Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA AEROSPAZIALE
Insegnamento
MECCANICA APPLICATA
IN05105663, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INGEGNERIA AEROSPAZIALE
IN0511, ordinamento 2011/12, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese APPLIED MECHANICS
Sito della struttura didattica https://elearning.unipd.it/dii/course/view.php?id=472
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dii/course/view.php?idnumber=2018-IN0511-000ZZ-2017-IN05105663-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ALBERTO DORIA ING-IND/13
Altri docenti SILVIO COCUZZA ING-IND/13

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative ING-IND/13 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
10 A.A. 2018/19 01/10/2018 30/11/2019 DORIA ALBERTO (Presidente)
COCUZZA SILVIO (Membro Effettivo)
BOSCHETTI GIOVANNI (Supplente)
MASSARO MATTEO (Supplente)
ROSATI GIULIO (Supplente)
9 A.A. 2017/18 01/10/2017 30/11/2018 BOSCHETTI GIOVANNI (Presidente)
ROSATI GIULIO (Membro Effettivo)
DORIA ALBERTO (Supplente)
MASSARO MATTEO (Supplente)
ROSSI ALDO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze e abilità di base di fisica (cinematica e dinamica del punto e del corpo rigido), di analisi matematica e di algebra lineare.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso ha lo scopo di fornire le conoscenze fondamentali (leggi, equazioni, teoremi) per la modellistica in campo meccanico.
Il corso fornisce le metodologie e gli strumenti per la soluzione di problemi di analisi cinematica e dinamica delle macchine, con particolare riferimento al moto piano.
Modalita' di esame: La verifica delle conoscenze e delle abilità avviene attraverso una prova d'esame suddivisa in due parti svolte in forma scritta in una stessa giornata:
- nella prima parte, attraverso almeno due distinte domande a risposta aperta, si accertano le conoscenze dello studente sugli argomenti del corso,
- nella seconda parte, attraverso la soluzione di un problema pratico (esercizio), si accertano le abilità relative alla modellazione meccanica e la capacità di svolgere calcoli in modo preciso ed accurato.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione con cui verrà effettuata la verifica delle conoscenze e delle abilità acquisite sono:
- la completezza delle conoscenze teoriche acquisite sugli argomenti del corso;
- il livello di autonomia acquisito nell'interpretazione e soluzione di problematiche di meccanica applicata alle macchine.
- la capacità dimostrata nell'applicare le conoscenze teoriche allo sviluppo di modelli cinematici e dinamici di meccanismi;
- le capacità espositive e la rigorosità nella trattazione delle tematiche discusse.
Contenuti: INTRODUZIONE: definizione di macchina e di meccanismo. Equazioni di congruenza, di equilibrio e di legame per i sistemi meccanici, ipotesi di lavoro. Analisi e sintesi di macchine: definizione di analisi cinematica diretta ed inversa, definizione di analisi dinamica diretta ed inversa, sintesi cinematica.

CINEMATICA DEI SISTEMI ARTICOLATI PIANI: moto relativo, cinematica degli accoppiamenti, equazione di struttura, equazione di Grubler, equazioni di chiusura di un meccanismo, scelta di equazioni indipendenti. Definizione di gruppi di Assur, scomposizione di meccanismi in gruppi di Assur. Matrice Jacobiana delle equazioni di chiusura, soluzione iterativa delle equazioni di chiusura di posizione; schema iterativo di Newton-Raphson. Soluzione dell'analisi cinematica di posizione, velocità ed accelerazione, rapporti di velocità e di accelerazione. Configurazioni singolari. Esempi elementari: meccanismo biella-manovella, quadrilatero articolato, glifo oscillante. Centri di istantanea rotazione. Esercitazioni.

DINAMICA DEI SISTEMI ARTICOLATI PIANI: richiami di meccanica del corpo rigido e di geometria delle masse. Principio dei lavori virtuali: enunciato ed applicazione diretta in problemi di dinamica inversa. Principio di d'Alembert; applicazione cineto-statica del principio dei lavori virtuali. Equazioni di Lagrange: enunciato generale e per meccanismi ad un solo grado di libertà, definizione di inerzia ridotta. Soluzione di problemi di dinamica inversa mediante approccio Newtoniano, calcolo delle reazioni vincolari. Cenni alla soluzione di problemi di dinamica diretta. Esercitazioni.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: - Lezioni frontali anche con il supporto di materiale informatico (file power point e pdf preparati dal docente, video ed immagini)
- Esercitazioni svolte alla lavagna
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Gestione del materiale didattico (dispense, esercizi, temi d'esame) tramite la piattaforma "moodle"
Testi di riferimento:
  • Marco Giovagnoni, Aldo Rossi, Una introduzione allo studio dei meccanismi. Padova: Libreria Cortina, 1999. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Problem based learning
  • Case study
  • Problem solving
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Industria, innovazione e infrastrutture Consumo e produzione responsabili