Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA CIVILE
Insegnamento
LABORATORIO DI SICUREZZA NEI CANTIERI
INP6075200, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INGEGNERIA CIVILE
IN0517, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum PROGETTAZIONE TECNOLOGICA E RECUPERO EDILIZIO [005PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese BUILDING YARDS SAFETY WORKSHOP
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (ICEA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GUIDO CASSELLA

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
INP6075200 LABORATORIO DI SICUREZZA NEI CANTIERI GUIDO CASSELLA IN2291

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ingegneria civile ICAR/11 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 A.A. 2018/19 01/10/2018 30/11/2019 CASSELLA GUIDO (Presidente)
VERONESE VALENTINA (Membro Effettivo)
BOSCO ANDREA (Supplente)
1 A.A. 2017/18 01/10/2017 30/11/2018 CASSELLA GUIDO (Presidente)
VERONESE VALENTINA (Membro Effettivo)
BOSCO ANDREA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Superamento esame “Sicurezza nei cantieri”.
Conoscenze e abilita' da acquisire: l’obiettivo è quello di acquisire dimestichezza sia con i documenti di organizzazione della sicurezza (nella fase della progettazione), sia nella gestione della sicurezza nella fase esecutiva del cantiere.

Data la tipologia e l'organizzazione del laboratorio, la frequenza è vivamente consigliata
Modalita' di esame: lo studente dovrà sviluppare un “caso studio” attinente alle attività svolte durante il corso e presentare una relazione scritta sull'argomento trattato.

L'esame (orale) consiste nel commentare i lavori svolti durante il lavoratorio (PSC; POS; FSC; attività del CSE)
Criteri di valutazione: sarà valutato il grado di comprensione del ruolo del Coordinatore e delle conoscenze per lo svolgimento.
Contenuti: I contenuti minimi del Piano di Sicurezza e di Coordinamento (PSC).
I criteri metodologici per l’elaborazione del Piano di Sicurezza e di Coordinamento e l’integrazione con i Piani Operativi di Sicurezza (POS)
Esempi PSC, con approfondimento su rischi da lavori stradali e da lavori in rete; rischio nelle opere in sotterraneo ed in galleria; lavori in ambienti confinati; lavori di montaggio e smontaggio di elementi prefabbricati;
I contenuti minimi del Piano Operativo di Sicurezza; I criteri metodologici per l’elaborazione del Piano Operativo di Sicurezza; esempi di POS.
Progettazione degli apprestamenti di sicurezza;
i criteri metodologici per l’elaborazione del fascicolo; esempi di fascicolo.
I rapporti con la committenza, i progettisti, la direzione lavori, i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.
Simulazione delle attività dei Coordinatori.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Acquisite le nozioni teoriche di base gli studenti dovranno saper redigere e gestire i documenti di organizzazione della sicurezza.
Verranno esaminati casi reali, anche con supporto di immagini e filmati, che diventeranno elementi di discussione e analisi.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Dispense fornite dal docente e materiare disponibile sulla piattaforma Moodle
Testi di riferimento:

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Laboratory
  • Problem based learning
  • Case study
  • Working in group

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere Lavoro dignitoso e crescita economica Industria, innovazione e infrastrutture Citta' e comunita' sostenibili