Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Insegnamento
EDUCAZIONE AL CORPO E AL MOVIMENTO
SUP3049922, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
SF1334, ordinamento 2011/12, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum EDUCAZIONE DELLA PRIMA INFANZIA [001RO]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese FOUNDATIONS OF MOVEMENT EDUCATION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede ROVIGO
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile STEFANO SCARPA

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline scientifiche M-EDF/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/10/2017
Fine attività didattiche 19/01/2018
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 2019/20 01/10/2019 30/09/2020 MIOTTI ELISABETTA (Presidente)
FEDELI MONICA (Membro Effettivo)
MILAN GIUSEPPE (Membro Effettivo)
6 2018/19 01/10/2018 30/09/2019 MIOTTI ELISABETTA (Presidente)
MILAN GIUSEPPE (Membro Effettivo)
5 2017/18 01/10/2017 30/09/2018 SCARPA STEFANO (Presidente)
MILAN GIUSEPPE (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Buona conoscenza delle scienze dell'educazione nelle sue varie declinazioni, anche epistemologiche: pedagogia generale, didattica generale, scienze della formazione, istruzione nella società tecnologica complessa e competenze trasversali, ...).
Elementi di base di psicologia dello sviluppo, pediatria, anatomia umana, fisiologia umana.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Scopo dell’insegnamento è fornire agli studenti le conoscenze fondamentali relative allo sviluppo della motricità nelle diverse fasi di crescita (0-3), agli effetti dell’esercizio sulla maturazione biopsichica del bambino, all’insegnamento di abilità motorie, ai diversi approcci teoretici nel campo dell’attività motoria per l’età evolutiva e alla loro evoluzione storico-culturale.
Il corso intende fornire, inoltre, conoscenze per la programmazione e l’organizzazione di proposte adeguate a diversi contesti di attività motorie rivolte a soggetti di età differenti (ovvero porre le basi anche in prospettiva dello sviluppo futuro del bambino e delle conoscenze, abilità e competenze che dovrà acquisire nella scuola dell'infanzia e primaria).
Modalita' di esame: Esame scritto in forma oggettiva e anonima secondo i principi docimologici attuali e quindi domande di tipo chiuso e aperto: 1. Vero/falso (V/F); 2. Completamenti; 3. Corrispondenze; 4. A scelta multipla; 5. Domande con risposte sintetiche; 6. Saggio breve; domande sui laboratori e sulla pratica (se previsti).
Esame orale -conseguente allo scritto- su tutto il programma, a partire dal compito scritto, e svolto a distanza di una settimana per consentire agli studenti di colmare le eventuali lacune e tornare a studiare almeno per una seconda volta le tematiche non ancora apprese, ai fini dell'ottimizzazione dell'apprendimento e delle successive competenze professionali.
Criteri di valutazione: Sono esplicitate nella modalità di esame.
Accanto ad ogni domanda vi è un punteggio. La somma dei punteggi
di tutte le domande previste è pari a 32 (30 e lode).
Possono accedere all'orale solo coloro che hanno ottenuto un punteggio minimo di 15/32. Nella prova orale possono essere attribuiti o sottratti 3 punti (ovvero 3 voti) in base alle conoscenze espresse verbalmente dal candidato.
Contenuti: Elenco dei contenuti e degli argomenti generali:
I fondamenti epistemologici;
Lo sviluppo motorio e le fasi sensibili;
Capacità ed abilità motorie in età evolutiva;
L’apprendimento motorio in età evolutiva;
L’approccio (psico)motorio nelle scienze motorie e sportive;
Cenni di didattica delle attività motorie;
Il curriculo e la valutazione;
Le attività fisiche adattate.

Approfondimenti specifici:
Attività motoria, sedentarietà, benessere;
Lo sviluppo motorio;
Il gioco;
Apprendimento e didattica;
La progettazione e la programmazione al nido;
La comunicazione educativa;
La valutazione nei contesti educativi;
L’educazione inclusiva;
L’esperienza ‘psicomotoria’ di un coordinatore nidi;
Esperienza parco La Ghirada;
...
