Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA CIVILE
Insegnamento
PROGETTO DI STRUTTURE
IN01106828, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INGEGNERIA CIVILE
IN0517, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum PROGETTAZIONE TECNOLOGICA E RECUPERO EDILIZIO [005PD]
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese STRUCTURAL DESIGN
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (ICEA)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dicea/course/view.php?idnumber=2018-IN0517-005PD-2017-IN01106828-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile FRANCESCA DA PORTO ICAR/09

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
IN01106828 PROGETTO DI STRUTTURE FRANCESCA DA PORTO IN0517

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ingegneria civile ICAR/09 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
10 2017 01/10/2018 30/11/2019 DA PORTO FRANCESCA (Presidente)
DONA' MARCO (Membro Effettivo)
TECCHIO GIOVANNI (Supplente)
VERLATO NICOLO' (Supplente)
9 2017 01/10/2017 30/11/2018 DA PORTO FRANCESCA (Presidente)
GASPARINI ALESSANDRO (Membro Effettivo)
DONA' MARCO (Supplente)
GUIDI GIOVANNI (Supplente)
TECCHIO GIOVANNI (Supplente)
VERLATO NICOLO' (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Tecnica delle Costruzioni I e II
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si configura come completamento dei corsi di Tecnica delle Costruzioni 1 e 2 ed intende fornire una visione più ampia della progettazione strutturale, con particolare riferimento anche alle azioni sismiche.
Saranno riassunte e richiamate le basi teoriche ed i riferimenti normativi per progettare in termini prestazionali nuovi edifici realizzati con materiali di tipo tradizionale, quali il cemento armato, il cemento armato precompresso, l'acciaio, la muratura ed il legno, e mediante applicazione di tecnologie più innovative quali l’isolamento sismico o l’utilizzo di dispositivi antisismici.
Grande familiarità deve essere acquisita in tale ambito con:
- i criteri generali ed i riferimenti normativi per la progettazione strutturale di edifici civili ed industriali realizzati con diversi materiali e tecniche;
- i metodi più avanzati teorici, numerici, e numerico-sperimentali di valutazione della “capacità” e della “domanda” di edifici e di componenti non strutturali;
- gli approcci probabilistici classici o più avanzati, applicati anche ai fini dell’analisi e della “classificazione sismica” degli edifici;
- l’utilizzo di tecniche antisismiche innovative per la realizzazione di nuovi edifici e per l’intervento sull'esistente.
Modalita' di esame: Prove pratiche in itinere (compitini e homework) durante il corso e colloquio finale
Criteri di valutazione: Lo studente dovrà dimostrare di avere compreso e di saper affrontare, nella pratica, problemi di progettazione strutturale per elementi e costruzioni di diversa tipologia.
Contenuti: - Introduzione. Sicurezza strutturale: approcci e metodi di calcolo. Azioni sulle costruzioni e requisiti delle strutture nei confronti degli stati limite. Criteri generali e riferimenti normativi per la modellazione, l'analisi, la progettazione e verifica di costruzioni, con particolare riferimento all’azione sismica.
- Materiali, forme e sistemi strutturali, note sul funzionamento, schemi strutturali e criteri generali per il progetto ed il predimensionamento. Solai: tipologie, problematiche, regole normative e criteri di calcolo.
- Comportamento spaziale degli edifici e ripartizione delle azioni orizzontali. Tipologie strutturali per edifici civili e sistemi di stabilità laterale degli edifici. Strutture a pareti, strutture a telaio, strutture a nucleo. Strutture con controventi metallici. Edifici multipiano di acciaio. Sistemi di controvento per edifici alti: strutture tubolari e strutture a nucleo con sistemi stabilizzanti “outrigger”.
- Edifici multipiano in C.A. a telaio, a pareti, miste. Indicazioni progettuali, metodi di analisi e criteri di verifica. Esempi di calcolo di strutture in CA: confronto tra risultati di analisi dinamiche modali e analisi statiche non lineari (push-over): confronto tra strutture a telaio e strutture a lame. Interazione telaio/tamponature: problematiche e indicazioni per l’analisi, il progetto e la verifica.
- Edifici in muratura: materiali e tecniche costruttive, comportamento meccanico e criteri di rottura, comportamento strutturale. Esempi di calcolo di strutture in muratura portante: confronto tra risultati di analisi statiche lineari e statiche non lineari; confronto tra strutture in muratura semplice ed armata.
- Introduzione alla dinamica di strutture isolate alla base. Dispositivi anti-sismici: isolatori, dissipatori, dispositivi di vincolo rigido (shock transmitter). Principali requisiti normativi per la modellazione e l’analisi di sistemi di isolamento (NTC08, EC8). Esempi di calcolo di strutture isolate alla base. Principi base di isolamento sismico interpiano e smorzamento supplementare per edifici alti.
- Edifici prefabbricati di C.A. e di C.A.P. per uso civile ed industriale. Caratteristiche costruttive e strutturali, principali regole di progettazione ed esempi applicativi.
- Approcci agli spostamenti (Diplacement-Based Design and Assessment). Criteri per la classificazione del rischio sismico. Seminari specialistici.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Didattica frontale con svolgimento di homework e progetti in itinere. Integrazioni con video di prove sperimentali (e visite al laboratorio durante prove speciali, se possibile) ed immagini di danni alle strutture per una migliore comprensione del comportamento strutturale.
Al fine di fornire informazioni aggiornate e contribuire efficacemente all’acquisizione delle conoscenze ampie e diversificate che è necessario possedere in tale ambito, il corso si avvale della collaborazione in forma seminariale di specialisti di diversi settori, ad esempio:
- D. Dozio (ARUP Italia) - Sistemi di stabilità laterale per edifici alti
- A. Palermo (University of Canterbury, NZ) – Costruzioni multi-piano in legno lamellare precompresso (Pres-Lam)
- M. Banfi (HIRUN) – Prove sperimentali su sistemi di isolamento sismico
- F. Carturan (RISKAPP) – Analisi multirischio per edifici ed attività produttive
- D. Arba (AACE International) – Principi di Cost Management e Cost Engineering
Per approfondire le conoscenze acquisite, vi è la possibilità di svolgere attività formative specialistiche nell’ambito di progetti di ricerca e collaborazioni a livello nazionale ed internazionale.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Viene messa a disposizione degli studenti una dispensa completa delle lezioni in formato slide.
Testi di riferimento:
  • Ministero delle Infrastrutture, DM 17/01/2018: Norme tecniche per le costruzioni. --: --, --. Gazzetta Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2018 - Suppl. Ordinario n. 8 Cerca nel catalogo
  • Ministero delle Infrastrutture, Circolare 02/02/2009 contenente le Istruzioni per l’applicazione delle Nuove norme tecniche per le costruzioni di cui al DM14/01/2008. --: --, --. Gazzetta Ufficiale n. 47 del 26 febbraio 2009 – Suppl. Ordinario n. 27 Cerca nel catalogo
  • European Committee for Standardization, UNI EN1998-1:Progettazione delle strutture per la resistenza sismica-Parte 1: Regole generali, azioni sismiche e regole per gli edifici. --: --, --. Cerca nel catalogo
  • F. da Porto, G. Tecchio, M. Donà, Dispense delle lezioni. --: --, --. 2018

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Case study
  • Working in group
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Citta' e comunita' sostenibili