di studio indicate nelle tabelle ministeriali siano congrue a questo livello di insegnamento.
Il docente ritiene che studenti e studentesse non siano come i polli in batteria e che ciascuno abbia bisogno di suoi personali, e differenti, tempi di apprendimento.
Testi di riferimento: