Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
STUDI EUROPEI
Insegnamento
TEORIA POLITICA
EPP3050842, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
STUDI EUROPEI
SP1866, ordinamento 2013/14, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum CULTURA POLITICA NELLA SOCIETÀ GLOBALE [003PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese POLITICAL THEORY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile STEVEN JOSEPH COLATRELLA

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SPO2042404 TEORIA POLITICA INTERNAZIONALE STEVEN JOSEPH COLATRELLA SP1426

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE politico-sociale SPS/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2013

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Si richiede agli studenti una conoscenza di base dei concetti di scienze politiche.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Alla fine del corso, gli studenti avranno acquisito una conoscenza dei concetti fondamentali della politica internazionale e delle più importanti tematiche delle relazioni internazionali; sapranno individuare le principali scuole teoriche nei dibattiti centrali sulle questioni internazionali e avranno conseguito una conoscenza dei teorici, sia classici sia contemporanei, più importanti nel campo; gli studenti avranno acquisito la capacità di fare ricerca sui problemi teorici e pratici della politica internazionale, conosceranno le fonti più utili per la ricerca, scriveranno una tesina su un tema a loro scelta, approvato dal professore, faranno pratica nel presentare le loro ricerche e le loro idee ad altri.
Modalita' di esame: La frequenza, ancorché non obbligatoria, è consigliata.
Modalità di esame per gli studenti frequentanti: una tesina di ricerca su una tematica rilevante al materiale del corso, scelta dallo/a studente/essa e approvata dal professore, di circa 3000 parole (o 10 cartelle, doppio-spazio, con font di 12 punti), usando un minimo di 5 citazioni di opere accademiche (insieme con altre fonti citate di carattere non-accademico) e una presentazione della ricerca alla classe. La tesina deve includere un argomento, la discussione di più punti di vista o approcci teorici sulla questione discussa e deve essere legata alle tematiche studiate durante le lezioni. Informazioni più specifiche saranno rese disponibili durante una lezione all’inizio del corso.
Per gli studenti non-frequentanti: una tesina di ricerca su una tematica rilevante al materiale del corso, scelta dallo/a studente/essa e approvata dal professore, di circa 3000 parole (o 10-12 cartelle, doppio-spazio, con font di 12 punti), usando un minimo di 8 citazioni di opere accademiche (insieme con altri fonti citati di carattere non-accademico); un esame di 4 domande sulle opere bibliografiche indicate per gli studenti non-frequentanti.
Criteri di valutazione: Criteri di valutazione: per gli studenti frequentanti la valutazione avrà due componenti: 1) la capacità argomentativa, la qualità della ricerca e la profondità di analisi mostrata nella tesina; 2) la capacità dello/a studente/ssa nel capire le teorie, i problemi, i diversi livelli di analisi e le forme di ordine e istituzioni nazionali ed internazionali studiati nel corso, espressa sia in forma scritta nella tesina che oralmente durante la partecipazione nelle discussioni in classe e nella presentazione della propria ricerca alla classe alla fine del corso.
Per gli studenti non-frequentanti la valutazione avrà due componenti: 1) la capacità argomentativa, la qualità della ricerca e la profondità di analisi mostrata nella tesina; 2) la capacità dello/a studente/ssa nel capire le teorie, i problemi, i diversi livelli di analisi e le forme di ordine e istituzioni internazionali studiati nel corso, espressa in forma scritta nella tesina e nell’esame sulle opere bibliografiche indicate per gli studenti non-frequentanti.
Contenuti: Contenuti
Parte Generale: Le varie scuole teoriche e i dibattiti sulle relazioni internazionali; i concetti fondamentali di analisi della politica internazionale; le diverse forme storiche di ordine politico internazionali e i loro soggetti, agenti, istituzioni e metodi; gli eventi mondiali più importanti nell’influenzare lo sviluppo intellettuale della teoria politica internazionale e delle teorie particolari.
Parte tematica
Usando le opere e il pensiero di Giovanni Arrighi come punto partenza, affrontaremo le questioni:
La globalizzazione può trascendere l’ordine mondiale basato sulla sovranità nazionale e la centralità degli Stati nazionali?
L’egemonia degli Stati Uniti è arrivata al suo tramonto? Se sì, quali sono i candidati per sostituirlo?
L’epoca della dominanza o centralità dell’Occidente sta finendo oggi?
Il pericolo di guerra maggiore o mondiale fra i grandi poteri (USA, Russia, Cina, NATO, India, Giappone, ecc.) è ritornato ricentemente? Se sì, perchè?
Quali sono i rischi, i pericoli, le opportunità, le speranze e le paure per la pace, la guerra, il disastro ecologico, il crollo economico e il caos nel sistema-mondiale ?
Esistono delle alternative al neoliberismo capitalista al livello internazionale?
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Attività di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: sia insegnamento frontale tradizionale che pratica seminariale con la partecipazione degli studenti nelle discussioni in classe.

