Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
Insegnamento
COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA E URBANA 2 E LABORATORIO
INO2045801, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
IN0533, ordinamento 2010/11, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 12.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ARCHITECTURAL AND URBAN COMPOSITION 2 AND LABORATORY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (ICEA)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dicea/course/view.php?idnumber=2018-IN0533-000ZZ-2015-INO2045801-N0
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA

Docenti
Responsabile ENRICO PIETROGRANDE ICAR/14

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Progettazione architettonica e urbana ICAR/14 12.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso IV Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 12.0 155 145.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2010

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 2018 01/10/2018 15/03/2020 PIETROGRANDE ENRICO (Presidente)
DALLA CANEVA ALESSANDRO (Membro Effettivo)
BRESSAN MINO (Supplente)
RABACCHIN ADRIANO (Supplente)
RAMPAZZO CRISTINA (Supplente)
6 2017 01/10/2017 15/03/2019 PIETROGRANDE ENRICO (Presidente)
DALLA CANEVA ALESSANDRO (Membro Effettivo)
RABACCHIN ADRIANO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Principali contenuti della storia dell'architettura, con riferimento ai principali periodi in cui movimenti e tendenze hanno prodotto discontinuità rispetto alle epoche precedenti. Conoscenza, in particolare, dei più importanti interpreti e delle più rilevanti opere che hanno caratterizzato il secolo XX, dalle avanguardie di inizio Novecento al secondo dopoguerra.
Padronanza delle tecniche elementari di rappresentazione, proiezioni ortogonali e assonometrie. Capacità di leggere e comprendere i disegni di un progetto, piante, prospetti, sezioni.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di condurre gli studenti verso una approfondita esperienza teorica e pratica della progettazione architettonica, considerando gli aspetti sia specifici che collaterali di questa disciplina, nonché i rapporti con le altre discipline. Nell'approccio integrale al progetto, il progettista architettonico è anche coordinatore della altre attività di pianificazione specialistica. Al termine dell'esperienza gli studenti dovranno dimostrare la padronanza di tutte le opzioni (tipologiche, tecnologiche, strutturali, sistemiche) e dovranno condurle tutte a un unico significato, rilevante e coerente.
In sintesi, va acquisita la capacità di verificare, attraverso un’esperienza progettuale, i caratteri compositivi di un manufatto architettonico.
Modalita' di esame: L'esame si svolgerà in due parti. La prima verterà sulla materia trattata durante le lezioni frontali. Riguarderà un certo numero di edifici ritenuti significativi dalla docenza, appartenenti ad un elenco condiviso a fine corso. Verrà richiesto allo studente di rappresentare graficamente, in pianta e sezione, la concatenazione degli spazi che compongono gli organismi edilizi su cui si incentra la verifica.
La seconda parte dell'esame riguarderà i progetti elaborati dagli studenti durante il corso. Si tratta di elaborati relativi a tessuti edilizi degradati e/o dismessi per i quali devono essere formulate delle proposte di rivitalizzazione. I progetti vengono sviluppati in gruppi di due allievi. Questa parte dell'esame consisterà in un colloquio durante il quale verranno esposte i più significativi aspetti delle proposte progettuali.
Criteri di valutazione: Rispetto alla prima fase dell'esame, viene verificata la chiarezza con cui l'allievo espone graficamente piante e sezioni del tema edizio richiesto, la padronanza dell'esposizione che accompagna la rappresentazione, la capacità di dare risposte alle domande rivolte atte a verificare il livello di conoscenza dell'argomento.
