Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA GESTIONALE
Insegnamento
COSTRUZIONE DI MACCHINE
INP3049974, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INGEGNERIA GESTIONALE
IN0509, ordinamento 2011/12, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MACHINE DESIGN
Sito della struttura didattica http://www.gest.unipd.it/it/corsi/corsi-di-studio/corsi-di-laurea-triennale/ingegneria-gestionale
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Tecnica e Gestione dei Sistemi Industriali (DTG)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dtg/course/view.php?idnumber=2018-IN0509-000ZZ-2016-INP3049974-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede VICENZA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MICHELE ZAPPALORTO ING-IND/14
Altri docenti LUCIO MARAGONI ING-IND/14

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ingegneria meccanica ING-IND/14 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 24/09/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 2018 01/10/2018 15/03/2020 ZAPPALORTO MICHELE (Presidente)
MARAGONI LUCIO (Membro Effettivo)
CARRARO PAOLO ANDREA (Supplente)
6 2017 01/10/2017 15/03/2019 ZAPPALORTO MICHELE (Presidente)
QUARESIMIN MARINO (Membro Effettivo)
CARRARO PAOLO ANDREA (Supplente)
MARAGONI LUCIO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di base di fisica 1 e analisi matematica
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire agli studenti i principi del dimensionamento di componenti meccanici soggetti a sollecitazioni statiche e di fatica ad alto numero di cicli.
Modalita' di esame: La verifica delle conoscenze e delle abilità attese viene effettuata con una prova d’esame scritta strutturata in due parti:

2 o 3 esercizi applicativi (per un punteggio complessivo di 20 punti su 30)
2 o 3 domande aperte di teoria (per un punteggio complessivo di 10 punti su 30).
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione con cui verrà effettuata la verifica delle conoscenze e delle abilità acquisite sono:

- Completezza delle conoscenze teoriche acquisite sugli argomenti del corso
- Capacità nell'applicare le conoscenze teoriche al calcolo strutturale di elementi meccanici
- Capacità espositive e rigorosità nella trattazione ed esposizione delle tematiche.
Contenuti: I contenuti specifici del corso si possono riassumere nei seguenti punti:

1. Parametri di sollecitazione.
2. Distribuzioni di tensione indotte da sforzo normale, momento flettente, taglio, momento torcente.
3. Legame tra tensioni e deformazioni in campo lineare elastico per un materiale isotropo.
4. Curva di trazione.
5. Rappresentazione degli stati di tensione complessi mediante i cerchi di Mohr.
6. Tensione ideale secondo Guest (ipotesi della massima tensione tangenziale) e secondo von Mises (ipotesi della densità di energia di distorsione). Tensione ammissibile nelle verifiche statiche.
7. Dimensionamento di una trave ad asse rettilineo.
8. Stati di tensione in un albero di trasmissione, in una a trave curva, in un recipiente cilindrico e sferico soggetto a pressione interna.
9. Comportamento a fatica dei materiali metallici. Componenti meccanici soggetti a fatica ad elevato numero di cicli: influenza della finitura superficiale, delle dimensioni assolute, degli effetti di concentrazione delle tensioni, della tensione media. Calcolo dei coefficienti sicurezza con riferimento alle ampiezze di tensione e alle tensioni massime. Regola di Miner per la fatica ad ampiezza variabile.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il Corso è articolato nelle seguenti attività:

Lezioni frontali in aula di teoria
Lezioni frontali in aula di esercizi, con esempi di calcolo applicativi
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il materiale didattico fondamentale è costituito da:

Il libro di testo “Quaresimin M. Zappalorto M, Costruzione di Macchine. Padova: Cleup, 2016” comprensivo di tutti gli argomenti di teoria trattati ed i relativi esercizi per la preparazione dell’esame.

Esercizi pratici svolti e temi d’esame svolti (con soluzione) messi a disposizione degli studenti nella piattaforma moodle.

Ulteriore materiale di approfondimento (quale tecnici e scientifici ecc..) messi a disposizione degli studenti nella piattaforma moodle.
Testi di riferimento:
  • Atzori, Bruno, Appunti di costruzione di macchine. Padova: Libreria Cortina, 2001. Cerca nel catalogo
  • Dowling, Norman E.; Prasad, Katakam Siva; Narayanasamy R., Mechanical behavior of materials. Harlow: Pearson Education, 2012. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)