Il corso è organizzato in due parti. Nella parte generale, affronteremo i temi seguenti:

Contenuti specifici:

I. La costruzione delle teorie di politica internazionale
II. Le principali scuole teoriche
III. Liberalismo, idealismo e la pace
IV. Realismo classico
V. Neo-realismo
VI. Liberalismo internazionalista
VII. Marxismo, Dependency Theory, e World Systems Theory
VIII. Anarchia e ordine – una società internazionale?
IX. Ordine anarchica o caos sistemico?
X. Declino dello stato? Altri attori – business, markets, finanza
XI. The Balance of Power e teorie dei grandi poteri
XII. Istituzioni e cooperazione internazionale
XIII. Neoliberismo e neoconservatismo
XIV. La questione culturale – relazioni internazionali come campo occidentale e la crescita e ritorno dell’Asia
XV. Costruttivismo e teorie sociali e teorie di gender
XVI. Pace democratica? Il nuovo liberalismo internazionale?
XVII. Le cause di conflitto e guerre nel mondo di oggi
XVIII. Teorie di economia politica internazionale e la globalizzazione
XIX. La fine della globalizzazione e il ritorno del nazionalismo

Un elenco dei testi di riferimento per le lezioni specifiche sarà disponibile dal professore.

Nella parte tematica, esamineremo in profondità le questioni della fine dell’egemonia americana, global governance e prospettive per il futuro. Punto di partenza sarà l'opera di Giovanni Arrighi. Il docente si referirà ai seguenti testi:

Giovanni Arrighi, Il lungo ventesimo secolo
Giovanni Arrighi, Adam Smith a Pechino
Giovanni Arrighi e Beverly Silver, Caos e governo nel mondo
Beverly Silver, Forze di lavoro
Immanual Wallerstein, Terence Hopkins, Giovanni Arrighi e Etienne Balibar, Anti-Systemic Movements
Vijay Prashad, The Darker Nations
Vijay Prashad The Poorer Nations
Minqi Li, The Rise of China and the Demise of the World Capitalist System
Martin Jacques, When China Rules the World
Steven Colatrella, “Global Governance and Revolution in the 21st Century” New Politics Summer 2001
Steven Colatrella, “In Our Hands is Placed a Power: Austerity, Worldwide Strike Wave, and the Crisis of Global Governance” Socialism and Democracy Nov. 2011
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Altri Testi Suggeriti: (Non Obbligatori):

Perry Anderson, The New Old World. London: Verso, 2011.

Perry Anderson, American Foreign Policy and Its Thinkers. London: Verso, 2017.

Filippo Andreatta (a cura di),, Le grandi opere delle relazioni internazionali. Bologna: Il Mulino, 2011.

Naomi Klein, Shock Economy: L'Ascesa del capitalismo di disastri BUR Biblioteche Rizzoli Bologna, 2008.

Robert Cooper, La fine delle nazioni: ordine e caos nel 21esimo secolo. Torino: Landau, 2004

Mark Leonard, Why Europe Will Run the 21st Century. London: Fourth Estate, 2005.

Thomas Frank, Listen, Liberal. London:Scribe, 2016.

John Gillingham, The EU: An Obituary. London: Verso, 2018.
Testi di riferimento:
  • Giovanni Arrighi, Il Lungo Ventesimo Secolo/The Long Twentieth Century. Milano /London and New York: Il Saggiatore/ English version: Verso (1994), 2014. Students may read this book in either Italian or in English/ Gli studenti possono leggerlo in Italiano oppure in Inglese Cerca nel catalogo
  • Yanis Varoufakis, Adulti nella stanza: la mia battaglia contro l'establishment dell'Europa/Adults In The Room: My Battle With Europe’s Deep Establishment. Milano/London and New York: La Nave di Teseo/Vintage, 2018. Gli studenti possono leggerlo in Italiano oppure in Inglese/ Students may read this book in either Italian or in English Cerca nel catalogo
  • John Judis, The Nationalist Revival: Trade, Immigration and the Revolt against Globalization. --: Columbia Global Reports, 2018. Cerca nel catalogo
  • Perry Anderson, American Foreign Policy and Its Thinkers. London and New York: Verso, 2017. OBBLIGATORIO SOLTANTO PER I NON-FREQUENTANTI - ONLY REQUIRED FOR NON-ATTENDING STUDENTS Cerca nel catalogo
  • Filippo Andreatta, a cura di, Le grandi opere di relazioni internazionali. Bologna: Il Mulino, 2011. OBBLIGATORIO SOLTANTO PER I NON-FREQUENTANTI - ONLY REQUIRED FOR NON-ATTENDING STUDENTS Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Interactive lecturing
  • Questioning
  • Peer feedback

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Lavoro dignitoso e crescita economica Citta' e comunita' sostenibili Pace, giustizia e istituzioni forti Partnership per gli obiettivi