Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
STORIA DELLE DOTTRINE POLITICHE
GIN1031845, A.A. 2015/16

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2014)
GI0270, ordinamento 2014/15, A.A. 2015/16
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE DI PADOVA [999PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF POLITICAL DOCTRINE
Sito della struttura didattica http://www.giurisprudenza.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARTA FERRONATO SPS/02

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SP11108584 STORIA DELLE DOTTRINE POLITICHE MARTA FERRONATO SP1843

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare SPS/02 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/03/2016
Fine attività didattiche 04/06/2016
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Si presuppone una conoscenza di base della storia antica, medievale e moderna.
Conoscenze e abilita' da acquisire: a. Padronanza del lessico e dei concetti-base della disciplina.
b. Conoscenza delle correnti e degli autori inclusi nel programma.
c. Capacità di presentare la biografia e le dottrine dei singoli pensatori, collocati nel proprio contesto storico, argomentando criticamente.
Modalita' di esame: La prova d'esame consiste in un colloquio orale individuale: al candidato verrà richiesto di presentare il pensiero di uno o più autori previsti nel programmma, collocandolo adeguatamente nel contesto storico di riferimento. Saranno proposte, altresì, domande volte a saggiare l'apprendimento e la comprensione di nozioni e concetti puntuali.
Criteri di valutazione: La valutazione è espressa in trentesimi, in un intervallo di punti tra 18 e 30.
Sarà apprezzata la capacità di presentare diffusamente, analiticamente e criticamente le dottrine degli autori in programma.
Per ottenere la sufficienza (18/30) è necessario che lo studente sia in grado di rispondere in modo chiaro e sintetico a tutte le domande che gli vengono rivolte. Non viene considerata superata la prova in cui manchi una conoscenza di base dei principali autori.
Contenuti: La storia delle dottrine politiche si occupa delle riflessioni condotte nel passato da vari pensatori intorno ai problemi sollevati dalla vita dell'uomo in società, e assume come suo problema primario il potere politico; essa ha, quindi, un carattere diacronico.
Costituiscono oggetto dell'insegnamento le correnti e gli autori più significativi della storia del pensiero politico, muovendo dalle origini della riflessione sulla vita politica presso gli antichi greci. Dopo un'introduzione volta a chiarire lo statuto della disciplina, i principali autori, le correnti e i temi trattati a lezione saranno: Platone; Aristotele; cristianesimo e politica; Agostino d’Ippona; Tommaso d’Aquino; Marsilio da Padova; Thomas More; Machiavelli; Bodin; il pensiero politico della riforma protestante; Hobbes, Locke; Rousseau; Montesquieu; il pensiero politico dell'illuminismo; Kant; Rosmini; Tocqueville; Proudhon; Marx; Weber.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si svolge secondo la modalità tradizionale: lezioni frontali supportate ora da lettura di brani antologici, ora da presentazione PPT. Sono previsti momenti di discussione.
Se possibile, saranno organizzate conferenze tenute da studiosi dei temi oggetto del corso.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: - Saranno messi a disposizione degli studenti frequentanti, nella piattaforma e-learning, brani tratti dai testi degli autori presentati a lezione e altro materiale utile per la preparazione della prova d'esame.
- Ogni studente (segua o meno le lezioni del corso) leggerà una a scelta tra le seguenti opere (l'edizione è indifferente, purché integrale):
Platone, "La Repubblica";
Aristotele, "La Politica";
Locke, "Il secondo trattato sul Governo";
Rousseau, "Il contratto sociale",
Rosmini, "La costituzione secondo la giustizia sociale. Sull'Unità d'Italia", Sodalitas, Stresa;
Weber, "La scienza come professione. La politica come professione".


- Gli studenti che non frequenteranno le lezioni del corso prepareranno il programma sui manuali inclusi nella sezione "testi di riferimento" (D'Addio e Andreatta-Baldini, i capitoli indicati).

N.B.: Gli studenti iscritti al corso di LM in Giurisprudenza (6 CFU) faranno riferimento agli stessi libri di testo, dei quali prenderanno in considerazione i capitoli qui indicato:
D'Addio: capp. 6, 9, 10, 11 (escluso par. 9), 23, 27, 28, 30, 31.
Andreatta-Baldini: capp. 2, 8, 10, 12, 13, 14, 17.
Testi di riferimento:
  • M. D'Addio, Storia delle dottrine politiche. Genova: Ecig, 2002. I seguenti capitoli: 2, 3, 4, 6, 7, 8, 9 (da p. 109), 10, 11 (escluso par. 9), 27, 28, 30, 31. Cerca nel catalogo
  • A. Andreatta A. E. Baldini, Il pensiero politico dell'età moderna. Torino: UTET, 2008. i seguenti capitoli: 2, 3, 8, 10, 12, 13, 14, 15, 16, 17. Cerca nel catalogo