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Didattica frontale interattiva con gli studenti; utilizzo di slide e altro materiale per facilitare l'apprendimento; test iniziali e intermedi per monitorare lo sviluppo del corso; attività svolte in collaborazione tra studenti su indicazione del docente; eventuali elaborati di approfondimento tematiche; compiti per casa (liberi) da inviare tramite email al docente; utilizzo della piattaforma moodle con eventuali attività interattive e sostegno/supporto di un tutor; attività pratica laboratoriale che consenta di Combattere l’ignoranza del movimento umano:
Per capire bene il movimento umano occorre sperimentarlo personalmente come impresa di sensibilità e intelligenza.
Occorre imparare a dialogare con il proprio corpo in movimento per cercare di esprimersi in modo originale fino a comunicare anche l’indicibile.
Alcune tematiche della parte pratica: consapevolezza corporea; lateralità e lateralizzazione; io e l’ambiente, io e gli oggetti, io e l’alterità; contatto e fiducia; collaborazione; rispetto delle regole; schemi posturali e motori di base; capacità senso-percettive; equilibrio; orientamento; reazione; ritmo.
Modalità di organizzazione della pratica:
Le lezioni inizieranno e si concluderanno in cerchio. La scelta della disposizione in cerchio permetterà all'inizio della lezione di fare l’appello e di conoscersi meglio mentre alla fine servirà per riflettere sul lavoro della giornata per poterlo meglio memorizzare.
All'inizio di ogni lezione si spiegherà il lavoro che si andrà a svolgere mentre alla fine si cercherà di riassumerlo.
Il laboratorio prevede sempre un momento di spiegazione dei contenuti, un momento di esercitazione pratica ed un momento di dimostrazione da parte del gruppo. Il gruppo potrà lavorare contemporaneamente o potrà essere suddiviso in gruppi per permettere a tutti di prendere degli appunti sulla parte pratica realizzata. Si chiede di individuare per ogni gruppo due rappresentanti per qualsiasi tipo di comunicazione da parte del docente.
Per ogni capacità motoria (o altri contenuti) verranno sempre presentati esercizi di livello di base, di livello intermedio e di livello elevato che corrispondono quindi a diverse età e livelli di preparazione da parte del bambino.
Una volta presentati verranno realizzati praticamente.
Lo scopo è quello di permettere a tutti di conoscere la capacità motoria oggetto dell'esercitazione, di saperla distinguere da altre, imparandone le sue caratteristiche fondamentali, di riconoscere se è una capacità coordinativa o condizionale, di individuare i giochi/attività da proporre per sviluppare tale capacità a seconda dell’età del bambino.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Testi in adozione (si veda in seguito);
Appunti;
Slide;
Materiali forniti a lezione;
Testi suggeriti dal docente per approfondimenti;
Articoli tratti da riviste scientifiche;
Altro.
Testi di riferimento:
  • Andrea Ceciliani, Gioco e movimento al nido. Facilitare lo sviluppo da zero a tre anni. Roma: Carocci, 2016. Testo obbligatorio per frequentanti e non frequentanti Cerca nel catalogo
  • Giuliana Pento, Crescere in movimento. Lecce: Pensa MultiMedia, 2007. Testo obbligatorio per frequentanti e non frequentanti Cerca nel catalogo
  • Stefania Zoia, Lo sviluppo motorio del bambino. Roma: Carocci, 2004. Testo obbligatorio solo per non frequentanti Cerca nel catalogo
  • Maurizio Sibilio, Il corpo e il movimento nella ricerca didattica. Indirizzi scientifico-disciplinari e chiavi teorico-argomentative. Napoli: Liguori, 2011. Testo obbligatorio solo per non frequentanti Cerca nel catalogo