Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
ASSISTENZA SANITARIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI ASSISTENTE SANITARIO)
Insegnamento
PROMOZIONE DELLA SALUTE PER LA FAMIGLIA E PER LA SCUOLA
MEP5072218, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
ASSISTENZA SANITARIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI ASSISTENTE SANITARIO)
ME1860, ordinamento 2015/16, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 7.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HEALTH PROMOTION FOR FAMILY AND SCHOOL
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Cardio-Toraco-Vascolari e Sanità Pubblica
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede CONEGLIANO (TV)
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di ASSISTENZA SANITARIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI ASSISTENTE SANITARIO)

Docenti
Responsabile FRANCESCO ZULIAN MED/38
Altri docenti RITA CHIARADIA
ADRIANO COMPAGNO
ANGELA TAMBURO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative MED/40 2.0
CARATTERIZZANTE Scienze dell'assistenza sanitaria MED/38 3.0
CARATTERIZZANTE Scienze dell'assistenza sanitaria MED/50 1.0
CARATTERIZZANTE Scienze interdisciplinari cliniche MED/39 1.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 7.0 70 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 Commissione 2017/18 02/10/2017 30/04/2019 BASSO GIUSEPPE (Presidente)
CHIARADIA RITA (Membro Effettivo)
COMPAGNO ADRIANO (Membro Effettivo)
TAMBURO ANGELA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA: Conoscenze elementari di biologia, fisica, chimica, fisiologia
OSTETRICIA E GINECOLOGIA: nozioni di anatomia e fisiopatologia dell’apparato genitale femminile; Infezioni batteriche e virali; Igiene e profilassi; Politiche sociali – sanitarie.
NEUROPSICHIATRIA INFANTILE: Conoscenze di base di psicologia dello sviluppo e dell’educazione e sullo sviluppo neuropsicomotorio del bambino.
Conoscenze e abilita' da acquisire: PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA: Sviluppare competenze che permettano di individuare preventivamente situazioni di rischio psico-fisico per la salute del bambino dalla fase neonatale all’adolescenza. In particolare, si acquisiranno conoscenze relative a: crescita e sviluppo normale del bambino, principali malattie croniche dell’età evolutiva, principali condizioni di disagio sociale, principali strategie preventive, ruolo degli interventi educativi alla salute in età evolutiva.
OSTETRICIA E GINECOLOGIA: Acquisizione nozioni in grado di poter gestire le informazioni alla donna riguardo le sue fasi di vita.
METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE PER LA TUTELA DEL BAMBINO E DELLA FAMIGLIA: Lo studente di identificare i bisogni di salute e le priorità d’intervento preventivo, educativo e di recupero, partendo dalla situazione epidemiologica della comunità in cui opera, con particolare riferimento a: mantenimento della salute del bambino sano; supporto della genitorialità; cura degli aspetti relazionali-educativi nell’ambito della famiglia e degli aspetti promozionali.
Lo studente dovrà acquisire competenze riguardo l’individuazione precoce di ogni possibile rischio che minacci l’integrità psico-fisica del bambino e della madre a partire dalla salute pre-concezionale, della gravidanza, del parto, del neonato, della sua crescita ed evoluzione. L’attuale normativa prevede in tal senso un’importante presenza nei consultori familiari, con una funzione di salvaguardia del nucleo familiare, di attivazione delle sinergie con le strutture che operano nel territorio per le politiche socio-sanitarie. Inoltre, il profilo professionale prevede obiettivi specifici quali “Intervenire nei programmi di pianificazione familiare e di educazione sanitaria, sessuale e socio-affettiva”.
NEUROPSICHIATRIA INFANTILE: Sviluppare competenze finalizzate all’identificazione di possibili forme di collaborazione interprofessionale tra assistente sanitario e neuropsichiatra infantile, acquisire gli strumenti osservativi per riconoscere la presenza di un problema di possibile natura psicopatologica in età evolutiva e per effettuare un inquadramento generale ai fini di un invio allo specialista, apprendere l’epidemiologia ed i principali fattori di rischio per i disturbi psicopatologici dell’età evolutiva che saranno trattati nel corso, acquisire nozioni di base finalizzate all’elaborazione ed attuazione di programmi di prevenzione, sostegno e promozione della salute mentale in età evolutiva.
Modalita' di esame: Da definire.
Criteri di valutazione: PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA: La valutazione della preparazione degli studenti si baserà sulla verifica della comprensione degli argomenti svolti e trattati a lezione, dell'acquisizione dei concetti e delle metodologie proposte e la capacità di saperli applicare in modo autonomo e consapevole.
OSTETRICIA E GINECOLOGIA: comunicati dal docente in aula
METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE PER LA TUTELA DEL BAMBINO E DELLA FAMIGLIA: La valutazione della preparazione degli studenti si baserà sulla verifica della comprensione degli argomenti svolti e trattati a lezione, dell'acquisizione dei concetti e delle metodologie proposte e la capacità di saperli applicare in modo autonomo e consapevole.
