Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA)
Insegnamento
PRASSI TERAPEUTICA PROFESSIONALE IN RIABILITAZIONE ORTOPEDICA - PARTE SPECIALE
MEP3053229, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA)
ME1848, ordinamento 2011/12, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE DI VENEZIA [999VE]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PROFESSIONAL THERAPEUTIC PRACTICE IN ORTHOPEDIC REHABILITATION - SPECIAL SECTION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Neuroscienze (DNS)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede VENEZIA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA)

Docenti
Responsabile MAURO CERVESATO 000000000000
Altri docenti GIOVANNI VOLPE

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Scienze della fisioterapia MED/48 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 60 90.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
21 Commissione 2018/19 sede di Venezia 01/10/2018 30/09/2019 CERVESATO MAURO (Presidente)
VOLPE GIOVANNI (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di Anatomia e fisiologia del sistema muscolo scheletrico e nervoso, Patologie dell’apparato locomotore. Tecniche di mobilizzazione e palpazione
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine del corso l’allievo sarà in grado:

valutare un paziente con una disfunzione muscolo scheletrica attraverso il processo del ragionamento clinico e nello specifico il paziente con dolore lombare.

Analizzare le varie disfunzioni di movimento e le loro implicazioni cliniche
Utilizzare le tecniche di terapia manuale come strategia per il trattamento specifico

valutare il complesso cranio cervicale nello specifico l’articolazione temporomandibolare;
identificare se i sintomi sono riconducibili ad un problema articolare, muscolare o se è un sintomo riferito da un’altra struttura o da sovraccarico per un problema comportamentale o strutturale di un altro distretto;
di elaborare e condurre un trattamento fisioterapico in tale distretto.
Modalita' di esame: Saranno indicati dal Docente all’inizio del corso
Criteri di valutazione: Saranno indicati dal Docente all’inizio del corso
Contenuti: La terapia manuale nel trattamento delle disfunzioni della colonna Vertebrale

Introduzione alla colonna lombare

le strutture responsabili dei sintomi

differenza tra clinica e prassi riabilitativa

anatomia palpatoria della la colonna, torace e bacino.

Caratteristiche del dolorei concetti di severita’ e irritabilita’ dei tessuti

categorie in cui si possono dividere i pazienti in base al loro sintomo

Gruppi clinici SIN ROM EOR.

l pattern del dolore articolare e non articolare tecniche di trattamento con movimenti accessori della colonna lombare

il significato di esame fisico e le modalita’ di escuzione

Analisi e ispezione del tronco inferiore indicazioni pratiche su cosa osservare in rapporto alle disfunzioni di movimento

La dimostrazione funzionale

test di differenziazione tra colonna lombare, anca, sacro iliaca e sistema neurale

Movimenti attivi

Il comportamento dei sintomo nelle 24h

controindicazioni e precauzioni per l’esame fisico e il trattamento

Test neurodinamico SLR SLAMP

Tecniche di trattamento in rotazione per problemi discali

caratteristiche anatomiche e fisiologiche dell’articolazione sacroiliaca

osservazione

Differenziazione in supino tra sacroiliaca, lombare e anca

Test passivi per la valutazione dell’ articolazione sacroiliaca

trattamento dell’articolazione sacroiliaca mediante movimenti accessorie e progressione del trattamento

I disturbio cranio cervicali

- Individuazione dei disturbi associati dell’area cranio-cervicale.
- La funzione mandibolare: lo sviluppo; i denti; la masticazione.
- Anatomia dell’ATM: - l’articolazione
-i muscoli
-l’innervazione
- Palpazione dei punti di repere.
- Osservazione del movimento mandibolare.
- Disfunzioni dell’ATM: patologie del disco; artrosi articolare; dolori muscolari; scoordinazione muscolare
- Correlazioni funzionali cervico-mandibolari.
- La scheda di valutazione e ragionamento clinico.
- Trattamento del complesso articolare.
- Trattamento del complesso muscolare.
- Trattamento del complesso nervoso.
- Trattamento del complesso posturale.
- Discussione su casi clinici.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche
Dimostrazione con paziente reale
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Saranno indicati dal Docente all’inizio del corso
Testi di riferimento:
  • KisnerColby, L’esercizio terapeutico. --: edizione Piccin, --.
  • Chad E.Cook, Terapia manuale dell’appartato locomotore. --: edizione Piccin, --.
  • SergeTixa, Atlante di anatomia palpatoria. --: edizione Masson, --.