Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Psicologia
PSICOLOGIA CLINICA DELLO SVILUPPO
Insegnamento
LA DIAGNOSI IN ETA' EVOLUTIVA CON LE CHILD BEHAVIOR CHECKLIST
PSP6074674, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
PSICOLOGIA CLINICA DELLO SVILUPPO
PS2292, ordinamento 2016/17, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 3.0
Tipo di valutazione Giudizio
Denominazione inglese CHILD BEHAVIOR CHECKLIST DIAGNOSIS IN DEVELOPMENTAL AGE
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di PSICOLOGIA CLINICA DELLO SVILUPPO

Docenti
Responsabile PIETRO DE CARLI M-PSI/07

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
ALTRO Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro -- 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 3.0 21 54.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Le conoscenze necessarie per l'apprendimento dei contenuti e lo svolgimento delle attività proposte nel laboratorio sono i costrutti elativi alla Developmental Psychopathology. Si farà inoltre riferimento alle basi neuro-biologiche dello sviluppo e del comportamento in età evolutiva, alle basi biologiche e psicodinamiche del parenting.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Le conoscenze necessarie per l'apprendimento dei contenuti e lo svolgimento delle attività proposte nel laboratorio sono i costrutti elativi alla Developmental Psychopathology. Si farà inoltre riferimento alle basi neuro-biologiche dello sviluppo e del comportamento in età evolutiva, alle basi biologiche e psicodinamiche del parenting.
Modalita' di esame: L’esame di svolgerà durante l’ultima lezione dell’insegnamento o in un appello aperto ad hoc dal docente e verterà sui contenuti affrontati durante il Laboratorio, con particolare riferimento alle componenti applicative e operative di essi. Le modalità di svolgimento dell’esame saranno quindi in linea con le tecniche esperienziali già utilizzate durante le lezioni e mireranno alla verifica degli apprendimenti delle componenti pragmatiche degli strumenti, tecniche e/o modelli presentati.
L'esame si baserà sulla presentazione in piccoli gruppi in aula di una a scelta fra due tipi di presentazioni:
- Un possibile progetto di ricerca in cui la CBCL venga utilizzata come outcome di un processo disfunzionale di sviluppo.
- La discussione di un caso clinico reale con l’integrazione dei risultati quantitativi della CBCL con l’osservazione del comportamento del bambino e del colloquio con i genitori.
Criteri di valutazione: Dal momento che il laboratorio consiste in una formula didattica professionalizzante ed esperienziale, i criteri di valutazione degli apprendimenti dello studente verteranno specificamente su questi aspetti, con particolare riferimento alle ricadute empiriche, cliniche e operative degli strumenti, metodi e tecniche presentate durante il Laboratorio. Ulteriori elementi che concorreranno a definire la valutazione finale saranno la partecipazione attiva durante le lezioni, le attività svolte in autonomia nell’applicazione dei contenuti presentati, la presenza partecipe e condivisa nel gruppo di lavoro.
La valutazione della preparazione dello studente sarà effettuata secondo i seguenti criteri:
- capacità di rispondere a tutti i quesiti di verifica formulati ;
- adeguatezza e aderenza delle risposte fornite alle domande formulate (la risposta è "in tema" rispetto alla domanda oppure è vaga e non specifica?)
- completezza ed esaustività delle risposte fornite (la risposta fornita contiene tutti gli elementi costitutivi dell'argomento/costrutto richiesto nella domanda?)
- appropriatezza del linguaggio utilizzato (la risposta è formulata secondo un adeguato linguaggio che faccia riferimento a specifici termini "psicologici" per descrivere il costrutto e/o il tema richiesto?)
Contenuti: L’introduzione al corso riprenderà i principi della Developmental Psychopathology proponendo il concetto che la psicopatologia infantile può essere compresa esclusivamente in un’ottica di sviluppo. Poi verrà spiegato nel dettaglio il funzionamento e l’origine della CBCL e come si inserisce nella complessità della diagnosi infantile e dei sistemi di classificazione dei disturbi. Infine verrà mostrato l’utilizzo della CBCL sia da un punto di vista clinico che empirico. Per quanto riguarda la dimensione clinica, in particolare verranno proposti dei casi clinici dal contatto con il servizio fino alla formulazione del caso e delle indicazioni del trattamento. Per quanto riguarda l’aspetto empirico, verranno proposti alcuni studi in cui la CBCL è stata utilizzata per valutare l’outcome di diverse condizioni di rischio di sviluppo come ad esempio la prematurità o l’insicurezza dell’attaccamento.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: La didattica del laboratorio prevede la presenza in aula degli studenti, suddivisi in piccoli gruppi, per favorire gli apprendimenti su base professionalizzante ed esperienziale dei contenuti che definiscono le attività di laboratorio stesse. In questo senso, è prevista e auspicata la presenza degli studenti per il 70% della didattica erogata allo scopo di favorire gli apprendimenti dei contenuti previsti. Il lavoro in aula e in gruppo fa parte integrante della didattica del Laboratorio e costituisce una delle attività di apprendimento, accanto alla verifica delle componenti individuali di ciascuno studente. Gli studenti che per motivazioni eccezionali fossero impossibilitati a frequentare sono invitati a contattare prontamente il docente titolare per concordare attività alternative.
L’apprendimento sarà favorito da numerose esercitazioni pratiche e dall’osservazione di esemplificazioni provenienti da contesti sia clinici che di ricerca.
Il corso si svolgerà secondo le seguenti metodologie di insegnamento:
- Lezioni frontali da parte del docente
- presentazione di casi clinici esemplificativi tramite materiale video e/o colloqui che gli studenti potranno visionare
- discussione in aula con gli studenti di alcuni dei temi trattati a lezione
- presentazione in aula da parte degli studenti e discussione con il docente e con gli altri studenti
Sarà favorita e sollecitata la discussione critica in aula e la possibilità da parte degli studenti di esprimere dubbi, difficoltà e/o di richiedere approfondimenti allo scopo di produrre il miglior apprendimento possibile dei temi proposti, nonchè un approccio il più possibile "professionalizzante" ai contenuti trattati.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Costituiscono materiali di studio per l’esame:
- le slide del corso, in italiano, che saranno rese disponibili on-line mediante piattaforma Moodle
- articoli scientifici, in inglese e italiano, anch’essi resi disponibili on-line mediante piattaforma Moodle.
Testi di riferimento: