Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA INFORMATICA
Insegnamento
TEORIA DEI CIRCUITI (Numerosita' canale 1)
INL1000226, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INGEGNERIA INFORMATICA
IN0508, ordinamento 2011/12, A.A. 2018/19
N3cn1
porta questa
pagina con te
Curriculum Percorso Comune
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CIRCUIT THEORY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione (DEI)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile DANIELE DESIDERI ING-IND/31

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
INL1000226 TEORIA DEI CIRCUITI (Numerosita' canale 1) DANIELE DESIDERI IN0507

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative ING-IND/31 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Si applicano le propedeuticità e i vincoli previsti per poter sostenere esami del secondo anno dei Corsi di laurea triennale in Ingegneria Biomedica, Elettronica ed Informatica.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso ha l’obiettivo di fare apprendere le seguenti conoscenze:
1) le principali proprietà delle reti elettriche di n-poli
2) i principali metodi di analisi delle reti lineari in regime stazionario contenenti resistori ideali passivi, generatori ideali indipendenti di tensione e di corrente e, con riferimento al solo teorema di Thevenin, anche generatori pilotati (o controllati) lineari;
3) i principali metodi di analisi delle reti in regime sinusoidale contenenti bipoli ideali passivi (resistori, condensatori ed induttori) e generatori ideali indipendenti di tensione e di corrente, mediante uso dei fasori e della rete simbolica;
4) alcuni casi di reti in regime variabile con interruttore che commuta ad un istante: generatore di tensione costante con carico ohmico-capacitivo, ohmico-induttivo, ohmico-induttivo-capacitivo.
Le abilità attese sono le seguenti:
i) capacità di risolvere reti elettriche lineari in regime stazionario contenenti resistori ideali passivi e generatori ideali indipendenti di tensione e di corrente;
ii) capacità di risolvere reti elettriche in regime sinusoidale contenenti bipoli ideali passivi (resistori, condensatori ed induttori) e generatori ideali indipendenti di tensione e di corrente.
Modalita' di esame: Attività di laboratorio e prova scritta.
E’ prevista una limitata attività di laboratorio la cui frequenza, in modo integrale, dà un punto nella valutazione finale se l’esame viene superato nella sessione invernale (tale punto non contribuisce al conseguimento della lode). L’attività di laboratorio consiste di due momenti, il primo previsto verso la metà dell’insegnamento e il secondo nella fase finale.
La prova scritta d'esame comprende due esercizi: uno sulle reti elettriche in regime stazionario e uno sulle reti elettriche in regime sinusoidale. Sono inoltre presenti dieci domande a risposta multipla e una domanda a risposta aperta sulla parte di teoria.
Il programma, disponibile dall'inizio dell'insegnamento su Bacheche DEI - Moodle, contiene i riferimenti dettagliati ai testi e alle dispense di riferimento.
Criteri di valutazione: Per l’attività di laboratorio, viene verificata la presenza alle due esperienze previste durante il corso.
La valutazione degli esercizi della prova scritta sarà graduata con riferimento al grado di completamento dello svolgimento della prova e a differenti tipologie di errori (quali: errori gravi, errori di segno nelle scritture delle relazioni, errori di calcolo). Ciascun esercizio vale otto punti. E’ prevista una soglia minima di otto punti (dei sedici punti complessivamente disponibili sugli esercizi) per il superamento dell’esame: sotto tale soglia, l’esito complessivo della prova scritta sarà insufficiente.
Per le domande a risposta multipla, viene dato un punto per ogni risposta indicata in modo corretto, non viene dato nessun punto in caso di assenza di risposta e viene tolto mezzo punto in caso di risposta errata. La valutazione della domanda aperta sarà graduata con riferimento al grado di completamento e di correttezza della risposta. La domanda aperta vale cinque punti.
Contenuti: Tipologie fondamentali: generatori di tensione e corrente, resistori, diodi, condensatori, induttori, trasformatori, generatori pilotati (o controllati). Topologia delle reti elettriche: leggi e sistemi di equazioni topologiche. Principi e teoremi generali delle reti elettriche. Reti elettriche in regime stazionario: proprietà, teoremi e metodi di analisi. Reti elettriche in regime sinusoidale: grandezze elettriche sinusoidali, fasori, impedenze ed ammettenze, risonanza serie e parallelo, reti simboliche, teoremi e metodi di analisi. Reti elettriche in regime variabile: reti elementari del primo e secondo ordine (generatore di tensione costante con carico ohmico-capacitivo, ohmico-induttivo, ohmico-induttivo-capacitivo).
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'insegnamento consiste in lezioni frontali. Vengono presentati in aula gli argomenti del programma dell'insegnamento e alcuni esercizi di riferimento per la preparazione dell'esame. Come attività in aggiunta all’orario, sono inoltre previsti due momenti in laboratorio (verso la metà del corso e nella fase finale del corso), che, se frequentati entrambi, consentono l’acquisizione di un punto di bonus nel voto finale (tale punto non contribuisce al conseguimento della lode).
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Materiali di studio sono i testi e le dispense di riferimento indicati. Sono inoltre disponibili su Bacheche DEI - Moodle testi di compiti di Teoria dei Circuiti dati in anni accademici passati.
Testi di riferimento:
  • G. Chitarin, F. Gnesotto, M. Guarnieri, A. Maschio, A. Stella, Elettrotecnica 1 - Principi. Bologna: Società Editrice Esculapio, 2018. Nota: è leggermente differente dall’edizione stampata nel 2017 Cerca nel catalogo
  • M. Bagatin, G. Chitarin, D. Desideri, F. Dughiero, F. Gnesotto, M. Guarnieri, A. Maschio, Esercizi di Elettrotecnica - Reti elettriche - seconda edizione. Bologna: Società Editrice Esculapio, 2013. Cerca nel catalogo
  • D. Desideri, Dispensa_parte_teoria. --: --, --. Dispensa disponibile su Bacheche DEI - Moodle a partire dall'inizio dell'insegnamento
  • D. Desideri, Dispensa_parte_esercizi. --: --, --. Dispensa disponibile su Bacheche DEI - Moodle a partire dall'inizio dell'insegnamento

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)