Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
DIRITTO DELLE RETI D'IMPRESA
GIO2045774, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2017)
GI0270, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese LAW OF INTERFIRM NETWORKS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/giurisprudenza/course/view.php?idnumber=2018-GI0270-000ZZ-2017-GIO2045774-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MATTEO CEOLIN IUS/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare IUS/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 07/06/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
12 A.A. 2018/19 sede di Padova 11/10/2018 30/09/2019 CEOLIN MATTEO (Presidente)
CERDONIO CHIAROMONTE GIULIANA (Membro Effettivo)
ZANUZZI ANNA CHIARA (Membro Effettivo)
11 A.A. 2018/19 sede di Treviso 11/10/2018 30/09/2019 BULLO LORENZA (Presidente)
BREDARIOL EVA (Membro Effettivo)
DE BELVIS ELISA (Supplente)
MARCHETTI GIOVANNA (Supplente)
MAZZARIOL RICCARDO (Supplente)
TODESCHINI PREMUDA ANDREA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: E' propedeutico l'esame di Istituzioni di diritto privato 2. Una conoscenza base del diritto civile e commerciale facilita l'apprendimento con profitto dell'insegnamento
Conoscenze e abilita' da acquisire: Offrire una conoscenza approfondita di alcune tra le principali e attuali problematiche riguardanti i rapporti contrattuali nelle reti di impresa, alla luce non solo della recente normativa, bensì anche nell’ottica di alcuni istituti tradizionali del Diritto privato e commerciale (ad esempio associazioni, fondazioni e, più in generale, gli enti del Libro I del Cod. Civ., Enti del Terzo settore, consorzi tra imprenditori ecc.). Il corso si propone di ampliare le conoscenze giuridiche dello studente e di svilupparne le capacità critiche e argomentative, favorendo, in tal modo, l’acquisizione di un'effettiva padronanza di alcuni tra i molteplici e variegati strumenti contrattuali utilizzabili nelle reti d’impresa. Una particolare attenzione viene riservata alla risoluzione di casi pratici e all'acquisizione di competenze tecniche concernenti l'ars contrattuale.
Le abilità attese dall'insegnamento sono:
- avere una conoscenza approfondita e completa del fenomeno dei contratti di rete;
- avere un quadro generale dei fenomeni associativi e di rete, concretizzanti le diverse forme di collaborazione tra le imprese;
- acquisire capacità nella risoluzione di casi pratici (problem solving);
- acquisire capacità basica nella predisposizine di testi e clausole contrattuali.
Modalita' di esame: Prova orale. La prova orale si compone solitamente di quattro domande: due concernono la prima parte del corso (parte introduttiva e generale), due la parte speciale (specifica disciplina del contratto di rete). Durata approsimativa della prova orale: 25/30 minuti.
Sono previsti - ferme restando le modalità di cui sopra - appelli straordinari riservati agli studenti frequentanti.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione sono sostanzialmente di quattro tipi:
- completezza delle conoscenze acquisite;
- proprietà del linguaggio tecnico-giuridico;
- capacità argomentativa nella risoluzione di specifici casi pratici (problem solving);
- capacità e coerenza nell'effettuare collegamenti interdisciplinari con materie affini all'insegnamento
Contenuti: Il corso si propone di analizzare i principali aspetti civilistici della nuova fattispecie del contratto di rete tra imprese (art. 3, comma 4 ter, d.l. 10 febbraio 2009, n. 5, conv. in l. 9 aprile 2009, n. 33), con uno specifico approfondimento tematico dedicato ad alcuni tra i testi contrattuali più significativi (per struttura e per funzione) utilizzati nella disciplina delle imprese in rete. Una particolare attenzione verrà dedicata al confronto con alcune figure tradizionali del diritto privato ed alle problematiche inerenti il fondo comune, con uno sguardo peculiare alla personificazione ed alla separazione dei patrimoni.
Il corso si svolge attraverso lezioni anche a carattere seminariale in cui è favorita la partecipazione attiva degli studenti; durante le lezioni verranno analizzati, in modo dialogico, i numerosi problemi giuridici e i conseguenti risvolti applicativi posti dall’introduzione della recente disciplina sulle reti di impresa. Una particolare attenzione verrà riservata all’esame di casi pratici ed alla tecnica contrattuale.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Costituisce oggetto specifico del corso lo studio dei seguenti argomenti:
A) Contratti plurilaterali e con comunione di scopo;
B) L’associazionismo e la “causa associativa”;
C) Elementi di distinzione tra le figure del Libro primo e quelle del Libro quinto Cod. Civ.: i problemi di confi-ne. Il contratto di joint venture: Le Associazioni temporanee tra imprese (ATI);
D) Reti di imprese e contratto di rete;
E) Profili organizzativi del contratto di rete: - I soggetti; - Il programma di rete: lo scopo; - La costituzione delle reti di impresa: forma e pubblicità; - L’organo comune; - Altri elementi del contratto di rete (durata, recesso, esclusione);
F) Profili patrimoniali del contratto di rete; - Fondo patrimoniale comune; - Contratto di rete e destinazione patrimoniale; - La separazione patrimoniale soggettivizzata e non soggettivizzata; - L’entificazione della rete di impresa;
G) L’atto digitale nel contratto di rete;
H) Cenni su fiscalità e fallimento della Rete.

