Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria
ANIMAL CARE - TUTELA DEL BENESSERE ANIMALE
Insegnamento
COMMUNICATION SKILLS
AVP5072138, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
ANIMAL CARE - TUTELA DEL BENESSERE ANIMALE
AV2378, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum Percorso Comune
Crediti formativi 2.0
Tipo di valutazione Giudizio
Denominazione inglese COMMUNICATION SKILLS
Sito della struttura didattica http://www.agrariamedicinaveterinaria.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione (BCA)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione INGLESE
Sede LEGNARO (PD)
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di ANIMAL CARE - TUTELA DEL BENESSERE ANIMALE

Docenti
Responsabile CHIARA DI BENEDETTO 000000000000

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
ALTRO Ulteriori conoscenze linguistiche -- 2.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 2.0 16 34.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 Commissione a.a. 2018/19 01/12/2018 30/11/2019 DI BENEDETTO CHIARA (Presidente)
CORTELAZZO MICHELE (Membro Effettivo)
NERESINI FEDERICO (Supplente)
1 Commissione a.a. 2018/19 01/12/2018 30/11/2019 DI BENEDETTO CHIARA (Presidente)
CORTELAZZO MICHELE (Membro Effettivo)
NERESINI FEDERICO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Competenze di base di inglese scritto
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso è pensato per trasmettere agli studenti di Animal Care le seguenti conoscenze e abilità:
- consapevolezza dei processi di comunicazione, dall'emittente al destinatario;
- conoscenza riguardo a obiettivi, attori e modelli della comunicazione della scienza e sviluppo di un proprio approccio critico e informato alla comunicazione;
- abilità di comunicare concetti diversi a audience diversi, riuscendo a individuare strategie e strumenti specifici;
- analisi degli audience e dei bisogni specifici per inquadrare obiettivo e contesto della comunicazione;
- competenza di lettura e comprensione di testi scientifici per poterli rielaborare in chiave divulgativa;
- comprensione dei principi etici della comunicazione scientifica.

Poiché il corso presenterà anche casi pratici di comunicazione della scienza, sarà anche occasione di conoscenza del ruolo della comunicazione per chi fa scienza.
Modalita' di esame: Il risultato dell'esame potrà essere positivo (superato) o negativo (non superato) e sarà determinato sulla base delle esercitazioni svolte in aula a gruppi e di un elaborato finale scritto individuale per discuterle.
Il progetto pratico in aula consisterà nell'analisi di un paper scientifico o di una situazione scientifica professionale e nella sua "traduzione" in una comunicazione divulgativa, corredata da intervista agli esperti. Piccoli gruppi di studenti intervisteranno docenti e ricercatori e produrranno una news. I lavori d'aula saranno discussi in aula (capacità di presentazione in pubblico) e poi individualmente durante l'esame scritto (90 minuti) al termine delle lezioni.
Criteri di valutazione: Criteri di valutazione:
- conoscenza degli argomenti discussi in aula;
- approccio critico e informato alle strategie di comunicazione e capacità di individuarne punti di forza e di debolezza;
- conoscenza del processo di comunicazione, dalla produzione di contenuti alla realizzazione dei materiali informativi;
- abilità di produrre una notizia su un argomento scientifico;
- capacità di lavoro in gruppo.
Contenuti: - la comunicazione della scienza oggi: dal modello del deficit all'open science
- visibilità, divulgazione, sensibilizzazione, engagement: scopi comunicativi in relazione all'audience;
- format e strumenti per comunicare la scienza al pubblico: dal giornalismo agli eventi, dalle conferenze all'edutainment
- interviste e news
- linguaggio scinetifico della divulgazione al pubblico: lessico settoriale, metafore, analogie
- valutazione del rigore scientifico dei prodotti di comumincazione per evitare fraintendimenti e fake news
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso avrà lezioni frontali (8 ore) e attività laboratoriale (8 ore). Le esercitazioni in aula saranno coadiuvate e consolidate dalla discussione, con lo scopo di stimolare una analisi critica ai processi di comunicazione. L'approccio learning-by-doing permetterà agli studenti di testarsi su quanto appreso, lavorando individualmente e a gruppi. L'attività di gruppo in particolare è pensata per rafforzare la collaborazione e il dialogo tra gli studenti.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I materiali saranno caricati sulla Pagina Moodle dell'insegnamento
Testi di riferimento:
  • Laura Bowter, Kay Yeoman, Science Communication. A practical guide for scientists. --: Wiley-Blackwell, --.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Problem based learning
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Action learning
  • Peer feedback

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Ridurre le disuguaglianze