Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
MEDICINA E CHIRURGIA
Insegnamento
MEDICINA DEL LAVORO (MOD. MLSP) (Logistica Padova)
MEP5072559, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 6 anni in
MEDICINA E CHIRURGIA (Ord. 2015)
ME1727, ordinamento 2015/16, A.A. 2019/20
Sf0101
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 4.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese OCCUPATIONAL MEDICINE (MOD. MLSP)
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina (DIMED)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile MARIA LUISA SCAPELLATO MED/44

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
MEP5072558 MEDICINA LEGALE, SANITA' PUBBLICA E DEGLI AMBIENTI DI LAVORO (C.I.) VINCENZO BALDO

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
MEP5072559 MEDICINA DEL LAVORO (MOD. MLSP) (Logistica Padova) MARIA LUISA SCAPELLATO ME1726

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Medicina e sanità pubblica e degli ambienti di lavoro e scienze medico legali MED/44 4.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso V Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
ATTIVITÀ DIDATTICHE A PICCOLI GRUPPI 0.0 16 0.0
LEZIONE 4.0 32 68.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2015

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Il Corso di Studio non prevede propedeuticità.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenze: Il corso si propone di fornire la conoscenza: dei principi generali ed i modelli degli studi epidemiologici, i fattori di rischio delle più importanti e frequenti patologie infettive e cronico-degenerative; dei principali metodi di prevenzione generale e specifica, con particolare riferimento alla prevenzione vaccinale. Nonché conoscenze relative a funzionamento, gestione, programmazione dei Servizi che erogano prestazioni sanitarie di prevenzione, cura e riabilitazione.
Conoscere i principali tossici industriali ed i fattori di rischio professionale. Conoscere la patogenesi delle principali malattie professionali o correlate al lavoro.
Conoscenza dei riferimenti utili ad operare nel rispetto delle norme giuridiche e deontologiche che regolano la professione medica, in una visione positiva della responsabilità.
Abilità: lo studente dovrà acquisire la capacità nonché l’abilità: di analizzare le condizioni di salute, i fattori di rischio ed i fattori protettivi a livello individuale e collettivo; di organizzare e descrivere studi epidemiologici ed essere in grado di eseguire calcoli per la valutazione del rischio. Il discente dovrà inoltre saper individuare ed attuare le più opportune misure di prevenzione primaria e secondaria e essere in grado di assumere decisioni sui più appropriati interventi atti a controllare ed a prevenire le malattie nei confronti dei singoli e delle collettività. Saper operare scelte fra interventi sanitari alternativi utilizzano strumenti per la valutazione di efficacia, efficienza ed equità. Infine saper eseguire una corretta anamnesi vaccinale, fornire adeguato counseling vaccinale e porre indicazione alla somministrazione di vaccini secondo il calendario vaccinale vigente.
Capacità formulare un sospetto diagnostico per le principali malattie professionali o correlate al lavoro e di applicare i principi per la protezione della salute sul posto di lavoro.
Capacità nell’operato professionale di agire nel rispetto delle norme giuridiche e deontologiche che regolano la professione medica, in una visione positiva della responsabilità.
Modalita' di esame: L'esame si svolgerà in forma orale con discussione di due o più delle tematiche affrontate durante le lezioni. Nello specifico verrà chiesto allo studente di aver acquisito le conoscenze fornite dal corso e saperle argomentare.
Criteri di valutazione: Verrà valutata:
1) la conoscenza degli argomenti trattati nel corso;
2) la conoscenza e la comprensione dei concetti e dei metodi proposti
3) la capacità di applicare tali conoscenze in modo autonomo e consapevole
3) le abilità logico-argomentative, ovvero la pertinenza delle risposte rispetto alle domande; la capacità di ‘costruire un proprio discorso critico pertinente, chiaro, efficace e personale.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: MEDICINA DEL LAVORO: Cenni normativi e D.Lgs 81/08; Documento di valutazione dei rischi. Sorveglianza sanitaria e medico competente. Giudizio di idoneità alla mansione specifica. Ricorso avverso il giudizio di idoneità. Visita collegiale ex art. 5 L.300/70. Malattie professionali tabellate e malattie per le quali vige l’obbligo di denuncia; primo certificato di MP. Invalidità civile e invalidità INAIL; L.68/99 e L.104/92; collocamento obbligatorio. Low back pain e movimentazione manuale dei carichi; metodo NIOSH. Sovraccarico biomeccanico degli arti superiori; metodo e checklist OCRA . Vibrazioni e rumore. Audiometria: esecuzione ed interpretazione del tracciato. Rischio biologico. Rischio chimico. Allergopatie respiratorie e cutanee. Spirometria e patch test. Esecuzione ed interpretazione dei risultati. Misure di prevenzione collettive e individuali. DPI. Stress lavoro correlato e mobbing. Sportelli di ascolto.
METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE PER LA TUTELA DEI LAVORATORI: Ambito di intervento dell’assistente sanitario nella prevenzione e protezione: servizi che si occupano di sicurezza sul lavoro, destinatari ai quali sono rivolti gli interventi, istituzioni di tutela e rapporti con le stesse, Analisi delle attività dell’A.S. nei servizi che si occupano di: radioprotezione (educazione esposti, organizzazione della s.s., gestione delle scadenze), medicina del lavoro e sorveglianza sanitaria (vaccinazioni, educazione sanitaria organizzazione della s.s., gestione delle scadenze, certificazioni e documenti sanitari), prevenzione dei rischi, protezione del lavoratore e promozione della salute lavorativa (analisi di casi), formazione per la sicurezza sul lavoro (programmazione , classificazione dei lavoratori e dei contenuti, erogazione e valutazione).
RADIOPROTEZIONE: La Radioprotezione. Tipologia delle esposizioni alle radiazioni ionizzanti. Protezione fisica dalla radiazioni. Misure di protezione ambientale. La radioprotezione dell’operatore e del paziente. Sicurezza e protezionistica in RMN.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: MEDICINA DEL LAVORO Lezioni frontali. Esercitazioni sui metodi per la valutazione dei principali rischi lavorativi. Esecuzione dei principali accertamenti clinico-strumentali effettuati in sorveglianza sanitaria. Visita guidata ad uno stabilimento produttivo
METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE PER LA TUTELA DEI LAVORATORI: Lezione interattiva per gli obiettivi di conoscenza; analisi di casi didattici; visione di foto, filmati e riproduzione di documentazione in uso
RADIOPROTEZIONE: Lezioni frontali
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: MEDICINA DEL LAVORO Dispense fornite dalla docente.
METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE PER LA TUTELA DEI LAVORATORI: Dispense del docente e articoli di riviste specializzate
RADIOPROTEZIONE: Materiale didattico fornito dal docente
Testi di riferimento: