Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
STUDI EUROPEI
Insegnamento
LE POLITICHE DELL'UNIONE EUROPEA (MOD. B)
EPP4068133, A.A. 2015/16

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
STUDI EUROPEI
SP1866, ordinamento 2013/14, A.A. 2015/16
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum Percorso Comune
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese THE POLITICS OF EUROPEAN UNION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile EKATERINA DOMORENOK SPS/04

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
EPP4068132 L'UNIONE EUROPEA: LE POLITICHE PUBBLICHE (C.I) GIORGIA NESTI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE politico-sociale SPS/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
Turni
ESERCITAZIONE 2.0 15 35.0 2
LEZIONE 4.0 30 70.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 01/03/2016
Fine attività didattiche 11/06/2016
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2013

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Si richiede agli studenti la conoscenza degli elementi di base di scienza politica, di storia dell’integrazione europea e di sistema politico dell’UE. Poiché la maggior parte dei testi utilizzati nel corso sono in lingua inglese, si richiede che lo studente sia in grado di leggere e comprendere un testo scientifico in tale lingua
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire le conoscenze necessarie per la comprensione del ciclo di policy, dei processi di governance e delle politiche dell’Unione Europea.
Al termine del corso si prevede che lo studente sia in grado di ricostruire autonomamente gli obiettivi, i principi, gli strumenti di una politica comunitaria, di analizzare criticamente le varie fasi del processo di policy-making comunitario, individuandone caratteristiche principali, attori, i loro interessi e le loro relazioni, e di comprendere l’impatto avuto dall’UE sui sistemi politici nazionali.
Modalita' di esame: L’esame finale avrà carattere orale sarà finalizzato ad accertare la preparazione degli studenti sui contenuti del corso.
Trattandosi di corso integrato, il voto finale sarà dato dalla media dei voti ottenuti nell'esame del modulo A e nell'esame del modulo B.
I singoli esami dei moduli A e B vanno sostenuti nello stesso appello e non possono quindi essere tenuti in due appelli diversi.
Criteri di valutazione: Per gli studenti frequentanti la valutazione finale di entrambi i moduli terrà conto della partecipazione alle lezioni, alle attività seminariali e alle esercitazioni in classe organizzate dalle docenti. Saranno dunque valutate la capacità di lavoro in gruppo, la capacità di analisi e di argomentazione, la chiarezza espositiva.
Per gli studenti non frequentanti la valutazione finale sarà basata sulla conoscenza del programma e dei testi d'esame.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: L’obiettivo del corso è quello di illustrare le principali tendenze evolutive delle politiche europee, discutendone i punti di forza e le criticità, con particolare attenzione agli strumenti (regolativi, finanziari, ecc.) e ai modi di governance che caratterizzano i diversi ambiti di policy.
Dopo una prima parte introduttiva su sistema di governance e politiche europee, seguirà un approfondimento su alcuni aspetti specifici delle seguenti politiche dell'UE: politiche bilancio, politiche di coesione, politiche per lo sviluppo sostenibile, politiche ambientali e politiche per la lotta al cambiamento climatico.
Nell’ambito delle politiche di bilancio, il corso si focalizzerà sul negoziato inter-istituzionale riguardo alla definizione del quadro finanziario pluriennale, sulle relative priorità politiche e sulle principali destinazioni di spesa attivabili attraverso i diversi strumenti finanziari a gestione diretta e indiretta.
Per quanto concerne la politica di coesione, l’attenzione sarà rivolta soprattutto al meccanismo di funzionamento dei Fondi strutturali e al procedimento di implementazione negli Stati. Saranno illustrati, dunque, gli obiettivi e i principi operativi, il sistema di autorità e i meccanismi attuativi, i problemi di implementazione e l’impatto sulle politiche e istituzioni nazionali ai vari livelli territoriali.
Relativamente alle politiche per lo sviluppo sostenibile, si andrà prima ad illustrare l’evoluzione delle politiche ambientali dell’UE, con un approfondimento su alcuni strumenti di policy in quest’ambito, per passare successivamente all’analisi della strategia europea per lo sviluppo sostenibile e di alcune misure delle politiche per la lotta al cambiamento climatico (Pacchetto Clima ed Energia, Framework 2030, ecc.). Tra i principali temi trattati in questa parte del corso vi sono: l’agenda politica interna e il ruolo internazionale dell’UE, il policy mix e l’efficacia di implementazione delle politiche.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si prefigge di fornire agli studenti strumenti analitici e metodologici per l’analisi delle politiche europee, prestando particolare attenzione ad alcuni elementi del policy-making quali:
1) le arene decisionali: chi sono i principali attori, quali sono i loro interessi, secondo quali regole formali e informali si costruiscono le loro interazioni?
2) la natura e le fasi del processo politico decisionale: come vengono formulati gli obiettivi delle politiche europee, attraverso quali strumenti avviene la loro attuazione e come può essere misurato il loro impatto?
3) i modi di governance: come si trasformano le modalità di interazione tra i vari attori sotto l’impatto di fattori interni ed esterni; quali fattori incidono sul cambiamento istituzionale e quali condizioni favoriscono/ostacolano i processi di cambiamento e di apprendimento?
Oltre alle lezioni frontali sono previsti lavori di gruppo, esercitazioni e seminari tematici tenuti da esperti di politiche europee per consentire allo studente di approfondire alcuni aspetti pratici e operativi inerenti alle politiche trattate dal corso.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I testi di riferimento del corso, i materiali di studio per lavori di gruppo e i documenti per le attività seminariali sono disponibili presso il Centro copie del Dipartimento SPGI
Testi di riferimento:
  • Bachtler J., Mendez C., Wishlade F., Report: A new dawn for Cohesion policy? The emerging budgetary and policy directions for 2014-20. Strathclyde: EPRC, 2014.
  • Domorenok E., Le sfide della politica di coesione europea: la governance multilivello e l’efficacia finanziaria nella gestione dei fondi strutturali. --: Istituzioni del Federalismo, N3, 2014.
  • Jordan A., Adelle C., Environmental Policy in the EU. Actors, Institutions and Processes. London and New York: Routledge, 2013. Chapters 2,3,14,16 Cerca nel catalogo
  • Steurer R., Berger G., Comparing the Multi-Level Governance Architecture of two EU Strategies: The Lisbon Process and the EU Sustainable Development Strategy. Lisbon: ECPR Joint Sessions of Workshops, 2009.
  • Solorio I., Bridging the Gap between Environmental Policy Integration and the EU’s Energy Policy: Mapping out the Green Europeanization of Energy. --: Journal of Contemporary European Research 7/3, 2011. Cerca nel catalogo
  • Ferrera M., Giuliani M. (a cura di), Politiche e governance dell’UE. Bologna: Il Mulino, 2008. Capitoli 6,7 Cerca nel catalogo