Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria
MEDICINA VETERINARIA
Insegnamento
ANATOMIA PATOLOGICA GENERALE VETERINARIA
AVP7079937, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
MEDICINA VETERINARIA (Ord. 2017)
MV0991, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 5.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese VETERINARY GENERAL ANATOMICAL PATHOLOGY
Sito della struttura didattica https://www.agrariamedicinaveterinaria.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina Animale, Produzioni e Salute (MAPS)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scuolaamv/
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede LEGNARO (PD)
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di MEDICINA VETERINARIA (Ord. 2017)

Docenti
Responsabile MASSIMO CASTAGNARO VET/03

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline anatomo-patologiche ed ispettive veterinarie VET/03 5.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
Turni
ESERCITAZIONE 3.0 30 45.0 2
LEZIONE 2.0 20 30.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Syllabus
Prerequisiti: Il corso integrato prevede conoscenze e competenze di anatomia veterinaria macroscopica, Fisiologia Veterinaria, Microbiologia e Immunologia, Batteriologia e Virologia, Parassitologia e Patologia Generale
Conoscenze e abilita' da acquisire: Nelle sue diverse articolazioni il corso ha le seguenti conoscenze e abilità attese:
ANATOMIA PATOLOGICA GENERALE
1. Essere in grado di riconoscere in modo appropriato e di descrivere con terminologia tecnica le principali lesioni macroscopiche
2. Essere in grado di interpretare adeguatamente la natura delle lesioni descritte
3. Essere in grado di formulare adeguatamente la diagnosi anatomo-patologica morfologica
4. Conoscere i vari livelli diagnostici affrontabili con le tecniche proprie dell'Anatomia Patologica Veterinaria

TECNICHE ANATOMO-PATOLOGICHE POST-MORTEM
5. Conoscere termini, scopi, limiti, procedure e strumenti dell'autopsia nelle principali specie animali
6. Saper riconoscere e le alterazioni cadaveriche e saperle distinguere da processi patologici
7. Conoscere ed effettuare i metodi di campionamento di tessuti per le indagini di follow up diagnostico
Modalita' di esame: La verifica delle conoscenze e delle abilità attese viene effettuata con una prova di esame suddivisa in due giorni. Nel primo viene effettuato un esame scritto che prevede: a. descrizione e formulazione di diagnosi anatomo-patologica morfologica su due diapositive con lesioni macroscopiche e con commento su eventuali follow up diagnostici; b. due domande aperte e quiz a risposte multipla sul programma di tecniche anatomo-patologiche post-mortem.
Nel secondo giorno viene svolta la verifica della parte pratica macroscopica che prevede: a. riconoscimento macroscopico di specie e anatomica su tre organi (propedeutica alla prosecuzione dell'esame), b. descrizione e formulazione di diagnosi anatomo-patologica su singolo organo o cadavere; c. effettuare parte di un esame post-mortem con isolamento di organo su cavadere.
Il voto finale viene espresso come somma dei voti ottenuti nelle diverse parti dell'esame.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione con cui verrà effettuata la verifica delle conoscenze e delle abilità acquisite sono:
1. Completezza delle conoscenze acquisite;
2. Capacità di descrivere analiticamente gli elementi che compongono la lesione a livello macroscopico;
3. Proprietà della terminologia tecnica utilizzata sia scritta che orale;
4. Capacità di coerenza con cui dagli elementi descritti si interpreta la natura della lesione osservata;
5. Abilità nell'utilizzo della strumentazione tecnica a disposizione
Contenuti: ANATOMIA PATOLOGICA GENERALE
Aree di applicazione dell'anatomia patologica veterinaria. Strumenti e metodi dell'anatomia patologica veterinaria (esame macroscopico, esame citologico, esame istopatologico, esame istochimico, esame ultrastruturale, esame immunoistochimico, patologia molecolare). Valutazione generale degli organi (situazione e rapporti, stato delle sierose e degli altri involucri, volume, peso, forma e odore). Descrizione delle lesioni (colore, forma, aspetto della superficie, aspetto dei margini, consistenza, dimensione, distribuzione). Le strutture e la terminologia più frequente in patologia (polipo, erosione, ulcera, fistola, nodulo migliare, nodulo, nodo, massa, focolaio, area, cisti, caverna, fibrosi, cicatrice, aderenza, sinechia, dilatazione/ectasia, diverticolo, aneurisma, varice, stenosi, meteorismo, enfisema, atelettasia, corpi estranei). Interpretazione delle lesioni: i processi degenerativo-necrotici (rigonfiamento torbido, steatosi, amiloidosi), le necrosi (necrosi coagulativa, necrosi caseosa, necrosi di Zencker, liponecrosi, necrosi colliquativa), le neoplasie benigne e maligne, i processi infiammatori acuti (sieroso, catarrale, fibrinoso, emorragico, purulento, necrotizzante, gangrenoso), cronici (aspecifici, granulomatosi a nodulo e a placca), i processi riparativi. Formulazione della diagnosi anatomo-patologica morfologica, le diagnosi differenziali, la diagnosi eziologica, l'eziologia, la malattia.
TECNICHE POST-MORTEM
L’esame necroscopico come supporto diagnostico. Cause e meccanismi di morte. Anamnesi e segnalamento. Stato e modalità di conservazione della carcassa. Principali alterazioni cadaveriche: ipostasi, fenomeni autolitici e putrefattivi, rigor mortis. I diversi approcci al protocollo necroscopico. Campionamento per le indagini di follow up. Refertazione.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: ANATOMIA PATOLOGICA GENERALE
Le attività prevedono ore di lezione in aula (16) dove su supporto informatico (file powerpoint) vegono affronati contenuti del corso. Terminata l'attività frontale, l'attività didattica prosegue con suddivisione degli studenti in due macrogruppi nella quale ogni studente dovrà attivamente descrivere, interpretare e formulare la diagnosi anatomo-patologica macroscopica su singoli organi o su formati elettronici.
TECNICHE POST-MORTEM
Le attività didattiche prevedono ore di lezione frontali (4) dove su supporto informatico (file powerpoint) vegono affronati contenuti del corso. Terminata l'attività frontale, l'attività didattica prosegue con suddivisione degli studenti in due macrogruppi nella quale ogni studente effettuerà attività pratica su cadavere in sala necroscopie (30 ore). Nella parte pratica in sala necroscopica gli studenti, suddivisi in piccoli gruppi (4 studenti) eseguono una necroscopia completa con campionamento di vari tessuti su carcasse di animali.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Tutto il materiale didattico presentato durante le lezioni frontali è reso disponibile sulla piattaforma moodle. Per la parte di anatomia patologica macroscopica è consultabuile il sito web http://w3.vet.cornell.edu/nst/ ed il sito https://noahsarkive.cldavis.org/cgi-bin/show_image_info_page.cgi.
Testi di riferimento:

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Problem solving