Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
SCIENZE POLITICHE, STUDI INTERNAZIONALI, GOVERNO DELLE AMMINISTRAZIONI
Insegnamento
IL SISTEMA INTERNAZIONALE DALLA GUERRA FREDDA AL MONDO MULTIPOLARE (MOD. B)
EPP4068093, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE POLITICHE, STUDI INTERNAZIONALI, GOVERNO DELLE AMMINISTRAZIONI
SP1843, ordinamento 2011/12, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum STORIA E POLITICA INTERNAZIONALE [003PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese THE INTERNATIONAL SYSTEM: FROM THE COLD WAR TO A MULTIPOLAR WORLD
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile VALENTINE LOMELLINI SPS/06

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
EPP4068091 STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI (C.I.) VALENTINE LOMELLINI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE discipline storico-politiche SPS/06 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti:
Conoscenze e abilita' da acquisire:
Modalita' di esame:
Criteri di valutazione:

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: Il corso muoverà dalla genesi della Guerra Fredda sino al crollo del Muro di Berlino, tracciando le dinamiche internazionali fondamentali del periodo compreso tra la metà degli anni Quaranta ed i primi anni Novanta, concludendo con qualche cenno sui caratteri generali della fase successiva.

Coerentemente alle principali correnti storiografiche del momento, si valorizzerà la correlazione tra gli aspetti di politica internazionale e la dimensione interna, con particolare riferimento alle principali potenze europee ed extraeuropee, e ad alcuni casi di studio nazionali.

Oggetto del corso saranno non solamente le relazioni diplomatiche tradizionalmente intese, ma anche i rapporti tra attori non governativi come i partiti, i movimenti di protesta, le organizzazioni terroristiche italiane ed internazionali, nella direzione di una storia transnazionale.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso sarà costituito da lezioni frontali con momenti di approfondimento e di confronto sviluppati anche grazie all'ausilio di documenti archivistici e documenti audiovisivi d'epoca.

All'interno del corso, è previsto un laboratorio di approfondimento sul terrorismo e la sicurezza internazionale, ove gli studenti saranno chiamati a partecipare in modo attivo sviluppando una riflessione autonoma.

Orientativamente, le lezioni saranno così suddivise:

PRIMA PARTE
1) Dalla Grande Alleanza antifascista alla Guerra Fredda;
2) La Guerra Fredda e la costruzione dei blocchi contrapposti: politica, economia, società;
3) La “prima distensione” e la stabilizzazione della situazione europea;
4) La “coesistenza competitiva”;
5) Oltre lo scenario europeo: Medio Oriente, Indocina e decolonizzazione;
6) La "grande distensione" e le crisi in seno ai blocchi. Movimenti di contestazione in prospettiva transnazionale;
7) La "grande distensione": conseguenze interne di un fenomeno internazionale;
8) L'evoluzione del sistema economico internazionale da Bretton Woods agli anni Settanta: linee fondamentali;

SECONDA PARTE
9) La crisi della distensione internazionale: Afghanistan e Polonia;
10) Reagan e l'emergere della "seconda guerra fredda";
11) Il crollo del sistema sovietico e la fine del mondo bipolare;
12) I principali caratteri del mondo multipolare.

TERZA PARTE (MONOGRAFICA)
13) Gli anni di piombo in Italia: collegamenti internazionali del terrorismo italiano;
14) Dal 1968 al terrorismo radicale;
15) Il terrorismo internazionale tra il mondo bipolare e il mondo multipolare;
16) Le risposte degli Stati (1): la Comunità e l'Unione Europea
17) Le risposte degli Stati (2): gli Stati Uniti.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: La verifica dei contenuti si baserà sullo studio del manuale di A. Varsori e, in aggiunta, UNO a scelta tra i volumi indicati.
Testi di riferimento:
  • Varsori, Antonio, Storia internazionale. Dal 1919 ad oggi. Bologna: il Mulino, 2015. Dal capitolo IV al capitolo X inclusi Cerca nel catalogo
  • Lomellini, Valentine (a cura di), L’Italia degli anni di piombo. Politica e percezioni degli attori locali e internazionali nell’Europa della Guerra fredda. Firenze-Milano: Le Monnier-Mondadori education, --. Il testo è in corso di pubblicazione. Verificare l'esattezza del titolo chiedendo alla docente. Cerca nel catalogo
  • Chaliand G., Blin A., Storia del terrorismo. Dall'antichità ad Al Quaeda. Torino: Utet, 2007. Cerca nel catalogo