Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
DIRITTO COSTITUZIONALE DELL'ECONOMIA
GIP7078907, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA
GI2373, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CONSTITUTIONAL ECONOMIC LAW
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/giurisprudenza/course/view.php?idnumber=2018-GI2373-000ZZ-2017-GIP7078907-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede TREVISO
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ANDREA PIN IUS/21

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Costituzionalistico IUS/08 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 24/09/2018
Fine attività didattiche 11/01/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
1 A.A. 2018/19 sede di Treviso 11/10/2018 30/09/2019 PIN ANDREA (Presidente)
BERGO MONICA (Membro Effettivo)
DE NES MATTEO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: E’ propedeutico l’esame di Diritto costituzionale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Obiettivo principale dell'attività didattica è quello di fornire agli studenti la capacità di comprendere e affrontare le problematiche e le dimensioni giuridiche del sistema economico, anche alla luce dei nuovi scenari e delle vicende più recenti (globalizzazione; processo di integrazione europea; crisi finanziaria, ecc.), con un approccio multidisciplinare, sviluppato essenzialmente attraverso una ricostruzione specifica dell'evoluzione, l'analisi degli istituti, lo sviluppo della giurisprudenza soprattutto costituzionale e l'analisi di casi concreti.
Il corso è quindi diretto a sviluppare la capacità critiche e argomentative dello studente, anche in riferimento alle tendenze evolutive del sistema giuridico e ai nuovi ed attuali contesti un cui l'ordinamento stesso si colloca, consentendo così di valutare le innovazioni di maggiore portata e sviluppare ulteriori percorsi di ricerca. In tal modo il corso è diretto a favorire l'acquisizione di una specifica professionalità.
Modalita' di esame: L'esame si comporrà di una preliminare verifica scritta effettuata verso la metà del corso e successivamente di una prova orale.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione si fondano su tre elementi.
In primo luogo, la conoscenza istituzionale dei fenomeni giuridici studiati.
In secondo luogo, la capacità critico-dinamica. Infatti, anche attraverso l'esame dei casi, l’azione didattica intende sviluppare la consapevolezza critica degli studenti, la capacità di valutare le novità giuridiche e di collocarle nel contesto dei cambiamenti che stanno caratterizzando il sistema economico. Il raggiungimento di quest’abilità rappresenta una parte integrante sia del corso sia della sua valutazione.
In terzo luogo, viene valutata la capacità comunicativa e d’interazione con gli altri. Infatti, il corso intende dotare gli studenti della basilare capacità di comunicare i fenomeni giuridici e di interagire con il sistema economico.
Contenuti: Il corso intende fornire un quadro generale della disciplina del diritto costituzionale dell’economia e dei suoi principali istituti, per poi approfondire il ruolo della dimensione pubblica di fronte alle sfide poste dalla crisi economica.
Nello specifico, il corso verterà sui seguenti contenuti:
1. Il dibattito costituente riguardante il rapporto tra politica ed economia.
2. Intorno alla configurabilità della nozione di "costituzione economica".
3. La specifica collocazione delle norme riguardanti i rapporti economici all'interno del sistema costituzionale.
4. Lo sviluppo dell'intervento dello Stato nell'economia.
5. Il processo di integrazione europea, il mercato unico e gli influssi di questo processo sulla interpretazione delle norme costituzionali relative ai rapporti economici.
6. La tutela della concorrenza nella Costituzione e nei trattati europei.
7. Il cambiamento del ruolo dello Stato nel sistema economico: dalle nazionalizzazioni alle privatizzazioni.
8. Le grandi linee dello sviluppo della giurisprudenza costituzionale riguardanti i rapporti economici.
9. Un sistema multilivello. Interazioni tra giurisprudenza costituzionale, giurisprudenza della Corte di Giustizia e giurisprudenza della corte EDU.
10. Il nuovo arrivato: la costituzionalizzazione dell'equilibrio di bilancio. Analisi anche comparata.
11. Il rapporto fra l'equilibrio di bilancio e la garanzia dei diritti costituzionali. Analisi della giurisprudenza della Corte costituzionale.
12. Il sistema economico globale e il suo influsso sulla dinamica del sistema costituzionale.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni saranno cattedratiche e dialogate.
Si favorisce l'attivo coinvolgimento sui contenuti esposti durante le lezioni.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Luca Antonini, La domanda inevasa, il Mulino, 2016.

Gli studenti potranno inoltre avvalersi dell'ausilio di un manuale di diritto pubblico dell'economia. Tra quelli attualmente in commercio, è consigliato Francesca Trimarchi Banfi, Lezioni di diritto pubblico dell'economia. Giappichelli, 2016.
Testi di riferimento:
  • Luca Antonini, La domanda inevasa. Bologna: il Mulino, 2016. Cerca nel catalogo
  • Francesca Trimarchi Banfi, Lezioni di diritto pubblico dell'economia. Torino: Giappichelli, 2016. Cerca nel catalogo