Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
LINGUISTICA
Insegnamento
METODI LINGUISTICI DI ANALISI DI TESTI
LE01122618, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
LINGUISTICA
LE0610, ordinamento 2008/09, A.A. 2016/17
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese LINGUISTIC METHODS FOR TEXT ANALYSIS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scienzeumane/course/view.php?idnumber=2016-LE0610-000ZZ-2016-LE01122618-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MICHELE CORTELAZZO L-FIL-LET/12

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE01122618 METODI LINGUISTICI DI ANALISI DI TESTI MICHELE CORTELAZZO IF0315

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Metodologie linguistiche, filologiche e semiotiche L-FIL-LET/12 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 27/09/2016
Fine attività didattiche 20/01/2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 1819 01/10/2018 30/11/2019 CORTELAZZO MICHELE (Presidente)
AFRIBO ANDREA (Membro Effettivo)
TUZZI ARJUNA (Supplente)
3 1617 01/10/2016 30/11/2017 CORTELAZZO MICHELE (Presidente)
DI BENEDETTO CHIARA (Membro Effettivo)
AFRIBO ANDREA (Supplente)
TUZZI ARJUNA (Supplente)
2 1718 01/10/2017 30/11/2018 CORTELAZZO MICHELE (Presidente)
AFRIBO ANDREA (Membro Effettivo)
TUZZI ARJUNA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Il corso non richiede prerequisiti specifici (se non quelli derivanti dalle competenze acquisite nei corsi triennali che consentono l'iscrizione alle lauree magistrali che includono il corso nel loro progetto didattico).
Per farsi una prima idea generale dei contenuti del corso è consigliabile leggere lo "speciale" del sito Treccani sul tema "Per trovare la mano dell'autore": http://www.treccani.it/lingua_italiana/speciali/attribuzione/mainSpeciale.html.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Gli studenti:
- acquisiranno strumenti qualitativi e, soprattutto, quantitativi per giungere all'individuazione dell'autore di testi di autorialità incerta o discussa;
- acquisiranno conoscenze generali su falso, plagio, contaminzione, imitazione, autorialità incerta;
- acquisiranno esperienza su casi interessanti di opere di autorialità incerta.
Modalita' di esame: L'esame è orale. Agli studenti non frequentanti verranno chiesti argomenti contenuti nei libri citati nella bibliografia (con eventuali modifiche comunicate nella pagina docente).
Agli studenti frequentanti (considero tali quanti hanno frequentato almeno 30 ore di lezione) verranno chiesti argomenti effettivamente trattati durante il corso. I materiali presentati a lezione saranno resi disponibili nella pagina moodle del corso.
Criteri di valutazione: La valutazione degli apprendimenti acquisiti si baserà sulle competenze analitiche e sulle conoscenze dimostrate nel corso del colloquio. Per gli studenti frequentanti si terrà conto anche del livello di partecipazione alle discussioni in aula.
Contenuti: La necessità di individuare l'autore di testi anonimi o apocrifi è diffusa in diversi campi: in letteratura, in ambito giudiziario, nel campo dell'educazione.
In ambito letterario ci sono casi classici ed insoluti di autorialità ignota (il caso più famoso e più recente è quello di Elena Ferrante; ma anche l'attribuzione a Eugenio Montale del Diario postumo è messa in discussione; in altri ambiti culturali è stata messa in dubbio l'attribuzione a Moliere di alcune opere, mentre è stato dimostrato, anche con argomenti testuali, che Robert Galbraith, autore di un romanzo giallo, è in realtà J. K. Rowling). Ma l'attribuzione d'autore può entrare in gioco nella traduzione o in filologia (quanto contano traduttore o editore nella configurazione linguistica dei testi tradotti o editi?).
Il corso affronterà questi temi:
1. Criteri qualitativi e quantitativi di analisi dei testi
2. Il concetto di similarità testuale come premessa all'attribuzione d'autore
3. Studio di alcuni casi italiani (Elena Ferrante, Eugenio Montale, Antonio Gramsci)
4. Opere originali, traduzioni, edizioni.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'insegnamento verrà svolto per circa il 40% sotto forma di lezioni frontali di inquadramento generale del tema e per circa il 60% sotto forma di seminario, con l'analisi di casi esemplari (eventualmente anche con relazioni da parte degli studenti).

Il programma potrà subire modifiche di dettaglio o precisazioni, poiché il corso sviluppa temi che sono oggetto di ricerca da parte del docente.
Per questa ragione è raccomandata la frequenza, nel rispetto dell'art. 28, comma 1 del Regolamento carriere studenti (www.unipd.it/download/file/fid/39960): "Lo studente iscritto all’Università ha il diritto/dovere di frequentare le lezioni e di partecipare attivamente a tutte le attività formative previste dal Corso di studio cui è iscritto secondo le modalità previste dal Regolamento didattico del corso di studio".
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I materiali didattici, diversi da quelli indicati in bibliografia,saranno reperibili nella pagina del corso in Moodle.

La bibliografia sotto riportata è indicativa. L'effettiva bibliografia per l'esame verrà precisata al termine del corso.

Saranno testi di riferimento secondario i seguenti:
Cortelazzo, M.A., Nadalutti, P., Tuzzi, A. (2013), Improving Labbé’s Intertextual Distance: Testing a Revised version on a Large Corpus of Italian Literature, Journal of Quantitative Linguistics, 20(2), 125-152.
Fitzgerald J. R. (2004), Using a forensic linguistic approach to track the Unabomber, in Profilers. Leading investigators take you inside the criminal mind, a cura di John H. Campbell e Don DeNevi, Prometheus Book, New York.
Juola, P. (2015), The Rowling Case: A Proposed Standard Analytic Protocol for Authorship Questions, Digital Scholarship in the Humanities, Advance Access pub. October 19, 2015
Labbé, C., Labbé, D. (2001). Inter-Textual Distance and Authorship Attribution. Corneille and Molière, Journal of Quantitative Linguistics, 8(3), 213-231.

L'articolo di Cortelazzo/Nadalutti/Tuzzi citato tra i testi di riferimento si trova in rete all'indirizzo http://lexicometrica.univ-paris3.fr/jadt/jadt2012/Communications/Cortelazzo,%20Michele%20A.%20et%20al.%20-%20Una%20versione%20iterativa%20della%20distanza%20intertestuale.pdf

In seguito allo spostamento di semestre del corso, gli studenti non frequentanti iscritti al secondo anno hanno il diritto di scegliere, nella sola sessione invernale 2017, tra questo programma e quello dell'a.a. 2015-16.
Testi di riferimento:
  • Cortelazzo, Manlio; Tuzzi, Arjuna, Metodi statistici applicati all'italiano. Bologna: Zanichelli, 2008. Cerca nel catalogo
  • Cortelazzo, Michele A., Metodi qualitativi e quantitativi di analisi dei testi. --: --, --. "Contemporanea" 2/2013, pp. 299-310 Cerca nel catalogo
  • Cortelazzo, Michele A. - Nadalutti, Paolo - Tuzzi, Arjuna, Una versione iterativa della distanza intertestuale applicata a un corpus di opere della letteratura italiana contemporanea. Liège-Bruxelles: LASLA-SESLA,, 2012. in Anne Dister, Dominique Longrée, Gérald Purnell (éds), Jadt 2012, pp. 295-307 Cerca nel catalogo