Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
STRATEGIE DI COMUNICAZIONE
Insegnamento
STORIA DELL'IMPRESA
LE02121220, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
STRATEGIE DI COMUNICAZIONE
IF0315, ordinamento 2015/16, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese BUSINESS HISTORY
Sito della struttura didattica https://www.disll.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARCO BERTILORENZI SECS-P/12

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE02121220 STORIA DELL'IMPRESA MARCO BERTILORENZI LE0607

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative SECS-P/12 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
8 1819 01/10/2018 30/11/2019 BERTILORENZI MARCO (Presidente)
CARACAUSI ANDREA (Membro Effettivo)
COCCO MICHELE (Supplente)
VECCHIATO GIAMPIETRO (Supplente)
2 1718 01/10/2017 30/11/2018 BERTILORENZI MARCO (Presidente)
CARACAUSI ANDREA (Membro Effettivo)
COCCO MICHELE (Supplente)
VECCHIATO GIAMPIETRO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Non si richiede nessun prerequisito specifico.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente alla fine del corso sarà in grado di:
- Capire perché le ragioni del successo o dell'insuccesso delle imprese e di affrontare ragionamenti sulle dinamiche dello sviluppo economico
- Capire le logiche organizzative, produttive e commerciali degli attori economici attraverso la loro storia.
- Saper analizzare l'evoluzione delle strategie e delle strutture delle imprese
- Saper decostruire la narrazione dell'impresa, con particolare attenzione alle dinamiche per portano al successo o all'insuccesso delle imprese
- Saper contestualizzare le scelte degli attori economici con il loro ambiente economico, politico e sociale
Modalita' di esame: Per i soli frequentanti sarà possibile sostituire parte o la totalità dell'esame finale con una relazione di natura seminariale presentata davanti alla classe. Nel corso della prima settimana di corsi saranno definite le attività seminariali secondo il numero di frequentanti e i loro background. Infatti, a seconda di quanti studenti saranno presenti al corso, si organizzeranno delle attività seminariali che sostituiranno in toto o in parte l'esame finale.

Per i non frequentanti, il programma si costituisce del manuale di Amatori-Colli, più delle letture concordate col docente. Si prega di prendere contatto per mail o di recarsi a ricevimento per discutere di quest'ultimo aspetto.

Anche gli studenti erasmus sono i bene accetti, possono anche concordare un esame ad hoc, con testi in francese o inglese. In lingua francese il docente tiene anche il corso "Histoire des entreprises" per il corso Erasmus-Mundus TPTI che è aperto agli studenti erasmus
Criteri di valutazione: Per gli studenti frequentanti, la valutazione è basata, oltre che sul lavoro presentato o sui testi preparati in complemento o alternativa, sulla loro assiduità e capacità di interazione durante le lezioni rispetto alle tematiche via via presentate.

Per i non frequentanti, i criteri di valutazione si basano sull'esame finale classico, in particolare sulla capacità di saper contestualizzare le nozioni proprie di questa disciplina, di far interagire fra loro le letture concordate con il docente e la capacità di individuare e approfondire aspetti salienti della disciplina
Contenuti: L'impresa e l'imprenditore sono senza dubbio tra i principali attori del nostro sistema economico. Lo studio della loro storia fornisce un punto di vista imprescindibile per comprendere le dinamiche dello sviluppo economico contemporaneo.

Il corso intende fornire delle nozioni di storia d'impresa per comprendere il ruolo degli attori economici (imprese e imprenditori), delle loro organizzazioni e delle loro strategie dietro le scelte tecnologico-produttive, organizzative e commerciali. Si presenterà un approccio istituzionale al problema storico dell'impresa, capace di includere le interazioni mutuali tra attori e società nelle trasformazioni tecnologiche ed economiche. Si darà risalto al ruolo degli stati, delle istituzioni e delle congiunture nel determinare le scelte d'impresa e i livelli di imprenditorialità.

Si farà particolare attenzione agli attori economici in quanto volani della globalizzazione dell'economia, capaci di legare dinamiche globali a contesti locali. Il corso vuole fornire un approccio globale e comparativo dell'impresa, mostrando le varietà locali/nazionali come parte di un processo di convergenza o divergenza rispetto a modelli globali d'impresa.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Corso frontale e seminariale, relazioni di fronte alla classe, letture e commenti individuali. Il corso adotta una pedagogia attiva che intende implicare gli studenti durante le lezioni: si chiede dunque assiduità e volontà d'interazione.

Si prevede di dividere il corso in tre grossi filoni principali.
1) Il primo analizzerà gli aspetti teorici dell'impresa e dell'imprenditore nel lungo periodo, cercando di capire come queste categorie vengono pensate e legittimate nel corso della storia.
2) Una seconda parte sarà dedicata alla ricostruzione più propriamente storica dell'evoluzione delle imprese, cercando di delineare le diverse tipologie di sviluppo dell'impresa nei vari contesti nazionali dalla Rivoluzione Industriale agli anni 1990
3) infine, un'ultima parte verterà sull'analisi dell'uso della storia da parte delle imprese stesse, attraverso l'analisi di case studies forniti dal docente e di seminari preparati dagli studenti.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Durante il corso verrano forniti materiali (articoli e capitoli) per approfondire alcuni aspetti specifici della storia d'impresa. Per preparare l'esame, lo studente frequentante può scegliere un testo a scelta tra quelli indicati, se non preferisse superare l'esame attraverso le relazioni seminariali previste. Per quanto riguarda il lavoro di Chandler, si intende solo la prima parte. Oltre questo testo, lo studente dovrà preparare l'esame su altre letture concordate con il docente o effettuare la relazione finale.
Testi di riferimento:
  • Amatori, Franco; Colli, Andrea, Storia d'impresa complessità e comparazioni Franco Amatori, Andrea Colli. Milano: Bruno Mondadori, 2011.
  • Chandler, Alfred D.; Amatori, Franco; Hikino, Takashi, Dimensione e diversificazionele dinamiche del capitalismo industrialeAlfred D. Chandler jr.con la collaborazione di Takashi Hikinoedizione italiana a cura di Franco Amatori. Bologna: Il mulino, 1994.
  • Colli, Andrea, Dynamics of International Business. Comparative Perspectives of Firms, Markets and Entrepreneurship. New York: Routldege, 2016.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Action learning
  • Peer feedback
  • Peer assessment
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Learning journal

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Lavoro dignitoso e crescita economica Industria, innovazione e infrastrutture Ridurre le disuguaglianze Consumo e produzione responsabili