Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
SCIENZA DELLE FINANZE (MOD. A)
GIP5070461, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2014)
GI0270, ordinamento 2014/15, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE DI TREVISO [999TV]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PUBLIC ECONOMICS (MOD. A)
Sito della struttura didattica http://www.giurisprudenza.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede TREVISO

Docenti
Responsabile STEFANO SOLARI SECS-P/01

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
GIP5070460 SCIENZA DELLE FINANZE ED ECONOMIA AZIENDALE (C.I.) STEFANO SOLARI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare SECS-P/03 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 24/09/2018
Fine attività didattiche 11/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2017

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Non ci sono prerequisiti particolari.

Lo studente deve possedere una buona conoscenza della lingua italiana e delle normali conoscenze di attualità economica italiana ed internazionale.
Si richiede la familiarità con la matematica delle scuole medie inferiori per poter agevolmente risolvere frazioni, percentuali, proporzioni, etc. Si richiede anche qualche conoscenza elementare di analisi funzionale (la retta, la pendenza e la media).
Il corso richiede delle normali capacità di comprensione, astrazione e ragionamento autonomo garantite dal superamento delle scuole medie superiori. Dal corso di Economia Politica, si intende acquisitoil modello stock-flussi, il calcolo di capitalizzazione e sconto e la definizione delle principali grandezze macroeconomiche. Non sono necessarie competenze di Ragioneria.
Sono richieste capacità di studio autonomo sui testi consigliati. E' anche richiesta una adeguata cultura generale ed un costante interesse per l'informazione politico-economica e finanziaria nazionale e internazionale.
Per trarre il massimo beneficio dal corso, è necessario che lo studente abbia delle normali capacità informatiche per collegarsi al sito della Scuola per l'accesso ai materiali utili allo studio.
Conoscenze e abilita' da acquisire: L'obiettivo del corso è l'acquisizione da parte degli studenti di capacità di una autonomia nella comprensione e nell'analisi della situazione economica delle imprese (incluse le banche) e delle problematiche della gestione aziendale con particolare riferimento alla governance ed ai problemi fiscali.

Conoscenze: i principali problemi della gestione aziendale; il modello di bilancio ed i principi dell'equilibrio economico-finanziario; i criteri di valutazione degli attivi; gli aspetti istituzionali legati all'azienda. Il modulo di Scienza delle Finanze porterà ad acquisire i principi di funzionamento dell'ordinamento fiscale italiano e svilupperà soprattutto i temi della fiscalità dell'impresa.

Competenze: lo studente dovrà sviluppare appropriate capacità di comprensione e valutazione della situazione economico-finanziaria aziendale, con particolare attenzione al bilancio. Particolare enfasi è attribuita alla proprietà lessicale e alla precisione concettuale. Dovrà dimostrare di essere in grado di svolgere ragionamenti autonomi e logicamente corretti sui temi di analisi economica dell'azienda. In particolare, sarà capace di impostare una valutazione critica di un bilancio aziendale di un'impresa quotata. Dovrà essere in grado di impostare l'analisi di problemi legati all'applicazione dei tributi, con particolare attenzione alla definizione dell'imponibile e al calcolo del debito d'imposta.

Competenze trasversali: lo studente dovrà sviluppare appropriate capacità di comprensione e comunicazione degli argomenti delle materie. Dovrà dimostrare la capacità di collegamento tra aspetti giuridici-istituzionali e problemi economici. Sarà capace di ricercare autonomamente informazioni e documenti per lo studio delle problematiche aziendali.
Modalita' di esame: L'esame negli appelli ordinari è unico per il corso integrato. Comprende uno scritto di 90' con domande aperte o di semplici calcoli. Richiede preliminarmente la consegna di una tesina riguardante l'analisi di bilancio di un'impresa. La prova scritta comprende domande aperte, definizioni terminologiche e l'impostazione di semplici analisi economiche o calcoli di convenienza.

Il docente si riserva la facoltà di verificare le conoscenze dello studente tramite un colloquio orale se le circostanze lo rendono necessario.