Nella seconda fase si verifica la qualità della soluzione progettuale presentata, considerando innanzitutto la correttezza dell'espressione grafica nei disegni e dell'esecuzione pratica negli eventuali modelli richiesti. Viene poi considerata l'efficacia della proposta di progetto rispetto ai temi della salvaguardia e della valorizzazione del contesto e della efficacia in merito ai problemi evidenziati dal contesto stesso. Viene anche tenuto conto della continuità dell'impegno dimostrata durante le diverse fasi dello svolgimento del progetto nei mesi in cui il corso si è sviluppato.
In entrambe le parti dell'esame, la valutazione si attiene strettamente ad un criterio comparativo tra le prove offerte dagli studenti.
Contenuti: Il progetto architettonico come sintesi espressiva di risorse (linguaggio), vincoli (contesto), obiettivi (utente). Il segno grafico e la sua rispondenza logica con la realtà. Leggibilità, complessità e semplicità, simmetria e asimmetria nella definizione della forma. Classico e anticlassico, natura e geometria.
Il reticolo modulare. Vero e falso nella storicità della conversione funzionale e nell’inserimento del nuovo nell’esistente (integrazioni, ampliamenti). Nuova architettura in contesto urbano di pregio storico. Morfologia urbana e tipologia edilizia.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si compone di tre parti: lezioni frontali, esercitazione e laboratorio. Nelle lezioni frontali viene posta l’attenzione sugli aspetti del progetto attraverso lo studio di alcune opere esemplari selezionale nella produzione contemporanea. Nell’ambito dell’esercitazione sono approfondite le caratteristiche del contesto urbano di valenza storica individuato ai fini dell’attività del laboratorio di progetto con cui il corso si conclude: l'area di studio viene approfondita con sopralluoghi e incontri con abitanti e responsabili a vario titolo.
Nella terza parte viene sviluppato un progetto attraverso incontri settimanali e verifiche dell'avanzamento dello stesso in vista degli appelli d'esame a conclusione del corso.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per quanto riguarda la parte frontale, si ritiene che gli appunti dalle lezioni siano particolarmente utili. Vengono considerate comunque opere di architettura relativamente note, di cui non è generalmente difficile rintracciare nelle pubblicazioni a stampa o nel web i disegni di pianta e le sezioni su cui verte il colloquio finale. Materiale integrativo viene inoltre fornito per i casi di studio di non immediata reperibilità.
Riguardo alla parte del corso consistente nell'eleborazione di un progetto in area urbana di valenza storico-ambientale si consiglia la consultazione di riviste di architettura, monografie di architettura, siti web qualificati.
Testi di riferimento:
  • Pietrogrande, Enrico; Rabacchin, Adriano; Dalla Caneva Adriano, Plans for the historic centre of Padua, Italy. Issues with urban morphology. Roma: Officina, 2014. Cerca nel catalogo
  • Zumthor, Peter, Atmosfere. Milano: Electa, 2007. Cerca nel catalogo
  • Pawson, John, MinimumJohn Pawson. London: Phaidon, 2006. Cerca nel catalogo
  • Adam Caruso, Peter St John, Almost Everything. Barcelona: Ediciones Polígrafa, 2008.
  • Peter Alison (ed.), David Adjaye output. Tokyo: TOTO, 2001. Cerca nel catalogo
  • Zumthor, Peter, Pensare architettura. Milano: Electa, 2004. Cerca nel catalogo
  • Tessenow, Heinrich (a cura di Giorgio Grassi), Osservazioni elementari sul costruire. Milano: F. Angeli, 1995. Cerca nel catalogo
  • Rossi, Aldo, L'architettura della citta. Padova: Marsilio, 1966. Cerca nel catalogo
  • Bertoni, Franco, Architettura minimalista. Firenze: La biblioteca, 2002. Cerca nel catalogo
  • Ahlin, Janne, Sigurd Lewerentz, architect: 1885-1975. Zurich: Park books, 2014. Cerca nel catalogo
  • Zanco, Federica, Luis Barragan: the quiet revolution. Milano: Skyra, 2001. Cerca nel catalogo
  • Loos, Adolf, Parole nel vuoto. Milano: Adelphi, 1984. Cerca nel catalogo
  • Aymonino, Carlo (e altri), La città di Padova. Saggio di analisi urbana. Roma: Officina Edizioni, 1970. Cerca nel catalogo