Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
STORIA DEL DIRITTO DI FAMIGLIA
GIP5070740, A.A. 2015/16

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2014)
GI0270, ordinamento 2014/15, A.A. 2015/16
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE DI PADOVA [999PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF FAMILY LAW
Sito della struttura didattica http://www.giurisprudenza.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/giurisprudenza/course/view.php?idnumber=2015-GI0270-999PD-2015-GIP5070740-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile CHIARA MARIA VALSECCHI IUS/19

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
GIP5070740 STORIA DEL DIRITTO DI FAMIGLIA CHIARA MARIA VALSECCHI GI0270

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare IUS/19 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/03/2016
Fine attività didattiche 04/06/2016
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
4 A.A. 2018/19 sede di Padova 11/10/2018 30/09/2019 VALSECCHI CHIARA MARIA (Presidente)
CARCERERI DE PRATI CLAUDIO (Membro Effettivo)
GASPARINI SILVIA (Membro Effettivo)
FAMELI ENRICO (Supplente)
PASSARELLA CLAUDIA (Supplente)
VOLANTE RAFFAELE (Supplente)
3 A.A. 2017/18 sede di Padova 02/10/2017 30/09/2018 VALSECCHI CHIARA MARIA (Presidente)
CARCERERI DE PRATI CLAUDIO (Membro Effettivo)
GASPARINI SILVIA (Membro Effettivo)
FAMELI ENRICO (Supplente)
PASSARELLA CLAUDIA (Supplente)
2 A.A. 2015/16 sede di Padova 19/09/2016 30/09/2016 GASPARINI SILVIA (Presidente)
CARCERERI DE PRATI CLAUDIO (Membro Effettivo)
PASSARELLA CLAUDIA (Membro Effettivo)
FAMELI ENRICO (Supplente)
1 A.A. 2015/16 sede di Padova 01/10/2015 30/09/2016 VALSECCHI CHIARA MARIA (Presidente)
CARCERERI DE PRATI CLAUDIO (Membro Effettivo)
GASPARINI SILVIA (Membro Effettivo)
FAMELI ENRICO (Supplente)
PASSARELLA CLAUDIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: E' propedeutico l'esame di Storia del diritto medievale e moderno.
Per seguire con profitto il corso di storia del diritto di famiglia sono necessarie le conoscenze di storia giuridica acquisite attraverso il corso di Storia del diritto medievale e moderno, nonché le fondamentali nozioni privatistiche sul diritto delle persone, acquisite negli esami di Istituzioni di diritto privato
Conoscenze e abilita' da acquisire: Alla luce delle nozioni già acquisite sul diritto attuale delle persone, nonché sullo sviluppo del sistema giuridico europeo dal medioevo ai giorni nostri, lo studente può approfondire la propria conoscenza sull’evoluzione storica dei fondamentali istituti del diritto di famiglia quali matrimonio, paternità e filiazione, nelle diverse tipologie e figure storicamente attestate dall’età medievale fino alle recenti riforme dell’ultimo trentennio del Novecento.
La più precisa conoscenza degli antecedenti storici, lo studente sarà anche in grado di acquisire preziosi strumenti critici per una migliore comprensione e valutazione dell’attuale disciplina delle istituzioni familiari.
Attraverso l’analisi delle fonti legislative, dottrinali e giurisprudenziali, in parte guidata dalla docente, ed in parte da sviluppare autonomamente, lo studente potrà anche consolidare la propria autonomia di giudizio nell’ analisi storico-giuridica ed al contempo nella valutazione critica dei problemi giuridici attuali. Con l’esposizione scritta od orale del proprio approfondimento, lo studente potrà anche migliorare la propria capacità comunicativa dei concetti e dei contenuti tecnici del diritto.
Modalita' di esame: L’esame si svolge tramite colloquio orale.
Per gli studenti frequentanti è prevista la preparazione di un approfondimento su di un tema a scelta dello studente, da esporsi in forma orale o tramite la redazione di tesina scritta
Criteri di valutazione: Nel valutare la preparazione dello studente si terrà conto principalmente:
- delle nozioni acquisite circa la periodizzazione storica, l’evoluzione ed i contenuti del pensiero giuridico e delle istituzioni;
- della capacità di analisi critica e di ragionamento nell’individuare gli snodi essenziali del percorso storico ed i contenuti degli istituti giuridici studiati;
- dell’adeguatezza del linguaggio tecnico-giuridico usato nell’esposizione .

