Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE STORICHE
Insegnamento
FONTI E METODI DELLA RICERCA MEDIEVISTICA
LE01122543, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE STORICHE
LE0607, ordinamento 2013/14, A.A. 2016/17
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MEDIAEVAL HISTORY RESEARCH METHODS AND SOURCES
Sito della struttura didattica http://www.dissgea.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scienzeumane/course/view.php?idnumber=2016-LE0607-000ZZ-2016-LE01122543-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile FRANCESCO VERONESE 000000000000
Altri docenti GIANMARCO DE ANGELIS M-STO/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-STO/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 27/02/2017
Fine attività didattiche 09/06/2017
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 Commissione 2016/17 01/06/2017 30/11/2017 VERONESE FRANCESCO (Presidente)
DE ANGELIS GIANMARCO (Membro Effettivo)
4 Commissione 2015/16 01/10/2015 30/11/2016 DE ANGELIS GIANMARCO (Presidente)
LA ROCCA MARIA CRISTINA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Buona conoscenza dei lineamenti istituzionali della storia altomedievale e familiarità con la lingua latina.
Conoscenze e abilita' da acquisire: La prima parte del corso verterà sull’analisi e l’interpretazione delle fonti agiografiche tra la tarda antichità e l’alto medioevo, con particolare attenzione per l’arco cronologico compreso tra l’VIII e il IX secolo. Scopo di questa prima parte è di trasmettere criteri scientifici di analisi e interpretazione dei testi agiografici in quanto fonti storiche, di modo da permettere agli studenti di poter autonomamente approcciare lo studio di un testo critico, apprezzarne le modalità compositive, comprenderne il contesto di origine e circolazione. Lo scopo di un focus privilegiato sull’età carolingia è poi quello di favorire negli studenti l’applicazione di concetti, definizioni e strumenti di indagine dei testi agiografici a un contesto storico definito, al fine di approfondire i significati e gli usi che le agiografie assunsero al loro interno, in dialogo con un più generale quadro ideologico e culturale, ma anche con altri tipi di produzione testuale.
La seconda parte del corso sarà dedicata alle fonti documentarie per la storia d'Italia agli esordi dell'età carolingia. Fornita la necessaria strumentazione concettuale e metodologica per una critica delle scritture diplomatiche altomedievali, ci si concentrerà sulla situazione del regnum Italiae fra i secoli VIII e IX: l'obiettivo, oltre a quello di agevolare negli studenti l'acquisizione di autonomia di lettura, interpretazione e analisi di alcune particolari tipologie di testimonianze scritte, è di fornire spunti e strumenti di riflessione che stimolino a valorizzare i processi di produzione, uso e conservazione della documentazione archivistica entro le modifiche dei quadri politico-istituzionali di riferimento e, in particolare, alla luce delle più intense fasi di transizione, interrogandosi sulle forme che la documentazione 'pubblica' e 'privata' assume in relazione alle funzioni che essa è chiamata a svolgere.
Modalita' di esame: L'esame consisterà in una discussione orale alla fine del corso.
Criteri di valutazione: La prova finale verterà sull'accertamento sia delle conoscenze teoriche acquisite durante le lezioni frontali sia delle capacità di illustrazione e analisi dei materiali volta per volta discussi.
Contenuti: Il corso, come anticipato, si svilupperà in due moduli.
Nel primo modulo l’attenzione si concentrerà sui testi agiografici, e in particolare su quelli di epoca carolingia. Durante le prime lezioni saranno affrontati temi generali di critica dei testi agiografici: definizioni, strumenti, approcci e metodi, oltre a un rapido excursus sulla storia del loro studio critico e scientifico. Successivamente si fornirà un quadro riassuntivo sulla storia della produzione agiografica dalle sue origini all’epoca carolingia, soffermandosi sulla diversificazione dei generi e una loro contestualizzazione storica. Si passerà quindi a esaminare più da vicino l’epoca prettamente carolingia: saranno messi in rilievo, anche tramite la lettura diretta di alcuni testi, i principali cambiamenti cui la produzione agiografica andò incontro in questa fase, tanto nei suoi contenuti, quanto nei suoi scopi, quanto ancora nelle modalità della sua redazione e diffusione.
Il secondo modulo verterà sulle fonti documentarie prodotte in Italia agli esordi della dominazione carolingia. Passati in rassegna le edizioni e i principali strumenti di consultazione (repertori, bibliografie, sia cartacee sia on line), se ne illustrerà l'articolazione tipologica, verificando innanzitutto fratture e continuità rispetto al periodo longobardo, e ci si interrogherà sugli attori sociali e sugli ambiti giuridici maggiormente documentati dopo la conquista franca. Particolare attenzione, incrociando le testimonianze delle fonti normative coeve e attraverso l'analisi di alcuni casi specifici tratti dalla sfera giudiziaria, sarà rivolta a trattare del valore riconosciuto dai contemporanei al documento scritto.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni saranno frontali, sempre condotte con ampia esemplificazione dei contenuti e attraverso pratiche esercitazioni sui materiali oggetto di studio, e talune prevedranno specifici sviluppi seminariali al fine di stimolare l’attiva partecipazione degli studenti.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Materiale didattico e riproduzioni di documenti saranno forniti durante le lezioni.
Gli studenti frequentanti baseranno la preparazione dell’esame sugli appunti delle lezioni e terranno presenti, come quadro bibliografico di riferimento, i testi di seguito elencati.
Per entrambi i moduli del corso, gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare i docenti al fine di concordare un programma alternativo.
Testi di riferimento:
  • P.J. Fouracre, The Origins of the Carolingian Attempt to Regulate the Cult of Saints, in Howard-Johnston-Hayward (ed.), Essays Peter Brown, p. 143-165. Oxford: Oxford University Press, 1999.
  • P.J. Geary, Saints, Scholars, and Society: The Elusive Goal, in Geary, Living with the saints, p. 9-29. Ithaca-London: Cornell University Press, 1994.
  • J.M.H. Smith, , Old Saints, New Cults: Roman Martyrs in Carolingian Francia, in Smith (ed.), Essays Donald Bullough, p. 317-334. Leiden: Brill, 2000. Cerca nel catalogo
  • F. Stella, Traslazione e miracoli dei santi Marcellino e Pietro. Storia di scoperte e trafugamenti di reliquie nell’Europa carolingia. Ospedaletto (PI): Pacini, 2009. Cerca nel catalogo
  • P. Cammarosano, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, p. 1-111. Roma: La Nuova Italia Scientifica, 1991. Cerca nel catalogo
  • F. Bougard, “Tempore barbarici”? La production documentaire publique et privée, in Gasparri (ed.), 774. Ipotesi su una transizione, p. 331-352. Turnhout: Brepols, 2008. Cerca nel catalogo
  • R. McKitterick, Unity and diversity in Carolingian administrative practice, in Erhart (ed.) Die Privaturkunden der Karolingerzeit, p. 85-94. Dietikon-Zurigo: Graf, 2009.
  • C. Mantegna, Il documento privato di area longobarda in età carolingia, in Erhart (ed.) Die Privaturkunden der Karolingerzeit, p. 57-71. Dietikon-Zurigo: Graf, 2009. Cerca nel catalogo