Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA
Insegnamento
FONDAMENTI E DIDATTICA DELLA FISICA
SUP3050632, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA (Ord. 2017)
IA1870, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese BASIC AND DIDACTICS OF PHYSICS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA (Ord. 2017)

Docenti
Responsabile ORNELLA PANTANO FIS/08

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline fisiche FIS/01 2.0
CARATTERIZZANTE Discipline fisiche FIS/05 4.0
CARATTERIZZANTE Discipline fisiche FIS/08 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LABORATORIO 1.0 16 9.0
LEZIONE 8.0 60 140.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di base di matematica acquisite durante i corsi di studio secondari.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Per quanto riguarda i fondamenti della disciplina, lo studente alla fine del corso deve dimostrare di saper enunciare e spiegare le leggi e le teorie della fisica classica presentate nel corso e di saperle applicare per descrivere e interpretare dal punto di vista scientifico alcuni fenomeni della vita quotidiana legati alle forze e al movimento, ai fenomeni termici, elettrici e ottici e ai più comuni fenomeni celesti.
Per quanto riguarda la didattica della disciplina, deve dimostrare di conoscere gli aspetti fondamentali che rendono efficace e significativo l'insegnamento scientifico nella scuola dell'infanzia e primaria e di saper progettare un percorso didattico sui temi presentati nella parte di fondamenti utilizzando anche un'ottica trasversale di progettazione per competenze.
Modalita' di esame: L'esame è scritto e include domande e quesiti sulle conoscenze disciplinari e la presentazione di un percorso didattico su un tema specifico indicato dal docente. Durante le attività di laboratorio è prevista la stesura e consegna di un quaderno di laboratorio che documenti le esperienze svolte e le riflessioni individuali e di gruppo.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione con cui verrà effettuata la verifica delle conoscenze e delle abilità acquisite sono:
1. correttezza e completezza delle conoscenze affrontate nell'insegnamento;
2. chiarezza espositiva e uso corretto del linguaggio specifico;
3. applicazione corretta delle conoscenze disciplinari per descrivere e interpretare semplici fenomeni quotidiani;
4. nel percorso didattico, la coerenza tra focus del percorso, obiettivi di apprendimento e attività proposte anche in relazione alla classe scelta come riferimento e alle Indicazioni Nazionali per la scuola di base;
5. nel quaderno di laboratorio, la presentazione completa delle esperienze e la presenza di riflessioni personali.
Contenuti: Durante il corso, le pratiche scientifche e i concetti chiave della disciplina sono discussi in modo intrecciato al loro insegnamento nella scuola di base. In questo modo gli studenti possano sperimentare di persona molti degli aspetti legati alla didattica della disciplina, come il ruolo delle pre-conoscenze nell'apprendimento di un nuovo argomento o l'importanza delle attività laboratoriali per lo sviluppo di una reale competenza scientifica.

Fondamenti di Fisica e Astronomia
Il concetto di sistema. Proprietà fisiche di un sistema e loro misura. Oggetti e materiali. La forza e i sistemi in equilibrio. Equilibrio nei fluidi: la forza di Archimede. Il movimento dei corpi: riferimenti spazio-temporali. Velocità e accelerazione. Principi della dinamica. Legge della gravitazione universale. Materia e energia. Conservazione e trasformazione dell'energia. Fenomeni termici. Luce e visione. Fenomeni elettrici e magnetici.
Sistema Terra-Sole-Luna e i principali fenomeni celesti (alternarsi dì-notte e delle stagioni, le fasi lunari).
Le pratiche scientifiche: fare domande, sviluppare e utilizzare modelli, pianificare e condurre indagini, analizzare e interpretare i dati, usare la matematica, costruire spiegazioni, argomentare sulla base dei dati, ottenere e comunicare informazioni.

Didattica della Fisica e dell'Astronomia
Il passaggio dalla conoscenza comune alla conoscenza scientifica. Sviluppo longitudinale e trasversale degli argomenti nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria. Il ruolo delle idee-chiave nell'organizzazione della conoscenza scientifica. Il laboratorio scientifico. Ambienti formali e informali per l'apprendimento delle fisica e dell'astronomia. Il ruolo della creatività nella didattica scientifica. Progettazione e sperimentazione di percorsi didattici per la scuola di base.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Durante il corso viene utilizzata un metodologia interattiva che alterna momenti di presentazione frontale degli argomenti con lavori di gruppo dedicati all'osservazione, analisi e interpretazione di alcuni semplici fenomeni. Per gli studenti non-frequentanti sono previste attività da svolgere a casa con l'ausilio e la guida di schede operative.
Il corso include un laboratorio di didattica della fisica obbligatorio per tutti gli studenti durante il quale essi potranno riconoscere l'efficacia della sperimentazione diretta e il ruolo del lavoro di gruppo nello sviluppo della competenza scientifica.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Durante il corso sono forniti appunti del corso, testi scritti e link a materiali online per approfondire alcuni degli argomenti trattati.
Per la parte sui Fondamenti della disciplina è consigliato l'acquisto del testo di Fisica di base indicato nella bibliografia o, in alternativa, il recupero del testo di Fisica utilizzato nelle scuole secondarie di II grado.
Testi di riferimento:
  • Giuseppe Ruffo, Nunzio Lanotte, Fisica - Lezioni e Problemi (terza edizione). Bologna: Zanichelli, 2016.
  • R.A. Duschl, H.A. Schweingruber, A.W. Shouse (Eds.), Taking science to school: Learning and teaching science in grades K-8. Washington: The National Academies Press, 2007. Testo di consultazione in relazione alla didattica scientifica

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Working in group
  • Action learning
  • Problem solving
  • Flipped classroom
  • Peer feedback
  • Quiz o test a correzione automatica per feedback periodico o per esami
  • Active quiz per verifiche concettuali e discussioni in classe
  • Peer review tra studenti
  • Scrittura riflessiva

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • Top Hat (active quiz, quiz)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze Consumo e produzione responsabili Agire per il clima