Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Psicologia
PSYCHOLOGICAL SCIENCE - SCIENZE PSICOLOGICHE
Insegnamento
COGNITION AND SENSORY PERCEPTION
PSP5070174, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
PSYCHOLOGICAL SCIENCE - SCIENZE PSICOLOGICHE
PS2192, ordinamento 2015/16, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese COGNITION AND SENSORY PERCEPTION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Psicologia Generale
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di PSYCHOLOGICAL SCIENCE - SCIENZE PSICOLOGICHE

Docenti
Responsabile GIANLUCA CAMPANA M-PSI/01
Altri docenti MASSIMO GRASSI M-PSI/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Psicologia generale e fisiologica M-PSI/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 2018-1 01/10/2018 30/09/2019 CAMPANA GIANLUCA (Presidente)
BONATO MARIO (Membro Effettivo)
GRASSI MASSIMO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Costituiscono prerequisiti al corso conoscenze di Psicologia Generale, con particolare riferimento alla psicofisica, alle sensazioni e alla percezione, e conoscenze di Psicobiologia, con particolare riferimento al nozioni di morfologia e fisiologia del neurone e anatomo-fisiologia del sistema visivo e uditivo.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Scopo di questo corso è guidare gli studenti nell'apprendimento dei meccanismi di funzionamento dei processi sensoriali e percettivi, con particolare riferimento a visione e udito.

Nello specifico, le conoscenze attese sono i seguenti.

Psicofisica
1) Comprensione del concetto di soglia assoluta e differenziale;
2) Conoscenza dei concetti di funzione psicometrica e funzione psicofisica;
4) Capacità di implementazione di compiti a scelta forzata e compiti si/no e loro implicazioni;
5) Capacità di implementazione di compiti di scaling;
6) Conoscenza e comprensione degli indici utilizzati nella teoria della detezione del segnale;
7) Abilità di implementazione del metodo degli stimoli costanti e delle procedure adattive;
8) Conoscenza di utilizzo dei metodi cronometrici.

Visione
1) Conoscenza dei meccanismi retinici, dal funzionamento dei fotorecettori ai campi recettivi delle cellule gangliari;
2) Conoscenza delle caratteristiche e funzioni delle cellule magno e parvo del nucleo genicolato laterale del talamo, e delle varie tipologie di cellule (e loro organizzazione) della corteccia visiva primaria; conoscenza dei principali meccanismi di plasticità in visione e l'ambliopia,; meccanismi della visione stereo e della percezione della profondità.
3) Conoscenza dei meccanismi sottesi alla percezione degli oggetti nelle aree V2/V3, ed in particolare il meccanismo del binding; via ventrale e dorsale; elaborazione nella corteccia temporale inferiore (IT).
4) Conoscenza dei meccanismi sottesi alla percezione del movimento: la via magnocellulare; funzionamento dei detettori di movimento; il ruolo dell'area medio-temporale (MT); parallasse di movimento e movimenti oculari; conoscenza della fenomenologia e dei meccanismi sottesi all'effetto postumo di movimento; l'elaborazione della forma da movimento e il movimento biologico.
5) Conoscenza dei diversi aspetti dell'attenzione visuo-spaziale.
Approfondimenti saranno possibili nelle seguenti aree:
Filling-in, apprendimento percettivo, interazioni laterali tra detettori, percezione dei volti, coscienza/consapevolezza visiva, adattamento ed effetti postumi di movimento, attenzione visuo-spaziale, priming percettivo, percezione del movimento, rappresentazioni d'insieme.

Udito
1) Conoscenza dell'anatomia e della fisiologia del sistema uditivo: il sistema uditivo periferico, l'orecchio esterno, medio e interno, la coclea e la membrana basilare. Comprensione dei meccanismi di risposta tonotopica e di ancoraggio alla fase.
2) Comprensione dei meccanismi che sottendono alla percezione dell'altezza tonale: le soglie assolute e differenziali, la differenza tra "pitch height" e "pitch chroma", le illusioni uditive di Shepard, Risset e Deutsch, la codifica di altezza tonale per i toni puri e complessi.
3) Comprensione dei meccanismi che sottendono alla codifica dell'intensità uditiva: le soglie differenziali e assolute, l'audiogramma e la stima clinica di soglia, i profili di equinintesità, le caratteristiche che determinano l'intensità di uno stimolo. Conoscenza dei metodi di stima di intensità soggettiva in ambito civile.
4) Comprensione dei meccanismi alla base della localizzazione di sorgenti sonore nello spazio lungo l'asse orizzontale, verticale e radiale.
Modalita' di esame: La verifica delle conoscenze e delle abilità apprese viene effttuata attraverso una prova d'esame scritta con 4 domande aperte. Il tempo a sisposizione è di un'ora. La risposta a ciascuna domanda può ottenere un punteggio che varia tra 0 e 8. La sommatoria dei punteggi di ciascuna domnanda corrisponde al voto finale. Agli studenti che ottengono un punteggio superiore a 30 viene attribuita la distinzione della lode. Attraverso queste domande viene verificata la corretta acquisizione dei concetti contenutistici e metodologici che caratterizzano il programma del corso e di saper trattare i diversi temi proposti in modo esaustivo.