per gli studenti frequentanti si terrà conto anche:
- della capacità di ricerca autonoma e di analisi del materiale bibliografico nella redazione della tesina o nella predisposizione dell’approfondimento e dell’ adeguatezza della forma usata nella stesura scritta o nell’esposizione orale.
Contenuti: Il corso prevede lo studio delle istituzioni familiari e della relativa disciplina e giuridica, nonché del loro funzionamento nella prassi, a partire dall’età altomedievale e fino alla legislazione nazionale italiana del Novecento, secondo il seguente svolgimento:
1.Introduzione. Agli albori della civiltà europea. La famiglia nell’alto medioevo
2.L'età bassomedievale.
a. Le strutture familiari
b. Il matrimonio in età medievale: nozione e problemi giuridici (libertà per l’individuo o interesse collettivo della famiglia?)
c. La struttura economica della famiglia: patrimonio e dote
d. La Patria potestà
e. Le diverse figure di filiazione
f. Cenni alla disciplina delle successioni
3. L’età moderna
a. Il matrimonio in età moderna dopo la Riforma e il Concilio di Trento
b. L’economia familiare: tra sfarzo ostentato e drammi nascosti
c. padri e figli: uno scontro generazionale
4.Verso il cambiamento: nuovi valori e nuovi scenari tra Sette e Ottocento
a. Il XVIII secolo: la famiglia secondo l’Illuminismo
b. La svolta della rivoluzione francese: dal matrimonio civile al divorzio, dalla fine del potere paterno alla (teorica?) uguaglianza dei figli
c. La famiglia nel code civil napoleonico del 1804
5. La famiglia nel diritto e nella prassi italiana tra Otto e Novecento
a. i codici italiani della Restaurazione
b. Il codice civile unitario del 1865, tra conservazione e grandi novità (il matrimonio civile, la condizione della donna, i diritti dei figli naturali e la ricerca della paternità)
b. gli anni di vigenza del codice: La rivoluzione industriale, la fine del XIX secolo e i primi del nuovo secolo fino all’avvento del fascismo
c. Il fascismo e la nuova codificazione: quale idea di famiglia, quale ruolo per la donna, quali diritti per i figli?
d. Il secondo dopoguerra e i nuovi principi della costituzione repubblicana (in particolare quale nozione di matrimonio e di famiglia nella carta costituzionale)
e. Gli anni 60/70: gli interventi della Corte costituzionale, la legge sul divorzio del 1970, la riforma del 1975
5. Dal passato al futuro. Cenni agli sviluppi più recenti degli istituti familiari.
All’esposizione svolta in termini più generali, si aggiungeranno letture delle fonti e approfondimenti su aspetti specifici, anche sulla base degli interessi manifestati dagli studenti.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si svolge in forma seminariale, sia con lezioni frontali, sia con la partecipazione attiva dello studente.
Sono previste, in particolare, letture storico-critiche, individuali e comuni, delle fonti legislative, dottrinali e giurisprudenziali, nonché approfondimenti condotti dagli studenti su singoli istituti o temi oggetto del corso, concordati con la docente, anche su suggerimento degli studenti stessi, in base ai loro interessi.
Tali approfondimenti potranno poi essere presentati nella forma di tesina o discussi oralmente, alla presenza dei compagni di studi, durante il corso.

Ogni cfu corrisponde a un carico didattico di 8 ore di attività frontale.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I testi di riferimento indicati potranno essere sostituiti, nel caso di pubblicazione di altre opere più aggiornate sulla materia. Si consiglia di verificarlo prima dell'eventuale acquisto, anche contattando la docente
Per gli studenti frequentanti materiali e testi di studio saranno forniti ed indicati a lezione.
In particolare lo studio sui testi potrà essere integrato ed in parte sostituito da letture di approfondimento da esporre oralmente o tramite tesine scritte, su temi oggetto del corso, concordati tra studente e docente.
Testi di riferimento:
  • Giulio Vismara, Scritti di storia giuridica. 5. La famiglia. Milano: Giuffrè, 1988. I testi di riferimento indicati potranno essere sostituiti, nel caso di pubblicazione di altre opere più aggiornate sulla materia. Cerca nel catalogo
  • Maria Gigliola di Renzo Villata, La famiglia, in Enciclopedia Italiana. Eredità del Novecento. Roma: Istituto dell'Enciclopedia Italiana Treccani, 2001. I testi di riferimento indicati potranno essere sostituiti, nel caso di pubblicazione di altre opere più aggiornate sulla materia