Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA CHIMICA E DEI PROCESSI INDUSTRIALI
Insegnamento
RECUPERO SISTEMI CONTAMINATI
INL1001817, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INGEGNERIA CHIMICA E DEI PROCESSI INDUSTRIALI
IN0530, ordinamento 2012/13, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese RECOVERY OF CONTAMINATED SYSTEMS
Sito della struttura didattica http://icm.dii.unipd.it/ingegneria-chimica-e-dei-processi-industriali/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dii/course/view.php?idnumber=2017-IN0530-000ZZ-2016-INL1001817-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile RENATO BONORA ING-IND/27

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ingegneria chimica ING-IND/27 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/09/2017
Fine attività didattiche 19/01/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
9 A.A. 2017/18 01/10/2017 30/11/2018 BONORA RENATO (Presidente)
LORENZETTI ALESSANDRA (Membro Effettivo)
ROSO MARTINA (Supplente)
8 A.A. 2016/17 01/10/2016 30/11/2017 BONORA RENATO (Presidente)
CONTE LINO (Membro Effettivo)
ROSO MARTINA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Sono richiesati concetti fondamentali della chimica e della fisica.
Non sono previste propedeuticità per il corso.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo scopo di questo corso è quello di creare la consapevolezza del fenomeno e dei rischi posti dai contaminanti nel suolo e sulle problematiche di risanamento delle acque sotterranee.
Acquisire competenze teoriche ed applicative per la bonifica di siti contaminati da attività antropiche con riferimento alla normativa italiana e comunitaria. Capacità di utilizzare in modo critico le conoscenze e le metodologie acquisite per un possibile sviluppo professionale.
Alla fine del corso lo studente sarà in grado di identificare le caratteristiche e la rilevanza di un sito contaminato, esprimere pareri e opinioni sulle tecniche e sui processi di bonifica in un contesto multidisciplinare professionale.
Modalita' di esame: Esame scritto sulla parte teorica e su casi pratici presentati durante il corso.
Criteri di valutazione: Le domande d'esame si basano sugli obiettivi del corso. Gli studenti devono dimostrare la conoscenza della materia con risposte logiche e integrate.
L'esame include risposte brevi, problem-solving, schematizzazione semplice ma efficace di schemi di processo e di impianto.
Contenuti: Introduzione del corso e spiegazione delle modalità di esame, come affrontare l'esame, criteri di valutazione.

La difesa del territorio: politiche ambientali nell’EU e in Italia. Titolo V "Bonifica di siti contaminati", parte quarta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 "Norme in materia ambientale".

Tipologie di inquinamento del suolo e delle acque di falda. Maggiori inquinanti e sorgenti di inquinamento antropico del suolo e delle acque sotterranee.
Proprietà chimiche e fisiche del suolo e delle acque sotterranee. Parametri caratterizzanti un acquifero. Fattori che influenzano il comportamento degli elementi chimici nei suoli.

Caratterizzazione dei siti contaminati.
Approccio interdisciplinare per la caratterizzazione degli acquiferi. Principali metodologie e criteri adottati nella caratterizzazione e monitoraggio dei siti contaminati delle aree terrestri e acquatiche.
Criteri e le modalità di progettazione ed esecuzione della caratterizzazione ambientale per un sito potenzialmente contaminato. Determinazione dei valori di fondo di metalli e metalloidi nei suoli e delle sostanze inorganiche nelle acque sotterranee.

Ingegneria dei fenomeni di trasporto degli inquinanti nell’insaturo e nel saturo.

Analisi dei risultati della caratterizzazione ed elaborazione di un modello concettuale, preliminare e definitivo.
Criteri metodologici per l'applicazione dell'analisi di rischio ai siti contaminati. Proprietà chimico-fisiche e tossicologiche dei contaminanti.
Metodologie per l’analisi di rischio sanitario ambientale sito-specifica.

Messa in sicurezza d'urgenza. Scopo e principali tipologie di intervento.

Messa in sicurezza operativa. Scopo e principali tipologie di messa in sicurezza d'urgenza. Esempi di misure di messa in sicurezza operativa, mitigative e di contenimento.

Bonifica, contesto normativo e indicazioni tecniche per la bonifica dei suoli e delle acque sotterranee.
Bonifica e ripristino ambientale/messa in sicurezza permanente.
Interventi su siti contaminati non interessati da attività produttive in esercizio.
Definizione degli obiettivi di bonifica/messa in sicurezza permanente, determinati dall'analisi di rischio sito-specifica, con riferimento alla destinazione d'uso del sito.
Classificazione degli interventi: in-situ, ex-situ/on site, ex-situ off-site.
Criteri di selezione delle tecnologie di bonifica, aspetti tecnici e gestionali relativi alla realizzazione degli interventi. Matrice di screening delle tecnologie di bonifica. Fattori che possono limitare l'applicabilità e l'efficacia dei processi di bonifica.
Applicazione di pump and treat, ossidazione / riduzione chimica in situ, barriere permeabili reattive, soil venting e soil vapour extraction. Tecnologie di biorisanamento, attenuazione naturale controllata. Fattori che possono limitare l'applicabilità e l'efficacia dei processi di bonifica.
Modalità di gestione dei sedimenti contaminati, monitoraggio delle attività di bonifica, soluzioni gestionali e tecnologie per il trattamento dei sedimenti contaminati. Tecnologie di riscaldamento e incenerimento come metodi di bonifica in-situ, ex-situ/on site, ex-situ off-site.
Illustrazione di casi studio di bonifica.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le conoscenze sono fornite principalmente attraverso lezioni frontali. Gli studenti saranno incoraggiati ad apprendere attraverso letture indipendenti, in questo gli studenti saranno supportati dal docente con la fornitura di materiale bibliografico. Un'occasione supplementare di apprendimento sarà fornita da una conferenza tenuta da un ospite qualificato.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per mezzo della piattaforma Moodle sono forniti: testo (pdf) degli appunti del docente (di riferimento). Inoltre, per stimolare l'interesse all'approfondimento, di volta in volta, sarà fornito materiale bibliografico, come selezione di parti di libro, articoli scientifici, documenti normativi, ecc. e libri consigliati.
Testi di riferimento: