Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE
Insegnamento
MUSEOLOGIA DEL CINEMA
LEM0012821, A.A. 2015/16

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE
LE0615, ordinamento 2014/15, A.A. 2015/16
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MUSEOLOGY OF CINEMA
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile DENIS LOTTI 000000000000

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative L-ART/06 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 05/10/2015
Fine attività didattiche 23/01/2016
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Possedere conoscenze fondamentali di storia del cinema.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di affrontare il territorio della memoria del cinema in tutti i suoi aspetti: i luoghi, le persone, i modi in cui si è costituita e si è trasformata dalle forme private del collezionismo a quelle pubbliche delle cineteche.
Oltre a un excursus di tipo storico - in cui verranno affrontate le vicende che hanno portato alla costituzione dei patrimoni delle grandi Cineteche italiane e internazionali -, il corso si occuperà dell'uso pubblico delle fonti cinematografiche.
Il corso si prefigge di dare allo studente le basi per la redazione di una tesi di laurea di indirizzo storico-cinematografico.
Modalita' di esame: Al termine del corso gli studenti saranno tenuti a ideare in forma di tesina, secondo gli strumenti forniti dal docente, un progetto di scheda storico-filmografica dedicata a un solo titolo scelto tra quelli proposti durante il corso. L'elaborato dovrà registrare ogni dato tecnico e storico utile a ricostruire la storia produttiva, distributiva del film in oggetto. Saranno privilegiati anche gli aspetti legati allo stato conservativo attuale della pellicola. La scheda è pensata per arricchire una ipotetica struttura museale che preveda un sito web, nel quale le fonti della storia cinematografica possano avere un uso pubblico e così assumere un ruolo importante nella ricostruzione della memoria storica del Novecento.
Criteri di valutazione: Lo studente, oltre all'elaborato, per superare l'esame finale sarà tenuto a conoscere la nomenclatura cinematografica e distinguere le sostanziali differenze delle fonti storico-cinematografiche siano esse cartacee, su supporto ottico o telematico.
Contenuti: Il corso avrà un'introduzione di carattere storico legata precipuamente al cinema muto italiano, ma non solo. In tale percorso si mostrerà come studiare la storia del cinema non solo per mezzo dei film e della visione degli stessi.
Un occhio di riguardo sarà dedicato alle forme di conservazione museale, di esposizione (più o meno permanenti), che hanno progressivamente ottenuto riconoscimenti istituzionali, e hanno cominciato a mostrare pubblicamente i materiali in proprio possesso.
Da qualche anno i patrimoni cinematografici archivistici sono disponibili in rete (basti pensare all'Archivio dell'Istituto Luce, all'ANICA, all'archivio Chaplin, agli archivi della Gaumont-Pathé, al Museo Nazionale del Cinema di Torino, alla Cineteca di Bologna, al sito dell'AIRSC - Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema, tra gli altri).
Lo studente è tenuto a prendere visione e a consultare tali repertori cartacei e on-line.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Oltre alle lezioni introduttive e alla visione di film, il corso prevede incontro con conservatori, archivisti e restauratori.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio:
Testi di riferimento:
  • Caneppele, Paolo; Lotti, Denis, <<La >>documentazione cinematografica, ovvero, Le fonti storico-cinematografichemanuale per studiosi, studenti, appassionatiPaolo Caneppele, Denis Lotti. Bologna: Persiani, 2014. Cerca nel catalogo
  • Brunetta, Gian Piero, Avventure nei mari del cinema. Roma: Bulzoni, 2001. in particolare da p. 191 a p. 248 Cerca nel catalogo
  • Giannarelli, Ansano, Documentario e documentazione filmica, fa parte di “Annali n. 5: L’immagine plurale” (a cura di A. Medici).. Roma: AAMOD, 2002. pp. 56-88