Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
LINGUE MODERNE PER LA COMUNICAZIONE E LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
Insegnamento
DIRITTO INTERNAZIONALE (AVANZATO)
LEO2045321, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
LINGUE MODERNE PER LA COMUNICAZIONE E LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE (Ord. 2008)
IF0314, ordinamento 2008/09, A.A. 2016/17
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese INTERNATIONAL LAW (ADVANCED)
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ALESSANDRA PIETROBON IUS/13

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SPO2042417 DIRITTO INTERNAZIONALE (PROGREDITO) ALESSANDRA PIETROBON SP1426

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative IUS/13 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 27/02/2017
Fine attività didattiche 09/06/2017
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2016

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: E' necessario avere sostenuto l'esame di diritto internazionale (preferibilmente da 8 o 9 CFU) nel corso di laurea triennale. E' necessaria una conoscenza sicura, quanto meno, in materia di soggetti, fonti e garanzie del diritto internazionale. E'richiesta una conoscenza della lingua inglese sufficiente alla comprensione e allo studio di testi giuridici.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso è dedicato all'approfondimento di specifici settori del diritto internazionale, attraverso l'esame diretto di sentenze e documenti. Risultato atteso è la capacità degli studenti di analizzare in modo autonomo casi e materiali desunti dalla prassi internazionale, per coglierne la portata anche in modo critico e relativamente a situazioni giuridiche complesse.
Modalita' di esame: Le modalità di esame sono le stesse per studenti frequentanti e non, ma le domande avranno contenuto diverso per frequentanti e non frequentanti. L’esame consiste in una prova scritta, che richiede la risposta a due domande aperte. Gli studenti potranno avere con sè durante la prova il codice ed eventualmente altri testi normativi autorizzati dalla docente, in relazione al programma svolto.
Gli studenti non di madrelingua italiana potranno, a loro richiesta, svolgere la prova in lingua inglese.
L'esame potrà essere sostenuto in base al programma per frequentanti nelle sessioni d'esame relative all'anno accademico in cui si è svolto il corso.
Criteri di valutazione: Capacità di comprendere e trattare l'argomento oggetto della domanda in modo sicuro, così da saper individuare gli aspetti giuridici rilevanti ed illustrarli adeguatamente, sotto il profilo sia della completezza della trattazione, sia della correttezza della terminologia giuridica.
Contenuti: Ciascuna parte del corso è dedicata all'approfondimento di settori specifici del diritto internazionale. Gli studenti dovranno pertanto rivedere ciascuna delle parti indicate prima di frequentare le relative lezioni.
PRIMA PARTE: LA DINAMICA DEI SOGGETTI DI DIRITO INTERNAZIONALE
La prima parte del corso è dedicata al tema dei soggetti di diritto internazionale. Si esaminano la natura dell'ente Stato nel diritto internazionale ed i caratteri fondamentali del diritto delle organizzazioni internazionali,tramite lo studio di situazioni attuali che mettano in evidenza i temi già conosciuti sotto il profilo teorico. Saranno analizzate natura e struttura dell'Unione europea in quanto ente "sovranazionale" e in quanto soggetto di diritto internazionale.
SECONDA PARTE: FONTI, RESPONSABILITA'
Questi temi saranno approfonditi tramite lo studio del diritto internazionale in materia di disarmo e lotta alle armi di proliferazione di massa. Si analizzeranno quindi la natura delle principali fonti in materia, gli effetti e le possibili interazioni fra trattati e strumenti di soft law. Infine, si esamineranno le forme di responsabilità per violazione di obblighi di disarmo e le possibili reazioni all'inadempimento da parte di altri Stati o della comunità internazionale.
TERZA PARTE: SOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE
Esame e confronto dei possibili meccanismi di soluzione delle controversie, diplomatici e giuridici. Fra questi ultimi, si esamina l'alternativa fra arbitrato e ricorso giurisdizionale.
QUARTA PARTE: L'INDIVIDUO DI FRONTE ALLE GIURISDIZIONI INTERNAZIONALI
Questa parte approfondisce lo studio da un lato dei tribunali penali internazionali, dall'altro della Corte europea dei diritti dell'unomo, atraverso l'esame di casi tratti dalla giurisprudenza delle corti.
SEMINARI: Il corso sarà integrato da alcuni seminari di approfondimento.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso è dedicato all'approfondimento di specifici settori del diritto internazionale, attraverso l'esame di materiali desunti dalla prassi, quali sentenze e/o altri atti o documenti. Questi materiali saranno analizzati diffusamente nel corso delle lezioni, in modo da poter cogliere i diversi aspetti rilevanti per il diritto internazionale ed approfondire in tal modo la conoscenza degli istituti giuridici che di volta in volta vengano in considerazione. Durante le lezioni gli studenti sono invitati a partecipare in modo attivo. Su base volontaria, gli studenti potranno preparare dei seminari di approfondimento, e presentare una breve relazione.
La possibilità di seguire un tale metodo preuppone la frequenza completa e costante del corso, pertanto sono ammesse massimo tre giornate di assenza. La frequenza dei seminari di approfondimento è, invece, facoltativa.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: FREQUENTANTI
E' indispensabile che gli studenti, fin dall'inizio del corso, abbiano con sè a lezione un codice che contenga i principali testi normativi (v. testi consigliati). Gli altri materiali e documenti oggetto di studio saranno indicati all'inizio del corso. Per una revisione della materia o di singole parti, gli studenti frequentanti potranno utilizzare il manuale già studiato per l'esame sostenuto nel corso di studi triennale.
NON FREQUENTANTI
Il programma per non frequentanti si basa SUI TESTI 1 E 4. E' presupposta la buona conoscenza anche delle parti che non formano oggetto specifico del programma d'esame. L'esame verte sulle seguenti parti dei testi indicati:
1) (Focarelli) da pag. 236 a p. 316, da pag. 375 a pag. 903.
2) (Ronzitti) da pag. 103 a pag. 415.
Testi di riferimento:
  • CARLO FOCARELLI, Diritto internazionale. Il sistema degli Stati e i valori comuni dell'umanità, (nelle parti indicate). PADOVA: CEDAM, 2013. Per sudenti NON frequentanti. Cerca nel catalogo
  • RICCARDO LUZZATTO - FAUSTO POCAR, CODICE DI DIRITTO INTERNAZIONALE PUBBLICO. TORINO: GIAPPICHELLI, 2013. o altro codice equivalente. Cerca nel catalogo
  • MALCOLM N. SHAW, International Law, 6th. CAMBRIDGE: CAMBRIDGE UNIVERSITY PRESS, 2008. This text is for students wishing to take their exam in English Cerca nel catalogo
  • NATALINO RONZITTI, Diritto internazionale dei conflitti armati, 5 ed.. Torino: Giapppichelli, 2014. per studenti NON frequentanti Cerca nel catalogo