Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
CHIMICA INDUSTRIALE
Insegnamento
CHIMICA INDUSTRIALE 1
SCP3049463, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
CHIMICA INDUSTRIALE
SC1157, ordinamento 2014/15, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 8.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese INDUSTRIAL CHEMISTRY 1
Sito della struttura didattica http://www.chimica.unipd.it/corsi/corsi-di-laurea/laurea-chimica-industriale
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Chimiche
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/chimica/course/view.php?idnumber=2018-SC1157-000ZZ-2016-SCP3049463-N0
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GIANNI CAVINATO
Altri docenti VALERIO CAUSIN CHIM/04
STEFANO MAMMI CHIM/04

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline chimiche industriali e tecnologiche CHIM/04 8.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
Turni
ESERCITAZIONE 1.0 10 15.0 Nessun turno
LABORATORIO 3.0 36 39.0 2
LEZIONE 4.0 32 68.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2014

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
1 a.a.2018/19 20/01/2014 30/11/2019 CAVINATO GIANNI (Presidente)
MAMMI STEFANO (Membro Effettivo)
ZANONATO PIER LUIGI (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Adeguate conoscenze di chimica fisica, organica e Inorganica.
Conoscenze e abilita' da acquisire: L'insegnamento mira a far acquisire allo studente un adeguato livello di conoscenza dei principali processi della chimica industriale.
Lo studente dopo il corso teorico-pratico avrà una visione d'insieme dei principali processi industriali, delle variabili di processo, dei meccanismi di reazione ed inoltre sarà in grado di schematizzare l'impianto del processo.
Modalita' di esame: L'esame finale terrà conto degli esiti riguardanti l'esame orale sui processi industriali, il test scritto sui bilanci di materia e i risultati di laboratorio esposti in una breve relazione. Il voto finale sarà calcolato, in base ai crediti, dalla formula:
[VOTOteoria + (VOTOlaboratoriox3/4 + VOTOesercitazionix1/4)]x1/2.
Criteri di valutazione: Il criterio di valutazione si baserà sulle conoscenze teoriche e pratiche acquisite e sulla capacità di spiegare.
Contenuti: Catalisi e catalizzatori industriali. Criteri per la condotta delle reazioni industriali.
Syngas da carbone.
Produzione della miscela N2+3H2: processo di idrodesolforazione del metano, steam reforming, reforming secondario, reazione di shift e metanazione.
Sintesi dell’ammoniaca.
Sintesi dell’urea.
L’industria dello zolfo: produzione dello zolfo, processo Claus,
acido solforico ed oleum.
Acido cloridrico: produzione industriale.
Sintesi del metanolo.
Perossido di idrogeno: processo all’antrachinone.
Idroformilazione: processi al cobalto e al rodio.
Sintesi dell'acido acetico.

ATTIVITA' PRATICA. Preparazione, caratterizzazione e proprietà delle zeoliti A e X. Applicazione di una zeolite come catalizzatore nella disidratazione di un alcool in un reattore a flusso. Preparazione di Pd/C e suo uso nell’idrogenazione dell’acido cinnamico via trasferimento di idrogeno (catalisi in reattore). Esercitazioni applicate ai materiali da costruzione: calce, cemento e additivi. Resine a scambio ionico: determinazione di alcune proprietà chimico fisiche e del tempo di trasformazione di CrCl3.6H2O a [Cr(H2O)6]Cl3. Determinazione di CaCl2 in un campione di acqua.
Calcoli. Bilanci di materia in regime stazionario.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: La preparazione sarà ottenuta attraverso un percorso formativo vario che prevede lezioni frontali coadiuvate da videoproiezioni e da brevi filmati, esercizi su bilanci di materia, esercitazioni pratiche di laboratorio finalizzate alla preparazione sperimentale e visite presso aziende con lo scopo di mettere lo studente a contatto con la realtà produttiva.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per la parte teorica: dispensa fornita dal docente e testi consigliati.
Per la parte pratica: dispensa fornita dal docente.
Per le esercitazioni: testo consigliato.
Testi di riferimento:
  • G. W. Parshall, S.D.Ittel, Homogeneous Catalysis. Weinheim: Wiley-VCH, 1992. Cerca nel catalogo
  • D. M. Himmelblau, J. B. Riggs, Basic Principles and Calculations in Chemical Engineering. Boston: Pearson Education, inc., 2012. Cerca nel catalogo
  • W. Buchner, R. Schliebs, G. Winter, K. H. Büchel, Chimica Inorganica Industriale. Padova: Piccin, 1996. Cerca nel catalogo
  • E. Stocchi, Chimica Industriale. Torino: Edisco, 2005. Cerca nel catalogo
  • Fritz Ullmann, Ullman's Encyclopedia of Industrial Chemistry. Weinheim: Wiley-VCH, 1998. Cerca nel catalogo
  • B. Cornils, W. Hermann, Applied Homogeneous Catalysis with Organometallic Compounds. Weinheim: Wiley-VCH, 1996. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere Istruzione di qualita' Industria, innovazione e infrastrutture