Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
DIRITTO PROCESSUALE CIVILE
GIN1031732, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2014)
GI0270, ordinamento 2014/15, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE DI TREVISO [999TV]
Crediti formativi 15.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CIVIL PROCEDURE
Sito della struttura didattica http://www.giurisprudenza.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede TREVISO
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARCELLA NEGRI IUS/15

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare IUS/15 1.0
CARATTERIZZANTE Processualcivilistico IUS/15 14.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso IV Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 15.0 120 255.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 28/06/2019

Syllabus
Prerequisiti: Sono propedeutici gli esami di Istituzioni di diritto privato 1 e Diritto Costituzionale. Per la migliore comprensione dei temi trattati nell’ambito del corso, si richiede la padronanza delle nozioni fondamentali del diritto civile, con particolare riguardo al campo delle obbligazioni e dei contratti
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso mira a trasmettere una conoscenza critica dei principi, delle strutture fondamentali e dei lineamenti istituzionali della disciplina del processo civile ed a fornire allo studente le metodologie argomentative indispensabili per comprendere l'applicazione delle norme sostanziali civili nei vari tipi di processi e, così, la dimensione dinamica e "rimediale" del diritto civile.
Obiettivo del corso è fornire gli strumenti teorico-pratici fondamentali necessari per la formazione di un professionista del diritto in grado di affrontare in autonomia l’analisi e la valutazione critica delle questioni poste dalla applicazione delle norme processuali civili per la tutela giurisdizionale dei diritti in vista della risoluzione di problemi giuridici concreti.
Modalita' di esame: Prova orale.
Gli studenti (frequentanti e non frequentanti), possono scegliere tra: sostenere l’esame in una unica prova, al termine del corso annuale; oppure, in alternativa, sostenere una prova parziale, relativa alla prima parte del programma, al termine del primo semestre di lezioni.
La prova parziale sulla prima parte del programma verte, in sintesi, sui seguenti temi (corrispondenti a quelli trattati nel volume primo del testo consigliato): la domanda giudiziale; l'oggetto del giudizio; tipi di sentenze; la cosa giudicata formale e sostanziale; i presupposti processuali; gli effetti sostanziali della domanda giudiziale; lineamenti istituzionali del processo di esecuzione, dei procedimenti speciali e cautelari; l’organo giudiziario e gli atti processuali.
Il voto finale viene espresso come media dei voti ottenuti nelle due prove parziali
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione con cui verrà effettuata la verifica delle conoscenze e delle abilità acquisite sono i seguenti:
1. padronanza delle nozioni fondamentali del diritto processuale civile
2. capacità espressiva, chiarezza espositiva e coerenza logica dell'argomentazione
3. padronanza delle metodologie argomentative indispensabili per l'applicazione delle norme sostanziali civili nei vari tipi di processi e per la soluzione di questioni processuali
Contenuti: Il programma del corso è in sintesi il seguente:
Le fonti del diritto processuale civile; principi costituzionali in materia processuale; la tutela giurisdizionale dei diritti e il principio della domanda; cenni alla giurisdizione volontaria; la tutela di mero accertamento; la giurisdizione costitutiva; l’azione di condanna; la cosa giudicata sostanziale ed i suoi limiti oggettivi, soggettivi, cronologici; elementi individuatori della domanda giudiziale; l’eccezione di merito; il principio dell’onere della prova; la connessione e l’ampliamento dell’oggetto del giudizio.
La decisione di merito e le sue condizioni: presupposti processuali e condizioni del diritto di azione; competenza; litispendenza e continenza; giurisdizione; regolamento di competenza e regolamento di giurisdizione; arbitrato rituale e arbitrato libero; capacità di essere parte e capacità processuale; rappresentanza processuale; legittimazione ad agire; sostituzione processuale ed ipotesi affini; interesse ad agire.
Le azioni sommarie non cautelari; le azioni cautelari e il procedimento cautelare uniforme. La tutela esecutiva e le parentesi cognitive di opposizione. Il giudice: indipendenza, costituzione, responsabilità civile; il pubblico ministero, gli ausiliari del giudice e i difensori delle parti; la condanna alle spese e la responsabilità processuale; gli atti processuali e i provvedimenti del giudice: le comunicazioni e le notificazioni; le nullità degli atti e dei termini.
Il processo complesso e con pluralità di parti: il litisconsorzio facoltativo; gli interventi volontari; la chiamata in causa per iniziativa di parte e per ordine del giudice; l’estromissione; il litisconsorzio necessario; la successione nel processo; la successione a titolo particolare nel diritto controverso; il litisconsorzio nelle fasi di impugnazione.
Il rito ordinario di cognizione di primo grado; gli strumenti alternativi di risoluzione delle controversie (mediazione e negoziazione assistita); l’introduzione della causa; la trattazione della causa; la fase decisoria; estinzione del processo cessazione della materia del contendere e conciliazione giudiziale; sospensione e interruzione del processo; le prove e l’istruzione probatoria; i singoli mezzi di prova. Il procedimento sommario di cognizione. Le impugnazioni delle sentenze: disciplina generale delle impugnazioni; giudizio di appello; ricorso per cassazione; giudizio di rinvio dopo la cassazione; revocazione; opposizione di terzo alle sentenze.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali in aula ed eventuali esercitazioni e seminari di approfondimento
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Ove necessario, le principali sentenze analizzate nell’ambito del corso, nonché i materiali relativi ad eventuali esercitazioni saranno resi disponibili tramite la piattaforma Moodle.
Lo studente può inoltre utilmente consultare, nella cd. Appendice on line al testo di riferimento (reperibile accedendo al sito dell’Editore), un utile repertorio di Questioni, che propongono esercizi di “clinica processuale”.
Si rammenta che è essenziale affiancare al materiale didattico consigliato la consultazione assidua di un testo il più possibile aggiornato del codice di procedura civile (unitamente al codice civile ed alla Costituzione).
Testi di riferimento:
  • Consolo, Claudio, Spiegazioni di diritto processuale civile, voll. I e II. Torino: Giappichelli, --. Sono esclusi i capitoli: 9-10-11-12-13 della sezione sesta.