NEUROPSICHIATRIA INFANTILE: Valutazione dei contenuti proposti a lezione attraverso l’analisi di situazioni cliniche concrete.
Contenuti: PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA:Pediatria generale:morbilità e mortalità in età pediatrica, normali tappe dello sviluppo fisico, psicomotorio e relazionale.Neonatologia:elementi di patologia neonatale.Pediatria preventiva: educazione sanitaria e promozione dei corretti stili di vita La nutrizione,i bilanci di salute, le vaccinazioni,prevenzione degli incidenti,ambientale e delle malattie infettive,cenni di Pediatria di comunità e di epidemiologia pediatrica,servizi per la Qualità.Principali malattie croniche dell’età evolutiva:malattie infettive, malattie respiratorie croniche, malattie metaboliche,diabete, obesità, malattie neurologiche, malattie reumatiche, malattie emato-oncologiche, cardiopatie congenite e acquisite.
OSTETRICIA E GINECOLOGIA: Fertilità (ciclo mestruale e sua regolazione, segni di fertilità, controllo della capacità riproduttiva), Menopausa (modificazioni del ciclo mestruale nel climaterio, patologie correlate, sintomi precoci e complicanze tardive della menopausa non trattata, terapia ormonale sostitutiva),Gravidanza (concepimento, impianto, monitoraggio della gravidanza, cenni alle patologie più importanti: gravidanza extra-uterina, aborto, diabete gestazionale, gestosi), Procreazione Medicalmente Assistita (fisiologia e patologia della riproduzione umana, percorso diagnostico e terapeutico della coppia infertile, procedure di PMA), Patologia ginecologica.
METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE PER LA TUTELA DEL BAMBINO E DELLA FAMIGLIA: Il Dipartimento Materno Infantile, sue estensioni ed integrazioni con altri servizi, Cenni normativa, Competenze dell’AS per la tutela materno infantile e famiglia:strumenti, aree e funzioni, Esperienze di interventi educativi all’affettività.
NEUROPSICHIATRIA INFANTILE: LEZIONE 1. Introduzione al corso. Descrizione estesa: Modificazione nel tempo del concetto di infanzia. Presentazione della figura del neuropsichiatra infantile. Il concetto di neuroplasticità. Fasi dello sviluppo neuropsicoevolutivo. LEZIONE 2. il bambino con difficoltà di comunicazione. Descrizione estesa: L’inquadramento (Cenni su cos’è la comunicazione e come si sviluppa. La diagnosi differenziale tra i principali disturbi del neurosviluppo in cui è presente un deficit o un’alterazione della funzione comunicativa: disturbi dello spettro autistico, disturbi del linguaggio). Il bambino con difficoltà di comunicazione: la prevenzione (Fattori di rischio per i disturbi dello spettro autistico: ricerca e falsi miti.Lo screening per i disturbi dello spettro autistico: CHAT, M-CHAT; un esempio di screening; il progetto “Prima Pietra”. LEZIONE 3.Il bambino con difficoltà dell’apprendimento. Descrizione estesa:l’inquadramento (Disturbi specifici e non specifici dell’apprendimento e bisogni educativi speciali).Il bambino e l’adolescente con difficoltà dell’apprendimento:la prevenzione (Fattori di rischio per i disturbi specifici e non specifici dell’apprendimento. Lo screening per i DSA.LEZIONE 4.Il bambino con difficoltà di comportamento. Descrizione estesa: L’inquadramento (Cenni su cos’è il comportamento e come si sviluppa.I principali disturbi del comportamento:disturbo deficit attenzione/iperattività,disturbi da comportamento dirompente,del controllo degli impulsi e della condotta).Il bambino e l’adolescente con difficoltà di comportamento:la prevenzione (Fattori di rischio per i principali disturbi del comportamento. Interventi di promozione della salute:l’importanza del counseling ai genitori ed agli adolescenti.LEZIONE 5.Il bambino con disturbo del comportamento alimentare.Descrizione estesa:Disturbo della regolazione o dell’omeostasi.Disturbo della reciprocità bambino-caregiver.Anoressia infantile.Avversione sensoriale per i cibi.disturbo posttraumat
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA: Lezioni frontali.
OSTETRICIA E GINECOLOGIA: Lezioni frontali.
METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE PER LA TUTELA DEL BAMBINO E DELLA FAMIGLIA: Lezione frontale e discussione di eventuali casi. Approfondimenti tematici tramite elaborazioni di autoapprendimento.
NEUROPSICHIATRIA INFANTILE: Lezioni frontali.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA: A cura del Docente
OSTETRICIA E GINECOLOGIA: A cura del Docente
METODOLOGIA DELLA PROFESSIONE PER LA TUTELA DEL BAMBINO E DELLA FAMIGLIA: Materiali forniti dal docente e/o indicazioni per la ricerca autonoma
NEUROPSICHIATRIA INFANTILE: In sede di esame verranno valutati i contenuti trasmessi a lezione (appunti personali, materiale didattico fornito dal docente come PowerPoint) e attraverso articoli scientifici, alcuni dei quali in lingua inglese, che verranno forniti dal docente.
Testi di riferimento: