Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
MEDICINA E CHIRURGIA
Insegnamento
CLINICA MEDICA 1 (Logistica Padova)
MEP5071231, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 6 anni in
MEDICINA E CHIRURGIA (Ord. 2015)
ME1728, ordinamento 2015/16, A.A. 2019/20
Sf0101
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 11.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MEDICAL CLINIC 1
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina (DIMED)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di MEDICINA E CHIRURGIA (Ord. 2015)

Docenti
Responsabile GIANPAOLO ROSSI MED/09
Altri docenti ANDREA ERMOLAO MED/09
TERESA MARIA SECCIA MED/09
ALBERTO ZAMBON MED/09

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Clinica generale medica e chirurgica MED/09 7.0
CARATTERIZZANTE Medicina di comunità MED/09 4.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso V Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
ATTIVITÀ DIDATTICHE A PICCOLI GRUPPI 0.0 44 0.0
LEZIONE 11.0 88 187.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2015

Syllabus
Prerequisiti: Gli insegnamenti impartiti nel Corso Integrato di Medicina Interna 1 attengono alle Unità Didattiche Elementari da 1485 a 1501, da 1504 a 1513, da 1520 a 1521, da 1542 a 1543, da 1546 a 1549, sa 1551 1556, 1558, da 1560 a 1562, 1566, 1569, da 1572 a 1574, da 1576 a 1582, da 1586 a 1598, 1601, 1604, da 1606 a 1639, da 1644 a 1647 del Core Curriculum del Corso di Laurea Magistrale Specialistica in Medicina e Chirurgia della Conferenza Nazionale Permanente dei Presidenti del CDLS/M 2009 (http://www.presidentimedicina.org/core_curriculum/ vedi_db.asp?pageno=68&search_key=&ord ).

Il Corso di Medicina Interna 1 è propedeutico a quello di Medicina Interna 2 e servirà a guidare lo studente nel passaggio dalla fase delle conoscenze fisiopatologiche acquisite negli anni precedenti a quelle necessarie all’approccio al paziente. In particolare, si tratteranno i principi della metodologia d’indagine clinica, e si forniranno i fondamenti per l’interpretazione dei sintomi e segni di malattia, la formulazione della diagnosi, e la scelta della strategia diagnostica, tenendo conto dei concetti della probabilità pre-test e del diagnostic gain.
Nell’insegnamento si perseguirà il principio fondamentale in Medicina Interna dell’approccio olistico al malato allo scopo di far acquisire allo studente un progressivo livello di autonomia nelle decisioni diagnostico e terapeutiche.
Conoscenze e abilita' da acquisire: • Conoscenza delle principali patologie e complessi sindromici della Medicina Interna.
• Capacità di ragionamento clinico-diagnostico sulla base dei principi della metodologia clinica applicando gli strumenti logici del pensiero clinico, e i concetti del teorema di Bayes e della probabilità a priori, allo scopo di saper determinare priorità di intervento, diagnosi e conseguenti provvedimenti terapeutici.
• Capacità d’interpretazione clinica dei dati, di utilizzo del linguaggio clinico nella presentazione del paziente ai colleghi, di comunicazione e documentazione dei casi.
• Capacità di compilare, mantenere e conservare la cartella clinica usando la corretta terminologia e seguendo le normative vigenti.
• Conoscenza dei principi alla base della Medicina basata sull’Evidenza e capacità di prendere decisioni terapeutiche sulla base degli stessi e delle indicazioni fornite dalle linee-guida per le varie malattie.
Modalita' di esame: È previsto al termine del corso di Medicina Interna 1 un esame finale scritto sia a domande multiple che a quesiti aperti. Seguirà, se necessario a giudizio del Docente, eventuale esame orale.
Criteri di valutazione: Presenza a lezione e alle attività teorico-pratiche; valutazione attività teorico-pratica da parte dei tutor; valutazione prova pratica finale; accertamento delle conoscenze generali dello studente e della sua capacità di affrontare un caso clinico per proporre le ipotesi diagnostiche.
Contenuti: 1. Attribuire una terminologia medica corretta ai problemi del paziente:
- individuare i problemi del paziente (personali, ambientali, sociali, soggettivi e obiettivi (sintomi e segni), definirli dal punto di vista medico-scientifico, comprenderne il significato dal punto di vista fisiopatologico e categorizzarli in base alla gravità e all’urgenza
- individuare il paziente con instabilità, con criticità, con disabilità
- conoscere e applicare la valutazione multidimensionale del paziente cronico o geriatrico.
2. Formulare le ipotesi diagnostiche e impostare le strategie terapeutiche
- interpretare i problemi con formulazione delle ipotesi diagnostiche e della diagnosi differenziale;
- stabilire la priorità delle ipotesi diagnostiche, in base alla gravità e all’urgenza;
- escludere le patologie o gli eventi clinici a maggior rischio di vita per il paziente, attraverso una adeguata selezione delle indagini diagnostiche
- conoscere i test diagnostici e le loro caratteristiche operative (sensibilità, specificità, valore predittivo positivo e negativo, likelihood ratio (LR) diagnostic odds ratio (DOR).
- Conoscere il teorema di Bayes e saper formulare la probabilità pre-test e post-test.
- - Conoscere le principali strategie per stabilizzare il paziente instabile o critico.
- Conoscere gli effetti avversi dei farmaci e le loro interazioni, in particolare nei pazienti anziani con polipatologia.
3) Conoscere la prognosi di malattia, i concetti di fattori di rischio e di fattori di prognosi, le decisioni cliniche necessarie per modificare la prognosi delle malattie.
4) Stabilire un’adeguata comunicazione con il paziente e con i familiari, considerando gli aspetti personali, familiari, ambientali e sociali.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: LEZIONI FRONTALI:
Saranno trattate sotto il profilo fisiopatologico, clinico, diagnostico, prognostico e terapeutico, le principali malattie internistiche e le sindromi ad esse correlate, dando la priorità a quelle a maggior prevalenza e incidenza avendo cura di evitare sovrapposizione con gli argomenti che saranno trattai nell’anno successivo in Medicina Interna 2.
Nelle lezioni prendendo spunto dai casi clinici reali osservati nei reparti di degenza, si utilizzeranno le metodologie del Problem-based e Problem-solving teaching. Gli studenti saranno parte attiva del processo educazionale in quanto saranno, su base volontaria coinvolti nella preparazione, illustrazione e approfondimento dei casi clinici in aula sotto la guida dei Docenti.

LEZIONI TEORICO-PRATICHE:
Tenendo conto che la semeiotica fisica e strumentale dovrebbe essere già stata adeguatamente sviluppata negli anni precedenti, l'attività teorico pratica si concentrerà in particolare sull'interpretazione clinica di sintomi, segni, esami di laboratorio ed altre indagini, e sulla impostazione della terapia medica nelle condizioni cliniche più frequenti.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I Docenti potranno fornire le slides utilizzate nelle lezioni come traccia nella preparazione dell’esame.
• Harrison, Principi di Medicina Interna. (la più recente edizione, in italiano oppure in inglese)
• Fradà, Semeiotica medica nell'adulto e nell'anziano. Padova: Piccin, 2009.
• Washington - Foster - Mistry - Peddi - Sharma, Il Washington manual di terapia medica. Roma: CIC, 2013.
Testi di riferimento:
  • Harrison et al., Principi di Medicina Interna. --: McGraw Hill., --. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Problem solving

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)