Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
STORIA DEL DIRITTO MEDIEVALE E MODERNO (DDP-P)
GIP7082337, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2014)
GI0270, ordinamento 2014/15, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE DI PADOVA [999PD]
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF MEDIEVAL AND MODERN LAW (DDP-P)
Sito della struttura didattica http://www.giurisprudenza.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di GIURISPRUDENZA (Ord. 2014)

Docenti
Responsabile CHIARA MARIA VALSECCHI IUS/19

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
GIL1001608 STORIA DEL DIRITTO MEDIEVALE E MODERNO CHIARA MARIA VALSECCHI GI0270

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Storico-giuridico IUS/19 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 A.A. 2018/19 sede di Padova 11/10/2018 30/09/2019 VALSECCHI CHIARA MARIA (Presidente)
CARCERERI DE PRATI CLAUDIO (Membro Effettivo)
GASPARINI SILVIA (Membro Effettivo)
FAMELI ENRICO (Supplente)
PASSARELLA CLAUDIA (Supplente)
VOLANTE RAFFAELE (Supplente)
1 A.A. 2017/18 sede di Padova 26/01/2018 30/09/2018 VALSECCHI CHIARA MARIA (Presidente)
CARCERERI DE PRATI CLAUDIO (Membro Effettivo)
GASPARINI SILVIA (Membro Effettivo)
FAMELI ENRICO (Supplente)
PASSARELLA CLAUDIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Per seguire con profitto il corso di storia del diritto medievale e moderno sono necessarie conoscenze di base della storia europea dall’età tardo antica all’età moderna e contemporanea, oltre alle nozioni giuridiche di base che lo studente acquisisce tramite gli insegnamenti del primo anno del corso di laurea magistrale in giurisprudenza ed in specie istituzioni di diritto romano, di diritto privato e di diritto pubblico.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Attraverso lo studio del sistema giuridico europeo nella sua evoluzione, dalle origini medievali agli sviluppi dell'età moderna e contemporanea, lo studente acquisisce adeguate conoscenze circa la storia delle istituzioni e del pensiero giuridico e circa la disciplina dei principali istituti privatistici e pubblicistici.
Tramite la prospettiva storica, lo studente si dota di opportuni strumenti critici per una migliore comprensione del diritto positivo e dell’attuale sistema giuridico.
Modalita' di esame: L’esame si svolge tramite colloquio orale.
Per gli studenti frequentanti potranno essere previste verifiche parziali facoltative, anche in forma scritta
Criteri di valutazione: Nel valutare la preparazione dello studente si terrà conto principalmente:
- delle nozioni acquisite circa la periodizzazione storica, l’evoluzione ed i contenuti del pensiero giuridico e delle istituzioni;
- della capacità di analisi critica e di ragionamento nell’individuare gli snodi essenziali del percorso storico ed i contenuti degli istituti giuridici studiati;
- dell’adeguatezza del linguaggio tecnico-giuridico usato nell’esposizione.
Contenuti: Il corso prevede una panoramica della storia giuridica europea dal medioevo all’età moderna, con approfondimenti circa la storia degli istituti giuridici più rilevanti.
La storia delle istituzioni e del pensiero giuridico sarà tracciata a partire da alcuni cenni agli ordinamenti giuridici altomedievali.
Si studieranno poi:
La riscoperta del diritto romano e le origini della scienza giuridica bolognese e dell’università.
La formazione e lo sviluppo del sistema di diritto comune dal medioevo all'età moderna: la dottrina e il metodo didattico (Glossatori, Commentatori, Bartolismo, Umanesimo giuridico) le fonti (glossa, summa, quaestio, brocarda, distinctio, commento, consilium, decisio).
La crisi del sistema di diritto comune (la giurisprudenza consulente e giudicante, il particolarismo giuridico)
Le premesse teoriche della codificazione: giusnaturalismo e razionalismo (Grozio, Hobbes Locke, Pufendorf, Thomasius, Leibniz, Wolff, Domat, Pothier), illuminismo giuridico (Montesquieu, Voltaire, Rousseau, Beccaria).
Riforme e legislazione tra Sei e Settecento.
La Rivoluzione francese e il diritto rivoluzionario.
I primi codici moderni.
Nella trattazione della parte generale del programma, si inseriranno via via approfondimenti sul funzionamento degli istituti, con attenzione particolare alla storia della giustizia e del processo civile e penale. Tali momenti di approfondimento si articoleranno in spiegazioni teoriche e lettura delle fonti
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: La modalità principale di erogazione del corso è costituita da lezioni frontali in aula, con periodiche verifiche sull'apprendimento.
Sono poi anche previste letture ragionate delle fonti giuridiche storiche, sia legislative, sia dottrinali, sia legate alla pratica giudiziaria, attraverso le quali lo studente acquisisce più diretta conoscenza delle strutture normative, del linguaggio e delle tecniche del ragionamento giuridico delle epoche precedenti, ponendole a confronto con quelle attuali.
Anche i previsti approfondimenti sulla storia di specifici istituti saranno condotti attraverso la lettura diretta delle fonti. In tal modo lo studente potrà acquisire anche nozioni sulla metodologia storico-critica di approccio ai testi giuridici.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I libri indicati costituiscono il programma d'esame, in particolare per gli studenti non frequentanti, secondo le seguenti indicazioni:
• ADRIANO CAVANNA, Storia del diritto moderno in Europa. Le fonti e il pensiero giuridico, I. Milano: Giuffrè, 1982. pp. 1-337
• ADRIANO CAVANNA, Storia del diritto moderno in Europa. Le fonti e il pensiero giuridico, 2. Milano: Giuffrè, 2005. pp. 117-167 e 190-222 (ma per una migliore comprensione è vivamente consigliata la lettura delle pagine 71-115 e 169-189) e 415-617 (ma per una migliore comprensione è vivamente consigliata la lettura delle pagine 395-414).

Ai frequentanti potranno essere indicati a lezione materiali di studio in parte diversi.

Sia per gli studenti non frequentanti sia per i frequentanti sono consigliati quali utili strumenti di ausilio allo studio i volumi di
SILVIA GASPARINI, Appunti minimi di storia del diritto, 1, Antichità e medioevo; 2, Età moderna e contemporanea; 3, Documenti e testi, Padova, Imprimitur 2000-02.
In particolare si consiglia agli studenti il volume 3, Documenti e testi, per la lettura delle fonti.
Testi di riferimento:
  • Adriano Cavanna, Storia del diritto moderno in Europa. Le fonti e il pensiero giuridico, I. Milano: Giuffrè, 1982. pagine 1-337 Cerca nel catalogo
  • Adriano Cavanna, Storia del diritto moderno in Europa. Le fonti e il pensiero giuridico, II. Milano: Giuffrè, 2005. vedi per le pagine da leggere e/o studiare alla voce "Indicazioni sui materiali di studio" Cerca nel catalogo
  • Silvia Gasparini, Appunti minimi di storia del diritto, 1, Antichità e medioevo; 2, Età moderna e contemporanea; 3, Documenti e testi. Padova: Imprimitur, 2000. si tratta ti testi soltanto consigliati, fruibili come materiale di ausilio allo studio e di approfondimento Cerca nel catalogo