Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)
Insegnamento
MANAGEMENT, MEDICINA LEGALE, EPIDEMIOLOGIA E STATISTICA
MEP4064620, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)
ME1844, ordinamento 2014/15, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE di MONSELICE (PD) [999ES]
Crediti formativi 8.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MANAGEMENT, FORENSIC MEDICINE, EPIDEMIOLOGY AND STATISTICS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina (DIMED)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede MONSELICE (PD)
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)

Docenti
Responsabile CLAUDIO TERRANOVA MED/43
Altri docenti SILVIA COCCHIO MED/42

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Scienze propedeutiche MED/01 2.0
BASE Scienze propedeutiche MED/42 2.0
CARATTERIZZANTE Management sanitario SECS-P/10 2.0
CARATTERIZZANTE Prevenzione servizi sanitari e radioprotezione MED/43 2.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 8.0 80 120.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 30/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2014

Syllabus
Prerequisiti: Lo studente deve disporre di buone basi di logica (ragionamento deduttivo ed induttivo), avere familiarità con il problem-based learning e conoscenze basilari delle principali materie precliniche e cliniche.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine del corso lo studente dovrà:
dimostrare conoscenze e capacità di comprensione di norme giuridiche e deontologiche che, integrandosi reciprocamente, contribuiscono all’assunzione di responsabilità da parte del professionista sanitario nei confronti del singolo e della collettività;
acquisire consapevolezza dei più importanti principi della bioetica, dei doveri del professionista sanitario, del valore dell’informazione, dell’importanza della tutela dell’autonomia del paziente, della sua salute intesa come benessere fisico, psichico e sociale, l’identificazione degli stati di bisogno assistenziale e l’attivazione delle risorse familiari, sociali e sanitarie;
dimostrare conoscenze relative ai fattori di rischio e fattori protettivi; capacità di comprensione degli studi demografici ed epidemiologici;
dimostrare conoscenze relative ai principali approcci statistici alle elaborazioni dei dati, rispetto a differenti tipologie dei dati stessi: di popolazione e campionari, qualitativi e quantitativi.
Dimostrerà anche capacità di comprensione degli studi sperimentali.
Dovrà, inoltre, apprendere ed acquisire:
- i processi di aziendalizzazione e organizzazione delle aziende sanitarie in Italia;
- i sistemi di pianificazione, controllo e reporting;
- la programmazione del fabbisogno delle risorse umane;
- i sistemi di valutazione e incentivazione delle risorse umane;
- le basi teoriche e pratiche della gestione del rischio clinico.
Modalita' di esame: Prova scritta con modalità che saranno precisate dal singolo docente.
Criteri di valutazione: L’acquisizione delle conoscenze e delle competenze richieste dal corso sarà valutata alle prove d’esame.
Contenuti: MEDICINA LEGALE
1 Ordinamento giuridico e giudiziario. Illeciti penali e torti
2 La tutela della salute della singola persona e della collettività quale obiettivo fondamentale della professione: principi bioetici, e norme deontologiche e giuridiche di riferimento. Le qualifiche giuridiche dell’infermiere.
3 L’evoluzione della professione infermieristica nelle principali fonti giuridiche: testo unico delle leggi sanitarie del 1934, il sistema dei mansionari, il decreto 502 del 1992 e il riconoscimento del percorso universitario, il profilo professionale del 1994.
4 Informazione e consenso alla persona assistita
5 Il consenso e l’incapace; l’amministrazione di sostegno; i trattamenti sanitari obbligatori. Il rifiuto consapevole.
6 La documentazione infermieristica: la partecipazione dell’infermiere alla redazione della cartella clinica a garanzia della continuità assistenziale.
7 Il segreto professionale. Origini storiche. Principi bioetici, e norme deontologiche e giuridiche di riferimento; loro non reciproca corrispondenza. Il segreto di ufficio: riferimenti normativi. Il codice cosiddetto della privacy: la responsabilità dell’infermiere in materia di protezione dei dati personali.
8 La collaborazione con l’autorità giudiziaria. L’attività di informazione doverosa: il referto e la denuncia del pubblico ufficiale/incaricato di pubblico servizio. I delitti di peculiare interesse (indicando, fra gli altri, i maltrattamenti in famiglia o verso i fanciulli).
EPIDEMIOLOGIA
Elementi di demografia: fonti e rilevazioni demografiche, le misure della popolazione, profilo demografico della popolazione.
Epidemiologia: definizione, obiettivi e caratteristiche, la relazione causale, le misure di frequenza.
La classificazione degli studi epidemiologici. Gli studi descrittivi, gli studi osservazionali analitici (studi trasversali, studi di coorte e studi caso-controllo). Gli studi sperimentali: razionale e disegno. L’interpretazione degli studi epidemiologici.
Lo stato di salute della popolazione: il profilo epidemiologico internazionale e nazionale.
STATISTICA
Elementi di statistica: popolazione, campione, unità statistica.
Tipi di dati qualitativi nominali e ordinali, quantitativi continui e discreti.
Frequenze assolute, relative, cumulate.
La misurazione delle variabili: gli indicatori di tendenza centrale e le misure della variabilità.
Cenni di teoria delle probabilità; la distribuzione normale.
I test statistici.
Le misurazioni della correlazione e della regressione statistica.
ORGANIZZAZIONI SANITARIE
- Assetto del SSN e modelli organizzativi delle AS
- L’organizzazione secondo Mintzberg
- Analisi dei servizi sanitari e modelli di SS
- Le figure professionali all’interno delle aziende
- Le responsabilità.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali e problem solving su casi pratici
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Ulteriore bibliografia rispetto a quella già indicata sarà segnalata dai docenti nel corso delle lezioni.
Testi di riferimento:
  • A. Carnevale, C. D'Ovidio, La professione di infermiere. Aspetti giuridici, medico-legali, etico-deontologici. Padova: Piccini, 2005. Cerca nel catalogo
  • S. Barbuti, G.M. Fara, G. Gianmanco,, Igiene e medicina preventiva sanità Pubblica. --: EdiSES, 2014.
  • Nicola Comodo, Gavino Maciocco., Igiene e sanità pubblica. Manuale per le professioni sanitarie. Nuova edizione.. --: --, 2011. Cerca nel catalogo
  • Jim Fowler, Phil Jarvis, Mel Chevannes., Statistica per le professioni sanitarie.. Napoli: EdiSES, 2017. Cerca nel catalogo
  • G. Muratori – E. Palermo, Il libro della Collana Economia, Vol. 2: L’Organizzazione delle Aziende Sanitarie. --: --, 2015. download gratuito al seguente link http://economiaediritto.jimdo.com/economia/