Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
POLITICA INTERNAZIONALE E DIPLOMAZIA
Insegnamento
STORIA DIPLOMATICA (MOD. A)
EPP5070801, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
POLITICA INTERNAZIONALE E DIPLOMAZIA
SP1426, ordinamento 2008/09, A.A. 2016/17
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese DIPLOMATIC HISTORY (MOD. A)
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile FRANCESCO PETRINI SPS/06

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
EPP5070799 STORIA DIPLOMATICA (C.I.) ANTONIO VARSORI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE storico SPS/06 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/09/2016
Fine attività didattiche 21/01/2017
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2008

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Lo studente dovrà possedere una buona conoscenza della storia contemporanea con particolare riferimento alle vicende relative all'Italia dal compimento del processo risorgimentale a oggi.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine del corso lo studente dovrà aver acquisito una piena conoscenza, non solo dei vari aspetti della politica estera italiana dal periodo immediatamente successivo l'Unità sino ad oggi, ma anche una sensibilità critica e la padronanza delle maggiori correnti interpretative.
Modalita' di esame:
Criteri di valutazione: Al termine del corso il grado di competenze e di conoscenze sarà valutato attraverso una prova orale.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: Guerra, Economia e Società nel Lungo XX Secolo

L’egemonia statunitense ha imboccato il viale del tramonto? La Cina può diventare la nuova potenza egemonica globale? Come e da dove sono nati il Washington Consensus e la globalizzazione neo-liberista? Cosa è stato il Nuovo Ordine Economico Internazionale? La lunga pace post 1945 a cosa fu dovuta e perché entrò in crisi? Quanto contò la Grande Crisi nello scoppio della Seconda guerra mondiale? Quanto il "fattore Hitler"? Esiste una relazione tra le modalità dello sviluppo socio-economico delle società europee e lo scoppio della Prima guerra mondiale?

Il corso risponde a queste, e altre, domande approfondendo l’analisi delle dinamiche di conflitto (inteso in senso lato) nel corso del “lungo XX secolo”, cioè del periodo compreso tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XXI, periodo caratterizzato dall’ascesa e declino dell’egemonia statunitense.
Il corso poggia sull’assunto che non sia possibile una reale comprensione delle relazioni internazionali nell’era dell’industrializzazione e della democrazia di massa senza riferirsi agli sviluppi sociali ed economici generali. Da questa prospettiva si affronteranno questioni che vanno dalle cause della Prima guerra mondiale all’ascesa della Cina al ruolo di sfidante egemonico nei confronti degli Stati Uniti mettendo in rilievo il collegamento tra relazioni interstatali, sviluppo economico, dinamiche sociali.

L’obiettivo è fornire allo studente strumenti analitici adeguati per una lettura critica delle relazioni internazionali, passate e presenti.

È richiesta una adeguata conoscenza della storia delle relazioni internazionali. Perciò, nel caso di lacune o vuoti di memoria, suggerisco di fare riferimento ad un buon manuale, per esempio uno tra questi (NON si tratta di testi obbligatori di studio, quelli sono indicati sotto):

William Keylor, The XXth Century World, 1996(ISI-.F.2762)

René Girault, Histoires des relations internationales contemporaines, 2004(ISI-.C.237.1 e ISI-.C.237.2)

Antonio Varsori, Storia internazionale dal 1919 a oggi, il mulino, 2015
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Programma

Prima lezione (23/11): Introduzione al corso; un'alternativa all'approccio neorealista nello studio delle relazioni internazionali e la storia diplomatica (Gowan)

Seconda lezione (29/11): Conferenza del prof. Thomas Mehlhausen (Un. di Potsdam): Germany's role in European integration

Terza Lezione (30/11): Conferenza del prof. Thomas Mehlhausen (Un. di Potsdam): The legitimation of the European Union

Quarta Lezione (6/12): Il dibattito sulle origini della Prima guerra mondiale (Anievas, cap. 1)

Quinta Lezione (7/12): Lo sviluppo ineguale e combinato e lo scoppio della Prima guerra mondiale (Anievas, cap. 3)

Sesta lezione (13/12): Le origini della WWII: continuità e cambiamento nella politica estera tedesca. Parte I la repubblica di Weimar e il revisionismo "atlantico" di Stresemann (Anievas, cap. 5)

Settima lezione (14/12): Il nazismo al potere e lo scoppio della seconda guerra mondiale (Anievas, cap. 5)

Ottava lezione (20/12): La stabilizzazione dopo la Seconda guerra mondiale (Maier, cap. III e IV; Milward)

Nona lezione (21/12): Attività seminariale: il conflitto in Siria

Decima Lezione (10/1/2017): Sviluppo ineguale e crisi della Golden Age
(Arrighi, AS, cap. 4)

Undicesima Lezione (11/1): Le basi sociali della turbolenza globale e crisi dell’egemonia USA.
(Kalecki e Arrighi, AS, capp. 5 e 6)

Dodicesima Lezione (17/1): Il conflitto economico intercapitalista negli anni 1970-'80
(Parboni, capp. 4 e 5);

Tredicesima Lezione (18/1): Crisi terminale dopo la crisi-spia?
(Arrighi, AS, capp. 7 e 9)

Quattordicesima Lezione (24/1): La Cina verso l’egemonia?
(Arrighi, AS, capp. 10, 12 ed Epilogo)

Quindicesima Lezione (25/1): Attività seminariale: Trump e il declino statunitense
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Ad ogni lezione gli studenti sono tenuti a partecipare avendo letto i testi di riferimento (quelli indicati tra parentesi dopo l’argomento della lezione).

L'esame finale è scritto: due ore per due domande. I frequentanti potranno rispondere ad una sola domanda.

Il voto finale terrà conto della prova scritta e della partecipazione alle lezioni e ai seminari.

Il programma è lo stesso per frequentanti e non frequentanti.
Testi di riferimento:
  • Alan S. Milward, L'Europa in formazione. --: --, 1993. in Storia d’Europa, vol. 1, a cura di P. Anderson et al., Einaudi, 1993 Cerca nel catalogo
  • Alexander Anievas, Capital, the State and War. --: University of Michigan, 2014. capitoli 1, 3, 5 Cerca nel catalogo
  • M. Kalecki, Political Aspects of Full Employment. Political Quarterly, 14/4: --, 1943. si trova sul web, per es. a: http://courses.umass.edu/econ797a-rpollin/Kalecki--Political%20Aspects%20of%20Full%20Employment.pdf Cerca nel catalogo
  • Peter Gowan, A Calculus of Power. New Left Review: n. 16, 2002. Cerca nel catalogo
  • Charles S. Maier, Alla ricerca della stabilità. Bologna: il Mulino, 2003. capitoli 3 e 4 Cerca nel catalogo
  • Giovanni Arrighi, Adam Smith a Pechino. Genealogie del ventunesimo secolo. --: Feltrinelli, 2008. capp. 4, 5, 6, 7, 9, 10, 12 ed Epilogo Cerca nel catalogo
  • Parboni, Riccardo, Il conflitto economico mondiale. Finanza e crisi internazionale. Milano: Etas libri, 1985. capp. 4 e 5. Cerca nel catalogo