Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
EDUCAZIONE PROFESSIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI EDUCATORE PROFESSIONALE)
Insegnamento
INTERVENTI RIABILITATIVI NELLE DIPENDENZE PATOLOGICHE
MEP3052103, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
EDUCAZIONE PROFESSIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI EDUCATORE PROFESSIONALE)
ME1847, ordinamento 2011/12, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 3.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese REHABILITATIVE INTERVENTIONS IN THE ADDICTIONS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Neuroscienze (DNS)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dns/course/view.php?idnumber=2018-ME1847-000ZZ-2016-MEP3052103-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede ROVIGO
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di EDUCAZIONE PROFESSIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI EDUCATORE PROFESSIONALE)

Docenti
Responsabile GIOVANNI FORZA

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Scienze dell'educazione professionale sanitaria MED/25 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 3.0 30 45.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 INTERVENTI RIABILITATIVI NELLE DIPENDENZE PATOLOGICHE 01/10/2018 30/09/2019 FORZA GIOVANNI (Presidente)
TENCONI ELENA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di base di anatomia e fisologia del sistema nervoso centrale.
Buona conoscenza delle scienze psicologiche di base, psichiatria e neurologia.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenze:
- concetto generale di dipendenza come malattia
- concetto di intossicazione, tolleranza, astinenza
- concetto di polidipendenza e dipendenza senza sostanza
- correlati neurobiologici della dipendenza
- inquadramento dei disturbi correlati a sostanze del dsm 5
- concetto di ricaduta e modelli di inquadramento della ricaduta
- concetto di motivazione al cambiamento
- modello transteorico del cambiamento intenzionale dei comportamenti disadattivi: stadi, indicatori e processi
- modelli di prevenzione applicati alla dipendenza
- distinzione in calssi di sostanze di abuso: sostanze depressogene, eccitanti ed allucinogene
- effetti delle principali classi di sostanze di abuso: alcol, nicotina, THC (cannabis), amfetamine, allucinogeni, MDMA ("Ecstasy"), cocaina, oppioidi, tranquillanti.

Abilità:
- saper condurre un colloquio motivazionale
- utilizzo delle domande aperte
- utilizzo dell'ascolto riflessivo (o attivo)
- utilizzo delle informazioni per attivare emotivamente
- utilizzo della bilancia decisionale
- utilizzo della sintesi motivazionale
- costruzione di interventi di prevenzione in contesti scolastici o educativi
Modalita' di esame: Esame scritto con test su 30 domande a risposte multiple chiuse; orale con discussione sui risultati del test e simulazione di un colloquio con soggetto con disturbo da uso di sostanze.
Criteri di valutazione: Per la parte scritta: un punto per ogni domanda corretta, mezzo punto in meno per ogni domanda errata. Il punteggio finale di questa parte è espresso in trentesimi e si chiede un minimo di 18/30 per accedere alla seconda parte.
Per la conduzione del colloquio: valutazione dell'appropriatezza del modello di intervento rispetto allo stadio motivazionale della persona, utilizzo delle domande aperte, dell'ascolto riflessivo e della sintesi motivazionale. Valutazione espressa in decimi.
Il punteggio finale è la media trasformata in trentesimi delle due prove.
Contenuti: Parte generale

1. Concetti generali: definizione di abuso e dipendenza.
I correlati neurobiologici della dipendenza. Polidipendenza e dipendenza senza sostanze.

2. Modello transteorico del cambiamento (TTM): stadi, indicatori.

3. Scivolamento e ricaduta nella dipendenza. TTM: i processi del cambiamento.

4. Linguaggio del cambiamento: domande aperte, ascolto riflessivo, riassunti, sostegno, incentivare affermazioni orientate al cambiamento.

5. Prevenzione e suoi modelli: nella scuola e nei contesti aggregativi.


Parte speciale:

a) approfondimento sulle sostanze di abuso

6. Alcol.

7. Nicotina ed il fumo.

8. Cannabis e allucinogeni

9. Cocaina ed altri eccitanti.

10. Oppioidi e sedativi.

b) tecniche di incentivazione della motivazione

11. Precontemplazione. La percezione del rischio: come informare in modo emotivo.

12. Contemplazione. Costruzione di una bilancia decisionale; la sintesi motivazionale.

13. Determinazione (preparazione) vera ed apparente. Costruire un piano di cessazione.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni fronatali con supporto di diapositive e dibattito con i discenti su alcuni argomenti di maggiore controversia scientifica.
Partecipazione di codocenti con contributi esprenziali su argomenti specifici (prevenzione, modelli educativi di intervento nelle dipendenze).
Analisi guidata di casi clinici e conduzione di colloquio tramite role-playing.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio:
Testi di riferimento:
  • Cynthia Kuhn,Scott Swartzvelder,Wilkie Wilson, Strafatti. Nient'altro che fatti sulle droghe più usate e abusate. Dall'alcol all'ecstasy. --: Springer Verlag, 2009.
  • Thomas Gordon, Genitori efficaci. Educare figli responsabili. --: La Meridiana, 2014. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • simulazione di casi clinici

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere