Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE FILOSOFICHE
Insegnamento
STORIA DELL'ESTETICA CONTEMPORANEA
LE01122756, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE FILOSOFICHE
LE0614, ordinamento 2008/09, A.A. 2016/17
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF CONTEMPORARY AESTHETICS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GIOVANNI GURISATTI M-FIL/06

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-FIL/04 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 27/09/2016
Fine attività didattiche 20/01/2017
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 STORIA DELL'ESTETICA CONTEMPORANEA 2016/2017 01/10/2017 30/11/2019 GURISATTI GIOVANNI (Presidente)
TOMASI GABRIELE (Membro Effettivo)
GHILARDI MARCELLO (Supplente)
5 STORIA DELL'ESTETICA CONTEMPORANEA 2016/2017 01/10/2016 30/11/2017 GURISATTI GIOVANNI (Presidente)
TOMASI GABRIELE (Membro Effettivo)
PASQUALOTTO GIANGIORGIO (Supplente)
4 STORIA DELL'ESTETICA CONTEMPORANEA 2015/2016 01/10/2015 30/11/2016 GURISATTI GIOVANNI (Presidente)
TOMASI GABRIELE (Membro Effettivo)
PASQUALOTTO GIANGIORGIO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Il corso non prevede prerequisiti.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il percorso didattico è finalizzato all’acquisizione degli strumenti metodologici e interpretativi utili a delimitare il luogo, ovvero l’orizzonte di senso complessivo in cui possono essere comprese – in prospettiva storica – la problematica estetica della “derealizzazione mediatica” e la problematica etica, a essa connessa, della “costituzione di sé”.
Modalita' di esame: Colloquio orale.
Criteri di valutazione: La valutazione farà riferimento all’acquisizione delle capacità di: 1. Chiarezza nella comprensione e nella esposizione descrittiva dei contenuti sviluppati oralmente durante le lezioni e nella lettura dei testi indicati in bibliografia; 2. Rigore nell’analisi, spiegazione e interpretazione dei testi filosofici e degli studi di settore a tema nel corso; 3. Analisi critica e approfondimento personale-originale degli argomenti proposti.
Contenuti: Titolo: DEREALIZZAZIONE MEDIATICA ED EST-ETICA DELL’ESISTENZA. – Molti grandi interpreti del mondo contemporaneo – da Benjamin a Baudrillard – sono concordi circa l’effetto estetico di “derealizzazione” (perdita di realtà e di senso della realtà) determinato dalla capillare diffusione, nel corpo sociale, dei mass-media, giunta a livelli parossistici con la “rivoluzione digitale”, la Rete e le tecnologie informatiche. La “mediatizzazione” iper-tecnologica del mondo ha un effetto non solo “formativo” – in quanto dà forma al mondo e ai modi di accedere percettivamente a esso –, ma anche “performativo”, in quanto condiziona e determina il nostro ethos, ovvero il nostro carattere e modo di essere, il nostro comportamento e modo di agire. Si rende quindi necessaria non solo una “estetica” della derealizzazione mediatica – per comprenderne i meccanismi di fondo –, ma anche un’“etica” della stessa che consenta ai soggetti di “bene navigare” non solo “fuori” dalla Rete – nella vita reale di tutti i giorni –, ma anche “dentro” la Rete – nella vita virtuale di tutti i giorni. Il corso intende analizzare le coordinate teoriche e pratiche di una “est-etica” dell’esistenza, intesa come governo di sé e governo degli altri, al fine di “abitare” al meglio anche quella virtual community che può presentarsi sia come choc della più spietata omologazione, neutralizzazione, sopraffazione degli individui, sia come chance della loro più salutare cooperazione, interazione, condivisione.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni si svolgeranno con modalità frontale, tramite l’esposizione, la lettura di testi e la proiezione di immagini da parte del docente. Alla conclusione di ogni breve ciclo espositivo, a scadenza regolare, si terranno lezioni-seminario collettive in cui tutti saranno invitati a intervenire e a fornire il proprio contributo di idee e di riflessioni sui temi trattati.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: All'esame lo studente dovrà presentare i due testi obbligatori per tutti (vedi sotto) PIÙ altri due testi, rientranti nella rosa di autori trattati nei due testi obbligatori, da concordarsi con il docente. Il docente fornirà una lista di opzioni. - La frequenza delle lezioni, benché auspicabile, non è obbligatoria. Gli studenti impossibilitati a frequentare sono tuttavia invitati a prendere contatto con il docente in tempo utile prima dell’esame per verificarne le modalità e le eventuali modifiche da apportare alla bibliografia.
Testi di riferimento:
  • Giovanni Gurisatti, Scacco alla realtà. Dialettica ed estetica della derealizzazione mediatica. Macerata: Quodlibet, 2012. Testo obbligatorio per tutti Cerca nel catalogo
  • Giovanni Gurisatti, L'animale che dunque non sono. Filosofia pratica e pratica della filosofia come est-etica dell'esistenza. Milano-Udine: Mimesis, 2016. Testo obbligatorio per tutti Cerca nel catalogo