Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE DIAGNOSTICHE
Insegnamento
ALTRE ATTIVITA'
MEP3056477, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE DIAGNOSTICHE
ME1869, ordinamento 2013/14, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 5.0
Tipo di valutazione Giudizio
Denominazione inglese MEETING, LANGUAGES COURSES - BASIC LIFE SUPPORT AND DEFIBRILLATION COURSE
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina (DIMED)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dimed/course/view.php?idnumber=2018-ME1869-000ZZ-2017-MEP3056477-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE DIAGNOSTICHE

Docenti
Responsabile GIANMARIA PENNELLI MED/08
Altri docenti SONIA CESARO 000000000000
ENRICO ORVIETO
GEMMA ROCCO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
ALTRO Altre attività quali l'informatica, laboratori ecc; -- 5.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 5.0 50 75.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze e competenze proprie del laureato in Tecniche Di Laboratorio Biomedico (laurea triennale).
Conoscenze e abilita' da acquisire: Modelli gestionali e organizzativi in laboratorio biomedico
Lo studente deve acquisire: i) conoscenze sulla struttura amministrativa/organizzativa concernente il sistema sanitario italiano; ii) conoscenze sulla struttura amministrativa/organizzativa concernente un laboratorio biomedico; iii) abilità concernenti la organizzazione e il monitoraggio dei flussi di lavoro di un laboratorio biomedico.

Bioetica nella pratica di laboratorio
Il corso è costruito per rispondere al bisogno di una generale introduzione ai concetti della bioetica come pure a fornire strumenti per un’operativa ricaduta professionale.

Protocolli nazionali e regionali diagnostico-terapeutici in oncologia
Lo studente deve acquisire la conoscenza dei principi costitutivi dei “Percorsi diagnostici-terapeutici assistenziali – PDTA” e i contenuti di alcuni dei PDTA oncologici in uso.

Le competenze trasversali del Tutor Didattico
Il tutor didattico può svolgere un grande ruolo nel facilitare l’apprendimento di competenze intellettive, relazionali e gestuali da parte dello studente. Importante risorsa per l’apprendimento degli studenti è l’utilizzo di metodologie che valorizzano l’esperienza dello studente, promuovendone una rivalutazione critica.
Modalita' di esame: Prova orale e/o scritta sui temi del programma.
Criteri di valutazione: Saranno valutate le conoscenze e le abilità acquisite dallo studente (attività didattica, approfondimento personale, risultato di partecipazione ai lavori di gruppo).
Contenuti: Modelli gestionali e organizzativi in laboratorio biomedico
Organizzazione del sistema sanitario e la collocazione del Laboratorio nel suo contesto. Identificazione delle priorità organizzative (aree organizzative macro e approfondimenti). Acquisizione e analisi/interpretazione dei dati utili a gestire l’organizzazione

Bioetica nella pratica di laboratorio
Comprendere lo scenario culturale entro cui si sviluppa la bioetica nella pratica di laboratorio. Organizzare l’analisi etica e i processi decisionali relativi a casi e contesti della pratica clinica.

Protocolli nazionali e regionali diagnostico-terapeutici in oncologia
Durante il corso saranno illustrati i principi metodologici per la istituzione di un PDTA oncologico e ne verranno illustrati alcuni ad esempio. I percorsi diagnostici terapeutici assistenziali (PDTA) sono strumenti di governo clinico che si propongono di garantire: riproducibilità delle azioni; uniformità delle prestazioni erogate; riduzione dell’evento straordinario; scambio di informazioni; definizione dei ruoli. La stesura dei PDTA utilizza le evidenze più recenti della letteratura, riassunte sostanzialmente nelle principali linee guida/raccomandazioni internazionali e nazionali. Inoltre si fa riferimento alle disposizioni legislative nazionali e regionali e a quanto già esiste in letteratura in merito ai modelli di organizzazione a rete dei servizi oncologici.

Le Competenze trasversali del Tutor Didattico
Principali funzioni e attività del Tutor Didattico nei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie. Funzione didattico/organizzativa e pedagogica e le azioni di programmazione, collaborazione, organizzazione e supervisione nell’accompagnamento dello studente durante il suo percorso formativo.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali e testi di approfondimento. Eventuale attività seminariale e a piccoli gruppi.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il materiale di studio è quello reso disponibile dal docente in occasione delle lezioni frontali.
Testi di riferimento:
  • Gian Piero Guaglino, Fare formazione. I fondamenti della formazione e i nuovi traguardi. --: Cortina, 2005.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Problem solving