Il docente effettua un'unica volta la correzione e discussione pubblica dello scritto.
Criteri di valutazione: Lo studente dovrà rispondere ai quesiti con proprietà terminologica e dovrà dimostrare la sua capacità di analisi e di ragionamento utilizzando gli strumenti teorici presentati nel corso. Dovrà dimostrare di avere acquisito il significato di termini specialistici ed il ruolo delle fondamentali istituzioni economiche, finanziarie e fiscali. Dovrà dimostrare di saper impostare il calcolo del rendimento, della liquidità, dell'imposta e di altre variabili cruciali nello studio aziendale.
Nella correzione degli elaborati si terrà conto principalmente dei seguenti criteri:
a) presenza e pertinenza dei contenuti richiesti;
b) coerenza logica nello svolgimento della trattazione;
c) chiarezza espositiva e completezza, con particolare attenzione alla precisione terminologica.

Il punteggio delle varie domande d'esame è esplicitato nel compito.
Il livello di eccellenza è rappresentato da una qualità delle risposte tale da evincere la capacità di comprensione e discussione di articoli specialistici-divulgativi su riviste scientifiche specializzate (ancorché non formalizzati).

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: A -INTRODUZIONE
1. I principi di distribuzione del carico tributario;
2. L’impresa e il sistema economico;
B- STRUTTURA DEL SISTEMA TRIBUTARIO
3. La struttura del sistema tributario ed i criteri di classificazione delle imposte;
4. L'incidenza delle imposte e la distorsione;
5. L'imposta personale sul reddito e la progressività;
6. L'imposta sul valore aggiunto;
C- L'IMPRESA
7. Pressione fiscale e forma giuridica dell'impresa;
8. La determinazione fiscale del reddito d'impresa;
9. Imposte sul reddito d'impresa ed investimenti;
10. Modelli alternativi di tassazione delle imprese;
D- LA TASSAZIONE INTERNAZIONALE
11. Neutralità e distorsione nel commercio internazionale;
12. L'IVA intracomunitaria;
13. La tassazione dei capitali;
14. Le direttive comunitarie sulla tassazione dei capitali.

All'inizio del corso sarà indicato il programma dettagliato e le relative specifiche sui materiali di studio nello spazio preposto per l'insegnamento nel sito Moodle della Scuola
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso prevede 48 ore di lezioni frontali sui temi trattati. Il docente propone anche approfondimenti su Moodle con discussione finale in aula.
I temi non trattati a lezione sono esclusi dal programma d'esame.
Un rendiconto degli argomenti svolti ed eventuali risposte alle richieste di chiarimenti formulate dagli studenti sono postate periodicamente nell'area moodle del corso sul sito della Scuola. Il docente mette a disposizione liberamente i lucidi delle lezioni nella stessa area web. E' prevista l'interazione ed il confronto con gli studenti sui temi trattati.
Sono previste alcune lezioni di approfondimento a carattere seminariale su temi specifici.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Ai frequentanti si consiglia il testo di di Bosi e GuerraIl versione aggiornata al 2018 che è estremamente accessibile, aggiornato e preciso. Il testo di Longobardi risulta complesso a causa della formalizzazione matematica, ma è possibile il suo studio tralasciando calcoli e formule non necessarie (si consiglia di partire dalla lettura dei lucidi delle lezioni).
Il docente inserisce il calendario delle lezioni ed il programma dettagliato, dispense e altri materiali di approfondimento su https://elearning.unipd.it/giurisprudenza/
Gli studenti possono porre domande al docente via e-mail che avranno risposte pubbliche sullo stesso sito.
Testi di riferimento:
  • Longobardi, Ernesto, Economia tributariaErnesto Longobardi. Milano [etc.]: MacGraw-Hill, --. ISBN: 9788838666308 Cerca nel catalogo
  • Bosi, Paolo; Guerra, M. Cecilia, I tributi nell'economia italiana, ed 2017. Bologna: Il Mulino, 2017. 978-88-15-26764-1 Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Questioning
  • Problem solving
  • Active quiz per verifiche concettuali e discussioni in classe
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Poverta' Zero Lavoro dignitoso e crescita economica Ridurre le disuguaglianze