Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA DELLA SICUREZZA CIVILE E INDUSTRIALE
Insegnamento
SICUREZZA NEL TRASPORTO E NELLE INFRASTRUTTURE STRATEGICHE
INP6075199, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INGEGNERIA DELLA SICUREZZA CIVILE E INDUSTRIALE
IN2291, ordinamento 2016/17, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum INDUSTRIALE [002PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese SAFETY AND SECURITY IN TRANSPORT AND STRATEGIC INFRASTRUCTURE
Sito della struttura didattica http://is.dii.unipd.it/ingegneria-della-sicurezza-civile-e-industriale/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ROBERTO SOCAL
Altri docenti GIANNANDREA BIANCHINI

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
INL1001982 TRASPORTO AEREO E SICUREZZA ROBERTO SOCAL IN0511

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative ING-IND/03 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2016

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 A.A. 2018/19 01/10/2018 30/11/2019 RIZZOLO IVAN (Presidente)
BRISOTTO CLAUDIA (Membro Effettivo)
1 A.A. 2017/18 01/10/2017 30/11/2018 SOCAL ROBERTO (Presidente)
BIANCHINI GIANNANDREA (Membro Effettivo)
ZACCARIOTTO MIRCO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Nessun prerequisito particolare, conoscenze di base della scuola media superiore
Conoscenze e abilita' da acquisire: Capacità di un orientamento costruttivo immediato in ambito di safety / security anche ad alto livello tecnologico sia industriali caratterizzati da una natura sensibile, sia in ambito aeroportuale o in altri ambiti trasportistici.
Modalita' di esame: Unicamente in forma scritta. Saranno proposti alcuni argomenti ampiamente trattati nel corso sui quali l'allievo dovrà formulare le proprie considerazioni / risposte nei termini richiesti. Il numero degli argomenti è orientativamente superiore a sei per un punteggio complessivo di 31 cui corrisponde il voto massimo di 30 e lode.
Criteri di valutazione: Si terrà in particolare conto la capacità dell'allievo di orientarsi correttamente e con chiarezza nell'ambito dell'argomento proposto. Potranno essere valutati altresì gli approfondimenti eventualmente sviluppati autonomamente dall'allievo sulla spinta dei particolari interessi personali.
Contenuti: 1 Presentazione corso e sue finalità. Modalità di valutazione finale. Doti richieste all’operatore di safety e security. Esempio della gru da cantiere.
2 Ambito Tecnico-giuridico di Safety e Security – Autotutela dell’operatore.
3 L’analisi critica di Safety e Security di alcuni eventi fortemente distruttivi
4 L’individuazione delle zone e delle situazioni a rischio
5 Metodi di cifratura per la sicurezza dei dati sensibili. Norme prudenziali.
6 Le recinzioni perimetrali - Tipologia e caratteristiche tecnico-difensive.
7 I livelli di rischio in ambito di security.
8 La videosorveglianza dei siti a rischio.
9 Tecniche di camouflage in ambito di security aeroportuale e dei siti a rischio
10 Tecniche di interdizione dei varchi.
11 Cenni di esplosivistica.
12 La difesa nei confronti degli effetti esplosivi.
13 Cenni sulla normativa europea in ambito di sicurezza del trasporto aereo
14 Il concetto di amplificazione - Cenni su tubi a Vuoto, Transistor e Fet.
15 Il concetto di attenuazione - Il Decibel.
16 L’elettronica a bassa e alta impedenza di ingresso - Le problematiche random.
17 Differenza tra Elettronica analogica e digitale.
18 Le porte logiche AND – OR – NOT.
19 I sensori elettrici ed elettronici di rilevazione di presenza e/o intrusione.
20 Prevenzione di interferenze e danni elettromagnetici all’elettronica di sorveglianza.
21 L’utilizzo dell’elettronica in ambito di azioni ostili contro i siti a rischio.
22 Tecniche di danneggiamento e/o interferenza a bassa tecnologia.
23 La domanda di trasporto aereo e rischi connessi.
24 Il sistema Hub e Spoke rispetto a quello Punto – Punto.
25 Cenni di Oplologia. Balistica Interna, Esterna e Terminale.
26 Gli elementi della traiettoria nell’aria.
27 Gli elementi costitutivi della moderna cartuccia per arma liscia e suo impiego ostile.
28 Gli elementi costitutivi della moderna cartuccia per arma rigata e suo impiego ostile.
29 L’analisi a vista dei reperti balistici e valutazione della loro pericolosità.
30 Definizione di densità sezionale. Il Coefficiente balistico e relativa importanza.
31 Note teorico-pratiche sulla stabilizzazione di un proiettile cilindro-ogivale.
32 Valutazione della pericolosità di armi repertate o individuate dalla sorveglianza.
33 La protezione antisniper dei siti sensibili in particolare di quelli aeroportuali.
34 Impianti di Radionavigazione esposti a interferenze ostili (RADAR - ADF – VOR - ILS – MLS)
35 Diagrammi di irraggiamento antenne e loro riconoscimento in ambito ostile.
36 Il pericolo per i siti a rischio costituito da Droni e Aeromodelli.
37 Modalità e potenzialità della sorveglianza satellitare dei siti a rischio
38 Principi di meccanica orbitale.
39 La sorveglianza panoramica prossima, tramite droni, dei siti a rischio
40 La protezione soft kill / hard kill antidrone.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Sulla traccia del materiale fornito ad inizio ed a metà corso, in via informatica, verrà sviluppata la trattazione della materia modulandola opportunamente in relazione all'interesse, alle capacità ed alla preparazione di base del referente.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: In relazione all'ampio ventaglio di argomenti trattati non è assolutamente possibile fornire a priori dei riferimenti bibliografici particolari. Citati riferimenti saranno quindi forniti di volta in volta in relazione alle richieste in tal senso del referente ed ovviamente calibrati sulla figura del richiedente.
Testi di riferimento: