Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA
Insegnamento
DIDATTICA E PEDAGOGIA PER L'INCLUSIONE
SUP3050690, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA (Ord. 2011)
IA1870, ordinamento 2011/12, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum DIDATTICA PADOVA [001PD]
Crediti formativi 10.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese INCLUSIVE PEDAGOGY AND TEACHING FOR INCLUSION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA (Ord. 2011)

Docenti
Responsabile ELISABETTA GHEDIN M-PED/03

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Didattica e pedagogia speciale M-PED/03 10.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LABORATORIO 2.0 32 18.0
LEZIONE 8.0 60 140.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 2018/19 01/10/2018 30/11/2019 GHEDIN ELISABETTA (Presidente)
AQUARIO DEBORA (Membro Effettivo)
VISENTIN SIMONE (Membro Effettivo)
4 2017/18 01/10/2017 30/11/2018 GHEDIN ELISABETTA (Presidente)
AQUARIO DEBORA (Membro Effettivo)
VISENTIN SIMONE (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenza degli assunti basilari della didattica generale e della pedagogia generale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di far acquisire strumenti concettuali e metodologici, conoscenze teoriche e competenze su aspetti rilevanti della didattica e pedagogia inclusiva. Particolare attenzione verrà riservata alla capacità di personalizzazione/individualizzazione della progettazione educativa e la capacità di attuare una didattica differenziata, volta a sostenere l'autodeterminazione del progetto di vita di ogni alunno. Alla fine del Corso lo studente avrà avuto la possibilità di approfondire tematiche legate alla conoscenza della storia della Pedagogia speciale: il concetto di educabilità della persona con disabilità, la cura educativa, la relazione educativa (J.M.G. Itard, E. Seguin, M. Montessori, L.S. Vygotskij) Verrà approfondito il percorso che ha portato dall'inserimento all'inclusione scolastica e sociale delle persone con disabilità attraverso l'analisi delle principali normative di riferimento in ambito nazionale e internazionale (L. 118/71, L. 517/77, L. 104/92, Dichiarazione di Salamanca del 1994, Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità del 2006l L. 107/15, D.L. 66/17). Lo studente avrà la possibilità di conoscere i principali documenti che vengono adottati per la progettazione educativa e la programmazione in ambito di disabilità in riferimento al Profilo di Funzionamento. Il Sistema di Classificazione del Funzionamento (ICF) verrà approfondito in relazione alla progettualità pedagogica e all'attuazione didattica attraverso la valorizzazione dell'attività e della partecipazione degli studenti in relazione alla costruzione di ambienti didattici inclusivi, in cui assume valore il costrutto della mediazione.
Connesso all'insegnamento il percorso laboratoriale si suddivide in due moduli: lo scopo del primo modulo (Pedagogia per l’inclusione) è quello di costruire il Manifesto dell'Educazione inclusiva inteso come dichiarazione di intenti e impegni per i futuri insegnanti. Lo scopo del secondo modulo (Didattica per l’inclusione) è quello di esperire e riflettere in merito a percorsi didattici inclusivi, ispirati alle dichiarazioni contenute nel Manifesto per l’inclusione elaborato nel primo periodo di laboratorio.
Modalita' di esame: La prova d'esame si svolgerà in forma scritta, con risposte aperte e/o con risposte chiuse e/o definizioni.
Per la parte laboratoriale viene richiesto di produrre il Manifesto dell'educazione inclusiva e connesso ad esso una progettazione didattica inclusiva che lo declini. L'esame verrà registrato nel momento in cui si saranno sostenute e superate le prove di didattica e pedagogia per l'inclusione e frequentati i laboratori collegati agli insegnamenti.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione saranno i seguenti: capacità di argomentazione rispetto ai contenuti affrontati, capacità di creare collegamenti tra le diverse aree tematiche, capacità di individuare appropriati riferimenti bibliografici; utilizzo di un linguaggio coerente con i temi della pedagogia e didattica per l'inclusione.
Contenuti: Lo stato dell’arte della Pedagogia Speciale;
Il percorso dall'inserimento all'inclusione scolastica e sociale
Il dibattito sull’inclusione scolastica nel contesto internazionale;
Promuovere la scuola come comunità inclusiva
La mediazione didattica
Universal Design for Learning
L'attenzione alla classe differenziata
Il co-insegnamento.
Dal progetto scolastico al progetto di vita.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni introduttive, discussioni in aula, eventuali incontri seminariali con esperti nell'ambito delle disabilità, attività didattiche integrative e/o esercitazioni didattiche in piccolo gruppo.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Gli studenti non frequentanti il corso sono tenuti ad approfondire l'"Introduzione ICF", che verrà fornita previo invio richiesta al seguente indirizzo di posta elettronica: elisabetta.ghedin@unipd.it
Testi di riferimento:
  • Tomlinson, Carol A., Adempiere la promessa di una classe differenziatastrategie e strumenti per un insegnamento attento alla diversitàCarol Ann Tomlinson. Roma: LAS, 2006. Cerca nel catalogo
  • Canevaro, A., Il ragazzo selvaggio. Handicap, identità, educazione. Bologna: EDB, 2017.
  • Ghedin E., Aquario D., Di Masi D., Co-teaching in action: Una proposta per promuovere l’educazione inclusiva,. --: --, 2013. L'articolo verrà caricato in piattaforma moodle e comunque è reperibile all'indirizzo http://ojs.pensamultimedia.it/index.php/sird/article/viewFile/19
  • Ghedin E., Conclusioni ICF e scuola.Sfide e opportunità per promuovere l'educazione inclusiva. Trento: Erickson, 2014. in Gomez Paloma (a cura di). ICF e scuola. Dalla sinergia istituzionale al progetto di vita, il materiale verrà caricato in piattaforma.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Problem based learning
  • Mappe concettuali
  • Scrittura riflessiva

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere Istruzione di qualita' Ridurre le disuguaglianze