Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE STORICHE
Insegnamento
ESTETICA
LE10102722, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE STORICHE
LE0607, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese AESTHETICS
Sito della struttura didattica https://www.dissgea.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARCELLO GHILARDI M-FIL/04

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE10102722 ESTETICA MARCELLO GHILARDI LE0614

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-FIL/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
9 commissioni a.a. 2018-2019 01/10/2018 30/11/2019 GHILARDI MARCELLO (Presidente)
GURISATTI GIOVANNI (Membro Effettivo)
GIACOMELLI ALBERTO (Supplente)
MAGNO EMANUELA (Supplente)
TOMASI GABRIELE (Supplente)
8 estetica lm 2017 01/10/2017 30/11/2018 GHILARDI MARCELLO (Presidente)
TOMASI GABRIELE (Membro Effettivo)
GIACOMELLI ALBERTO (Supplente)
GURISATTI GIOVANNI (Supplente)
MAGNO EMANUELA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenza generale del concetto di “estetica”.
Conoscenze e abilita' da acquisire: a) conoscenza del contenuto delle opere in oggetto;
b) acquisizione del lessico specifico e delle strutture argomentative delle opere esaminate;
c) sviluppo di capacità argomentative e di analisi critica di testi e tesi filosofiche;
d) capacità di confronto interculturale tra orizzonti linguistici e tradizioni di pensiero differenti.
Modalita' di esame: L'esame si svolgerà in forma orale con discussione di una o più delle tematiche affrontate durante le lezioni e dei contenuti presenti nei testi indicati in bibliografia. La durata massima del colloquio è di circa 30 minuti, con domande aperte oltre ad analisi e commento dei testi stessi. Non sono previste prove in itinere.
Criteri di valutazione: Il voto finale risulterà dalla valutazione della prova orale e sarà determinato dai seguenti parametri:
a) livello di acquisizione delle conoscenze degli argomenti trattati nel corso e dei metodi proposti
b) organizzazione e assimilazione personale dei contenuti proposti
c) capacità di sviluppare un argomentato punto di vista personale sui contenuti
d) appropriatezza del lessico, correttezza sintattico-grammaticale nell'esposizione, corretta pronuncia dei termini in lingue classiche o straniere
e) rigore nell’analisi, spiegazione e interpretazione dei testi filosofici, abilità logico-argomentative
f) approfondimento personale-originale degli argomenti proposti
Contenuti: TITOLO DEL CORSO: Il differire del visibile
Il corso intende interrogare le nozioni di sguardo, di visibilità, di invisibile e di immagine nel confronto tra alcune posizioni particolarmente significative del pensiero moderno e contemporaneo. In particolare saranno prese in considerazione e saranno oggetto di studio la riflessione di Jacques Derrida – a partire dal saggio La différance, per indagare poi in dettaglio alcuni testi che affrontano problematiche estetiche relative al tema della visibilità – e quella di un pittore e pensatore cinese. Sulla base del confronto tra queste prospettive, obiettivo del corso sarà quello di aprire una possibilità di interrogazione interculturale sulle modalità del rapporto tra visibile e invisibile, immagine e parola, arte e filosofia, indagando l'estensione e la pretesa di universalità di tali nozioni. Il movimento decostruttivo proposto ed elaborato da Derrida verrà quindi esteso e riattivato attraverso un esercizio di decostruzione "da fuori", a partire cioè dall'esteriorità del pensiero cinese.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lettura, analisi, commento e discussione dei testi filosofici e poetici; visione e commento di immagini. La frequenza delle lezioni, benché auspicabile anche per il richiamo a lingue straniere, europee ed extra-europee, non è obbligatoria.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Gli studenti sono tenuti a portare come materiale di esame i testi di riferimento indicati (in caso, limitatamente alle pagine segnate) dei primi tre punti, e un testo a scelta tra gli ultimi due. Eventuali altri testi di approfondimento ulteriore (esclusi comunque dal materiale d'esame) saranno comunicati nel corso delle lezioni.
Testi di riferimento:
  • Derrida, Jacques, Memorie di cieco. L'autoritratto e altre rovine. Milano: Abscondita, 2003. Cerca nel catalogo
  • Derrida, Jacques, Pensare al non vedere. Milano: Jaca Book, 2016. Cerca nel catalogo
  • Shitao, Discorsi sulla pittura del Monaco Zucca Amara. Milano: Jouvence, 2014. Cerca nel catalogo
  • Jullien, François, Quella strana idea di bello. Bologna: Il mulino, 2012. Cerca nel catalogo
  • Ghilardi, Marcello, Il visibile differente. Sguardo e relazione in Derrida. Milano: Udine, Mimesis, 2012. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Interactive lecturing
  • Mappe concettuali
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Pace, giustizia e istituzioni forti