Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA CHIMICA E DEI MATERIALI
Insegnamento
CARATTERIZZAZIONE DEI MATERIALI
IN02111381, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INGEGNERIA CHIMICA E DEI MATERIALI
IN1840, ordinamento 2011/12, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MATERIALS CHARACTERIZATION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile IRENE CALLIARI ING-IND/21

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ingegneria chimica ING-IND/21 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Syllabus
Prerequisiti: conoscenze di base di analisi matematica, fisica, chimica,scienza dei materiali e metallurgia.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenza dei fondamenti teorici dei principi fisici alla base delle più importanti tecniche strumentali per lo studio dei materiali.
Conoscenza del funzionamento degli strumenti e del significato dei dati ottenuti, in relazione al materiale indagato ed al suo processo di produzione.
Conoscenza dei limiti di ciascuna tecnica e della correlazione tra i dati ottenuti con tecniche diverse.
In particolare lo studente dovrà essere in grado di scegliere la tecnica più ideonea a risolvere problemi di tipo applicativo ed industriale , anche in relazione alle normative italiane ed europee.
Modalita' di esame: l'esame si svolge in forma scritta ed orale, con prove intermedie e/o prova finale . In particolare la prima prova intermedia si svolge in forma scritta con un massino di 3 domande aperte, e di 4 domande a risposta multipla, che possono comprendere anche il riconoscimento di semplici strutture metallografiche.
La seconda prova intermedia si svolge in forma scritta, con le stesse modalità della prima. Lo studente può accedere alla seconda prova solo se ha superato la prima (valutazione di "sufficiente).
.Gli studenti che non svolgono la prove parziali sostegono l'esame in forma scritta su tutto il programma, con al amssimo 3 domande aperte e 4 domande a risposta multipla.
Criteri di valutazione: la valutazione della preparazione dello studente si basa sulla comprensione dei principi teorici, delle applicazioni pratiche e sulla capacità di interpretare criticamente la complementarietà delle tecniche.
Contenuti: principali microstrutture dei metalli e delle leghe, effetti i microstrutturali dei trattamenti termici degli acciai, 3 ore
microscopia ottica, microscopia elettronica (SEM-TEM) e microanalisi (EDS,WDS)e relative modalità di preparazione dei campioni:7 ore
Spettroscopia di fluorescenza X (EDXRF, WDXRF) e modalità di preparazione dei campioni (polveri, perle, pastiglie):4 ore .
Spettrometria ottica (OES,cenni all' ICP) e preparazione dei campioni.3 ore
calibrazione degli strumenti, rette di taratura, campioni di riferimento e normative.2 ore
Cenni di statistica per l'analisi dei materiali: precisione, accuratezza, media, scarto, errori casuali, regressione lineare, fattori di correzione per effetti matrice.2 ore
Diffrazione di raggi X.4 ore
Tecniche di controllo non distuttivo : liquidi penetranti, magnetiche , radiografiche, correnti indotte, normative di riferimento.3 ore
Prove meccaniche: durezza, trazione, resilienza, creep (cenni) e normative. Significato dei valori ottenuti e correlazione con il processo produttivo e con le caratteristiche microstrutturali del materiale.4 ore
Tecniche di analisi termica (DSC,DTA, TG).4 ore
Spettrometria IR. 2 ore
Spettroscopie elettroniche per l'analisi delle superfici (Auger,ESCA, XPS).2 ore
Casi studio: esempi di applicazione di tecniche diverse per la caratterizzazione chimica e strutturale, discussione sul significato dei dati e sui criteri di scelta delle tecniche (scientifici, economici, normativi) 8 ore
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: lezioni frontali, seminari in collaborazione
con esperti esterni , video sulle modalità di esecuzione di alcune prove e sui dettagli degli strumenti,
Esercitazioni di laboratorio a gruppi.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per alcuni argomenti viene consigliato un testo. Per tutti gli argomenti vengono inoltre fornite le slides a dispensa.
Testi di riferimento:
  • roberto montanari, tecniche sperimentali per la caratterizzazione dei materiali. milano: aIM, --. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Laboratory
  • Problem based learning
  • Case study
  • Action learning
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • One Note (inchiostro digitale)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Energia pulita e accessibile Industria, innovazione e infrastrutture Consumo e produzione responsabili Agire per il clima