Ogni cfu corrisponde a un carico didattico di 8 ore di attività frontale (lezione o seminario) da svolgersi in aula.
Sono previsti seminari con intervento di esponenti del mondo delle professioni (avvocati, notai, legali), dell'industria e delle istituzioni (es. Confindustria)
Durante le lezioni vengono proposti casi pratici e vengono esaminate specifiche tecniche contrattuali.
Non è prevista alcuna attività formativa a distanza.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Altro materiale di studio sarà costituito da quello indicato e messo a disposizione di volta in volta dal docente nella piattaforma moodle oltreché dagli appunti presi a lezione.
Saranno resi disponibili casi pratici, testi e clausole contrattuali di ausilio e completamento al materiale didattico.

È indispensabile, sia ai fini della frequenza al corso sia ai fini della preparazione dell’esame, l’utilizzo di un testo aggiornato del Codice civile e delle leggi collegate. Il testo aggiornato dell’art. 3, comma 4 ter, d.l. 10 febbraio 2009, n. 5, conv. in l. 9 aprile 2009, n. 33 verrà messo a disposizione con l’inizio delle lezioni sulla piattaforma moodle.

Altre informazioni:
Il docente riceve dopo lezione ed è contattabile al seguente indirizzo di posta elettronica:
matteo.ceolin@unipd.it
Testi di riferimento:
  • M. Ceolin, Destinazione e vincoli di destinazione nel diritto privato. Padova: CEDAM, 2010. pp. 45.88; 282-314 Cerca nel catalogo
  • F. Cafaggi, Il contratto di rete nella prassi. Prime riflessioni. I Contratti: Wolters Kluwer, 2011. pp. 504-515
  • V. Donativi, Le reti di imprese: natura giuridica e modelli di governance. Le Società: Wolters Kluwer, 2011. pp. 1429-1443
  • R. Santagata, Il contratto di rete fra (comunione di) impresa e società (consortile). Riv. dir. civ.: Cedam, 2011. pp. 323-359
  • A. Gentili, Il contratto di rete dopo la l. 122 del 2010,. I Contratti: Wolters Kluwer, 2011. pp. 617-628
  • C. Scognamiglio, Il contratto di rete: il problema della causa. I Contratti: Wolters Kluwer, 2009. pp. 961-965
  • G. Villa, Reti di imprese e contratto plurilaterale. Giur. comm.: Giuffrè, 2010. pp.944-967
  • F. Cafaggi - P . Amiceli, Contratto di rete. Inizia una nuova stagione di riforme?. Obbligazioni e contratti: Wolters Kluwer, 2009. pp. 595-602

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Case study
  • Working in group
  • Questioning
  • Problem solving
  • Mappe concettuali
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • Kaltura (ripresa del desktop, caricamento di files su MyMedia Unipd)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Industria, innovazione e infrastrutture Consumo e produzione responsabili Partnership per gli obiettivi