Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE STORICHE
Insegnamento
DIGITAL HISTORY
SUP7078777, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE STORICHE (Ord. 2017)
LE0607, ordinamento 2017/18, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese DIGITAL HISTORY
Sito della struttura didattica http://www.dissgea.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile FEDERICO MAZZINI 000000000000

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SUP7078963 DIGITAL HISTORY FEDERICO MAZZINI LE0615

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Storia generale ed europea M-STO/04 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
1 Commissione 2017/18 01/06/2018 30/11/2018 MAZZINI FEDERICO (Presidente)
FRANCIA ENRICO (Membro Effettivo)
SORBA CARLOTTA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Il corso non ha prerequisiti obbligatori. Non si richiede alcuna competenza informatica pregressa.

E' tuttavia utile la conoscenza di base delle metodologie della ricerca storica e, soprattutto, la conoscenza della lingua inglese per la comprensione di testi e siti internet.

Durante la lezione sarà possibile connettersi a Internet con il proprio computer portatile: questo sarà particolarmente utile durante le presentazioni e i tutorial su strumenti software.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Alla fine del corso lo studente avrà acquisito una conoscenza di base del complesso panorama odierno della storia digitale (i suoi mezzi, i suoi dibattiti, la sua storia), avrà approfondito alcuni suoi aspetti fondamentali (comunicazione storica online, archivi digitali, attribuzione metadati, accesso alle fonti) e avrà padroneggiato alcuni software per la ricerca e la comunicazione digitale della storia (in particolare: Zotero, Omeka, sintassi Wiki).
Modalita' di esame: 50% del voto d’esame sarà assegnato dopo un esame orale sulla base delle letture legate a ogni singolo modulo e scelte dallo studente (vedi sotto). Il restante 50% sarà assegnato sulla base di una voce di Wikipedia scritta dallo studente sulla base degli argomenti della sua tesi di laurea triennale. La voce potrà essere pubblicata su Wikipedia, se lo studente lo vuole, ma solo dopo l’assegnazione del voto. Per maggiori dettagli si veda la pagina del progetto per l’a.a. 2017/8, in collaborazione con Wikimedia Italia: https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:Coordinamento/Universit%C3%A0/UNIPD/Digital_History
Criteri di valutazione: L’esame orale verificherà la conoscenza di quanto insegnato a lezione (storia del digitale, dibattiti e temi della storia digitale) e delle letture scelte dallo studente per ogni modulo. La voce di Wikipedia scritta dallo studente dovrà provare la conoscenza delle nozioni e delle tecniche insegnate a lezione riguardo a sintassi wiki, comunicazione storica online via ipertesto e multimedialità, capacità di reperimento di fonti autorevoli online e loro corretta ed esaustiva citazione.
Contenuti: Il corso esplorerà gli effetti delle tecnologie digitali sulla ricerca storica, sulla comunicazione della storia e sul pubblico della storia; ricostruirà la storia dei media digitali sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista culturale; fornirà agli studenti un panorama dei più importanti strumenti digitali disponibili agli storici e agli umanisti; passerà in rassegna critica alcuni dei più famosi progetti di digital history e alcuni dei più importanti archivi digitali; illustrerà la legislazione vigente a riguardo della proprietà intellettuale e discuterà i cambiamenti portati dal mezzo digitale; favorirà l’apprendimento attraverso l’esperienza pratica di strumenti software fondamentali per gli storici.

Un prospetto approfondito dei contenuti del corso e delle letture richieste agli studenti frequantanti è consultabile alla pagina: https://docs.google.com/document/d/1IDdlp9LXKo1_myAxdnViFj7TbNAMu1CEGkm0NXyGbXU/edit?usp=sharing
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si divide in 6 moduli. Le lezioni si terranno in aule informatiche o attrezzate per la connessione di pc portatili. Per ogni modulo sono previste esercitazioni pratiche sui software e i concetti esposti che si terranno in classe sotto la supervisione del docente. Le esercitazioni riguarderanno in particolare: uso di Zotero e di Omeka; attribuzione di metadati Dublin Core; uso della sintassi Wiki; scrittura per il web.

Gli studenti potranno seguire le slides e il materiale esemplificativo dal proprio computer e avranno accesso a una cartella condivisa che potranno scaricare e modificare a proprio piacimento.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Si pregano gli studenti non frequentanti e chi avesse difficoltà insormontabili nella lettura di saggi in inglese di contattare il docente per concordare un programma d’esame alternativo.
Testi di riferimento:
  • Balbi, Gabriele; Magaudda, Paolo, Storia dei media digitali: rivoluzioni e continuità. Roma: Bari, GLF editori Laterza, 2014. Cerca nel catalogo
  • Minuti, Rolando, Il web e gli studi storici: guida critica all'uso della rete. Roma: Carocci, 2015. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Interactive lecturing
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Zotero, Omeka, GDrive