Gli studenti devono iscriversi all'appello d'esame da 10 a 4 giorni prima della data stabilita tramite la piattaforma Uniweb.
I due moduli del corso sono complementari e strettamente integrati. Le lezioni, la preparazione all'esame e il punteggio, nonché gli appelli d'esame sono organizzate in collaborazione dai due docenti.

Agli studenti frequentanti viene data la possibilità di cimentarsi nella implementazione di un esperimento che riguardi uno degli argomenti trattati, o nella presentazione di una lezione su un argomento a scelta e basata sulla lettura critica di articoli scientifici sugli argomenti proposti. Tali attività saranno utilizzate in parziale sostituzione dell'esame che richiederà solo una breve prova orale.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione con cui verrà effettuata la verifica delle conoscenze e delle abilità acquisite sono:
1. Completezza delle conoscenze acquisite.
2. Grado di comprensione dei meccanismi che sottendono alle funzioni considerate.
3. Capacità di descrivere contenuti teorici e metodologici in maniera precisa ed esaustiva.
4. Proprietà della terminologia tecnica utilizzata.
Contenuti: Psicofisica
1) Concetto di soglia assoluta e differenziale;
2) La funzione psicometrica;
3) La funzione psicofisica;
4) Compiti a scelta forzata e compiti si/no;
5) Compiti di scaling;
6) Indici della teoria della detezione del segnale;
7) Metodo degli stimoli costanti e procedure adattive;
8) Metodi cronometrici.

Visione
1) La retina: dai fotorecettori ai campi recettivi delle cellule gangliari;
2) Cellule magno e parvo del nucleo genicolato laterale del talamo; cellule corticali semplici e complesse, colonne e ipercolonne; plasticità e ambliopia; visione stereo e percezione della profondità.
3) Percezione degli oggetti: aree V2/V3; il meccanismo del binding; via ventrale e dorsale; elaborazione nella corteccia temporale inferiore (IT).
4) Percezione del movimento: la via magnocellulare; detettori di movimento; area medio-temporale (MT); parallasse di movimento e movimenti oculari; effetto postumo di movimento; forma da movimento e movimento biologico.
5) Attenzione visuo-spaziale.
Approfondimenti saranno possibili nelle seguenti aree:
Filling-in, apprendimento percettivo, interazioni laterali tra detettori, percezione dei volti, coscienza/consapevolezza visiva, adattamento ed effetti postumi di movimento, attenzione visuo-spaziale, priming percettivo, percezione del movimento, rappresentazioni d'insieme.

Udito
1) Anatomia e della fisiologia del sistema uditivo: orecchio esterno, medio e interno, coclea e membrana basilare. Risposta tonotopica e di ancoraggio alla fase.
2) Percezione dell'altezza tonale: soglie assolute e differenziali, differenza tra "pitch height" e "pitch chroma", illusioni uditive di Shepard, Risset e Deutsch, codifica di altezza tonale per i toni puri e complessi.
3) Intensità uditiva: soglie differenziali e assolute, audiogramma e stima clinica di soglia, profili di equinintesità, caratteristiche che determinano l'intensità di uno stimolo, intensità soggettiva in ambito civile.
4) Localizzazione di sorgenti sonore nello spazio lungo l'asse orizzontale, verticale e radiale.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le LEZIONI useranno didattica frontale e momenti interattivi e saranno integrate da ESERCITAZIONI in classe svolte dallo stesso docente in cui verranno proposte situazioni concrete alle quali applicare le conoscenze in corso di acquisizione.
All'inizio di ogni lezione gli studenti sono sollecitati a porre le loro domande sugli argomenti svolti in precedenza in modo da creare lo spazio per momenti interattivi che costituiscono un valido supporto all'apprendimento.
Inoltre, gli studenti sono sollecitati a discutere delle loro idee su ogni argomento e a porre domande prima che tale argomento sia affrontato. Questo è utile per stimolare la curiosità sull'argomento e per verificare eventuali discordanze tra le teorie e i modelli contemporanei e la psicologia ingenua.
La discussione in aula tra studenti e con il docente sarà fortemente incentivata attraverso l'utilizzo di domande chiave.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: La preparazione per l'esame include lo studio del materiale disponibile sul seguente sito WEB:
http://www.tutis.ca/Senses/index.htm
In questo sito sono disponibili le lezioni sia sotto forma di animazioni che sotto forma di vere e proprie video-lezioni. Sono inoltre disponibili esercizi pratici, alcuni dei quali verranno utilizzati per le esercitazioni in classe.

I capitoli da considerare del sito WEB sono i seguenti:

1. The Eye
2. The Visual Cortex
3. Visual Perception of Objects
4. Visual Perception of Motion
9. Hearing

File di supporto informatico alle lezioni e alle esercitazioni (file power point e articoli scientifici in pdf) sono reperibili sulla piattaforma Moodle del corso:
https://elearning.unipd.it/scuolapsicologia/

Il manuale suggerito è solo di approfondimento ma non è indispensabile.
Testi di riferimento:
  • Jeremy M. Wolfe, Keith R. Kluender, Dennis M. Levi, Linda M. Bartoshuk, Rachel S. Herz, Roberta Kla, Sensation & Perception, fourth Edition. Sunderland, MA, USA: Sinauer Associates, 2015. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Questioning
  • Active quiz per verifiche concettuali e discussioni in classe
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)