Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
CONSULENTE DEL LAVORO
Insegnamento
DIRITTO DEL LAVORO (AVANZATO) E DIRITTO SINDACALE (C.I.)
GIP4068168, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2014/15

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
CONSULENTE DEL LAVORO
GI0269, ordinamento 2008/09, A.A. 2016/17
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese LABOUR LAW (ADVANCED) AND TRADE UNION LAW (C.I.)
Sito della struttura didattica http://www.giurisprudenza.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Privato e Critica del Diritto (DDPCD)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile BARBARA DE MOZZI IUS/07

Moduli che appartengono al corso integrato
Codice Insegnamento Responsabile
GIP4068169 DIRITTO DEL LAVORO (AVANZATO) (MOD. A) MARCO TREMOLADA
GIP4068170 DIRITTO SINDACALE (MOD. B) BARBARA DE MOZZI

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione  
Anno di corso  

Calendario
Inizio attività didattiche 26/09/2016
Fine attività didattiche 16/06/2017
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 A.A. 2018/19 18/10/2018 30/09/2019 PASQUALETTO ELENA (Presidente)
DE MOZZI BARBARA (Membro Effettivo)
TREMOLADA MARCO (Membro Effettivo)
CORSO IRENE (Supplente)
DE LUCA GIULIO (Supplente)
PISTORE GIOVANNA (Supplente)
RAMPAZZO ANGELA (Supplente)
SALVALAIO MANUELA (Supplente)
4 A.A. 2017/18 25/01/2018 30/09/2018 PASQUALETTO ELENA (Presidente)
DE MOZZI BARBARA (Membro Effettivo)
TREMOLADA MARCO (Membro Effettivo)
CORSO IRENE (Supplente)
DE LUCA GIULIO (Supplente)
PISTORE GIOVANNA (Supplente)
RAMPAZZO ANGELA (Supplente)
SALVALAIO MANUELA (Supplente)
3 A.A. 2017/18 09/01/2018 24/01/2018 PASQUALETTO ELENA (Presidente)
DE MOZZI BARBARA (Membro Effettivo)
TREMOLADA MARCO (Membro Effettivo)
CORSO IRENE (Supplente)
PISTORE GIOVANNA (Supplente)
RAMPAZZO ANGELA (Supplente)
SALVALAIO MANUELA (Supplente)
2 A.A. 2017/18 02/10/2017 08/01/2018 PASQUALETTO ELENA (Presidente)
DE MOZZI BARBARA (Membro Effettivo)
TREMOLADA MARCO (Membro Effettivo)
CORSO IRENE (Supplente)
RAMPAZZO ANGELA (Supplente)
SALVALAIO MANUELA (Supplente)
1 A.A. 2016/17 03/10/2016 30/09/2017 DE MOZZI BARBARA (Presidente)
PASQUALETTO ELENA (Membro Effettivo)
TREMOLADA MARCO (Membro Effettivo)
RAMPAZZO ANGELA (Supplente)
SALVALAIO MANUELA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Per l'intero corso integrato del Corso di Laurea in Consulente del lavoro e per i singoli insegnamenti di Diritto del lavoro (Avanzato) e di Diritto sindacale del Corso di Laurea Magistrale in giurisprudenza è propedeutico l'esame di Diritto del lavoro.

Lo studente dovrà possedere il corredo di nozioni di base oggetto dell'insegnamento di Diritto del lavoro e di quello di Istituzioni di diritto privato, con particolare riguardo agli istituti dell' obbligazione e del contratto
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente dovrà acquisire non solo le nozioni attinenti alle materie oggetto del corso integrato, ma anche la capacità di mettere in relazione gli istituti e di farne applicazione al fine dell' impostazione e risoluzione di casi concreti. Inoltre dovrà acquisire la capacità di impiegare correttamente i criteri che presiedono alla interpretazione delle norme di diritto oggettivo, di quelle della contrattazione collettiva e dei contratti individuali di lavoro.
Modalita' di esame: L'esame consiste in un colloquio che dovrà essere sostenuto separatamente per entrambe le materie oggetto del corso integrato, con verbalizzazione in sede di perfezionamento della prova complessiva.
Lo studente che abbia sostenuto con esito positivo la verifica relativa a una delle due materie deve sostenere la prova relativa all'altra entro il termine di decadenza di un anno solare dalla data della detta verifica.
Criteri di valutazione: La valutazione dell'esito dell'esame terrà conto della conoscenza delle nozioni fondamentali della materia, della capacità dello studente di mettere in relazione istituti diversi e di qualificare fattispecie concrete relative a casi semplici che la pratica presenta.
Si terrà conto anche della partecipazione attiva alle lezioni.