Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
DIRITTO DEL LAVORO
GIM0013136, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA
GI2373, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 12.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese LABOUR LAW
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede TREVISO
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ADRIANA TOPO IUS/07

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Laburistico IUS/07 12.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 12.0 96 204.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 07/06/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
1 A.A. 2018/19 sede di Treviso 11/10/2018 30/09/2019 TOPO ADRIANA (Presidente)
BERTOCCO SILVIA (Membro Effettivo)
CORSO IRENE (Membro Effettivo)
CANGEMI VINCENZO (Supplente)
DE MOZZI BARBARA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Sono propedeutici gli esami di Diritto privato 1 e Diritto costituzionale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Scopo del corso è quello di fornire gli strumenti concettuali e metodologici nonchè le nozioni necessarie per comprendere ed applicare il complesso normativo avente ad oggetto le relazioni sindacali e i rapporti individuali di lavoro.
Scopo del corso è altresì l'affinamento del linguaggio giuridico, e l'acquisizione di capacità di esposizione della materia in funzione, ma non solo, della prova d'esame.
Per tale ragione il docente sul piano metodologico dell'insegnamento, interloquisce con gli studenti durante le lezioni frontali ponendo domande che hanno il solo scopo di stimolare l'apprendimento attraverso lo scambio dialettico fra docente e discente.
Abilità nell'uso del linguaggio tecnico, capacità di attrarre la fattispecie concreta nella fattispecie astratta, capacità di collegare istituti diversi e di indicarne le differenze e ambiti di applicazione, conoscenza dei principali orientamenti della giurisprudenza e della dottrina su un certo tema sono conoscenze che il corso di lezioni, e lo studio individuale della materia da parte dello studente, vogliono fare acquisire.
Modalita' di esame: Esame orale su quesiti in materia sindacale e del lavoro.
L'esame può essere sostenuto in 3 parti: la prima in materia sindacale, la seconda sulla disciplina del rapporto di lavoro e la terza in materia di licenziamento e dimissioni.
La divisione in più parti è facoltativa, cioè rimessa alla scelta dello studente.
La facoltà di dividere l'esame NON è riservata ai soli frequentanti. Pertanto gli studenti che non hanno frequentato il corso possono comunque dividere l'esame in prove parziali.
La facoltà è attribuita a tutti gli studenti a prescindere dall'anno d'iscrizione al corso.
Nel caso di divisione dell'esame in più parti, l'ultima parte deve essere completata (con superamento della prova d'esame finale) entro un anno solare dal primo colloquio. Non è consentito sostenere la parte relative a licenziamento e dimissioni prima di avere superato il colloquio sulla disciplina del rapporto di lavoro.
Criteri di valutazione: Completezza della risposta e pertinenza rispetto al contenuto della domanda formulata dalla Commissione esaminatrice. Capacità di collegamento fra concetti e capacità di argomentazione. Proprietà di linguaggio in generale. Padronanza del linguaggio tecnico giuridico. Capacità di riferire casi giurisprudenziali menzionati a lezione o citati nei materiali di studio fra i quali i materiali pubblicati su moodle.
Contenuti: Nozione e origine del diritto sindacale. La libertà e l'attività sindacale. Il contratto collettivo. Cenni sulla contrattazione collettiva nel settore del lavoro pubblico.
Il conflitto collettivo: sciopero, serrata e altre forme di lotta sindacale.
Origine e fattispecie del lavoro subordinato. Struttura del rapporto di lavoro. Il contratto di lavoro. Modificazioni del rapporto di lavoro. I rapporti speciali di lavoro. Il rapporto alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni. L'estinzione del rapporto di lavoro, licenziamento e dimissioni. La tutela dei diritti del lavoratore.
Il programma indicato è destinato anche agli STUDENTI DEI VECCHI ORDINAMENTI.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Ogni cfu corrisponde a un carico didattico di 7 ore di attività frontale (lezioni o seminari di approfondimento su temi specifici) da svolgersi in aula.
Il Corso è integrato dallo svolgimento di un'attività di taglio teorico pratico nell'ambito del processo simulato che si svolge con la partecipazione attiva degli studenti sotto la guida del docente con la partecipazione di un giudice togato in veste di giudicante.
Il Corso prevede la partecipazione degli studenti ai seminari integrativi organizzati con la partecipazione di docenti di altre sedi e di rappresentanti delle aziende e delle forze sociali.
Oltre all'attività di tutorato, non sono previste altre specifiche attività di supporto alla didattica.
Non è prevista attività formativa a distanza.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Nell'area informatica dedicata è reperibile materiale didattico di supporto per la migliore comprensione della materia trattata a lezione.
Il Manuale per la preparazione deve essere adottato nell'ultima edizione in commercio alla data di inizio del corso. Lo studio del Manuale si svolge su capitoli selezionati secondo le indicazioni che seguono:
Introduzione generale: Studiare da pag. 3 a pag 30. Leggere da pag 30 a pag 46.
Parte prima: Il Diritto sindacale. Studiare da pag. 49 a pag. 181. Leggere soltanto paragrafo no. 22.
Parte seconda: Il rapporto di lavoro.
Studiare da pag. 185 a pag. 209.

Da pag. 213 a pag. 238.
Da pag. 239 a pag. 350. Leggere soltanto il paragrafo 61.2.
Studiare da pag. 351 a pag. 451.
Da pag. 465 a pag. 513.
Il Capitolo X non è parte del programma di studio.

Gli studenti che seguono il programma "Double Degree Paris 2" integrano i 6 crediti rimanenti con la preparazione dell'esame sul testo G. Proia, Manuale di Diritto del lavoro, Padova, 2018.




Il docente suggerisce di supportare lo studio con l'esame diretto delle norme menzionate nel testo reperibili in raccolte in commercio o gratuitamente su Internet anche tramite le banchi dati messe a disposizione degli studenti dalla biblioteca della sede universitaria.
Testi di riferimento:
  • Vallebona Antonio, BREVIARIO DI DIRITTO DEL LAVORO. TORINO: GIAPPICHELLI, --. Gli studenti sono tenuti ad adottare il manuale nella versione più recente in commercio a prescindere dall'anno di iscrizione al corso. Cerca nel catalogo
  • G. Proia, Manuale di Diritto del lavoro. PADOVA: CEDAM, 2018. SOLO PER GLI STUDENTI CHE SEGUONO IL PROGRAMMA "Double Degree Paris 2" AL FINE DI INTEGRARE 6 CREDITI Cerca nel catalogo